ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

L'esperto risponde

i consigli dei nostri specialisti

Gli si arrossa la bocca quando mangia il pomodoro

Gli compaiono delle macchie rosse quando mangia il pomodoro. Il fenomeno avviene spesso anche con altri cibi come le arance, il parmigiano reggiano, gli estratti di lievito di birra.

a cura di: Dott. Guido Vertua (pediatra)

Ho notato che al mio bambino (16 mesi) compaiono delle chiazze rosse sul mento ed agli angoli della bocca quando mangia la minestrina con il pomodoro (fresco, bollito e frullato con tutte le altre verdure). Poco dopo queste chiazze spariscono. Penso sia a causa del pomodoro in quanto, quando non c'è, questo fatto non si verifica. Vorrei sapere se devo ignorare la cosa oppure eliminare questo alimento dalla sua dieta.

Per spiegare quello che capita al suo bambino, occorre chiarire che esistono alcuni cibi che possono provocare reazioni cutanee o aggravare un eczema con meccanismi diversi da quello allergico. È’ ciò che spesso accade per l’appunto con i pomodori. Non è infrequente che i genitori notino un arrossamento intorno alla bocca del bambino quando questi mangia il pomodoro; ma il fenomeno avviene spesso anche con altri cibi come le arance, il parmigiano reggiano, gli estratti di lievito di birra ed altri ancora.

Questi pazienti possono essere realmente allergici a tali alimenti, ma l’arrossamento cutaneo è più spesso causato, per semplice irritazione diretta, dall’acidità del pomodoro e degli agrumi o dalla salinità del parmigiano reggiano e dell’estratto di lievito. In alcuni casi certi cibi possono causare una reazione più intensa del semplice arrossamento quando essi vengono direttamente a contatto con la cute.

Le reazioni cutanee si manifestano allora sotto forma di pomfi (cioè rilevatezze della pelle, di colore dal rosa al rosso, pruriginose) in corrispondenza del punto di contatto, di solito rappresentato dal viso, ma spesso anche dalle dita o dalle mani. Si parla allora di "orticaria da contatto". Essa è causata da una vera e propria allergia al cibo in causa. Questa però non corrisponde all’eczema vero e proprio e, come nel caso delle reazioni irritative di cui abbiamo sopra detto, lo stesso cibo una volta inghiottito può non dare alcuna reazione. Concludendo, se al suo bambino piace il pomodoro, consigliamo di non eliminarlo dalla dieta, ma di continuare a darglielo mettendo in preventivo che, ogni volta, si arrosserà intorno alla bocca.

1/5/1998

10/6/2011

I commenti dei lettori

ANCHE ALLA MIA BAMBINA QUANDO MANGIA IL POMODORO DEL QUALE VA' PAZZA, SI ARROSSISCE ATTORNO ALLA BOCCA, MA HO CONTINUATO COMUNQUE A DARLE IL POMODORO SE IL ROSSORE NON E' PREOCCUPANTE, INVECE, LEI PRESENTA DELLE MACCHIE SULLE GAMBE E NELLE GIUNTURE, NON HO ANCORA SCOPERTO COSA SIA PREMETTO CHE LA MIA BAMBINA E' UNA BUONA FORCHETTA E MANGIA VOLENTIERI MOLTE COSE.

MARZIA (AN) 31/12/2010

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Gli si arrossa la bocca quando mangia il pomodoro"

Orticaria-angioedema
L'orticaria-angioedema si manifesta con bolle pruriginose che vanno e vengono.
Mastocitoma solitario
La mastocitosi cutanea esordisce in genere alla nascita. La cute è l’organo più frequentemente interessato.
Dermografismo rosso
Il dermografismo è un sintomo di una manifestazione tipica di chi soffre di orticaria. In caso però di prurito intenso, si usano eventualmente antistaminici.
Orticaria gigante recidiva
Da più di tre anni soffre di orticaria gigante recidiva. Tutti gli esami hanno dato esito negativo. Il trattamento da seguire.
Dermatite neonatale
Il neonato spesso va incontro ad eruzioni cutanee di diverso tipo assolutamente normali e innocue.
Pomfi: bollicine simili a punture di zanzara.
I pomfi sono lesioni cutanee che assomigliano a punture di insetto e che svaniscono nell'arco di poche ore.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Genitori e figli giocano
Il gioco tra genitori e figli permette di migliorare la relazione familiare.
Ha problemi di svezzamento perché non mangia la pappa
Ha problemi con lo svezzamento perché a sette mesi rifiuta la pappa. I consigli dell'esperto sullo svezzamento.
Strofulo
Lo strofulo è una malattia legata ad una sensibilizzazione a sostanze irritanti o tossiche presenti nelle punture di insetti.
Celiachia e infertilità
Esiste una relazione tra celiachia e problemi di infertilità. In particolare, alcuni casi di abortività ricorrente e ridotta crescita fetale.
Ingrossamento della ghiandola mammaria
L'ingrossamento della ghiandola mammaria può essere inquadrato nell'ambito del telarca precoce. Può essere presente fin dalla nascita.

Quiz della settimana

Quando si può considerare definitivo il colore degli occhi in un lattante?
a 2-3 mesi di vita
a 4-5 mesi di vita
a 6-7 mesi di vita
a 11-12 mesi di vita