ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

L'esperto risponde

i consigli dei nostri specialisti

L'allergia al latte gli provoca la tosse

È possibile che il poco latte che assume, in alimenti vari, possa provocare tosse? L'allergia alimentare può essere causa di fenomeni respiratori quali l'asma bronchiale.

a cura di: Dott. Alfredo Boccaccino (allergologo)

l mio bambino di tre anni e mezzo ha un leggero broncospasmo e oggi ha fatto i prick per polveri e pollini risultati negativi. Oltre a quelli l'allergologa ha testato latte e soia (positività ++ al latte). Lui assume latte di soia da un anno e mezzo dopo che aveva smesso di prendere un idrolisato spinto per via di una positività al latte, che aveva a sei mesi, ma che poi però era passata. Il latte vaccino puro (neanche yogurt) non sono mai riuscita ad introdurlo perché aveva attacchi intestinali. È possibile che il poco latte che assume, in alimenti vari, possa provocare tosse? Ha spesso anche orticarie (alla scuola materna gli hanno dato un kiwi e ha avuto un'orticaria al collo!). L'allergologa crede che sia un bimbo potenzialmente allergico a più alimenti che testerà dopo le feste. Secondo voi ne vale la pena?

L'allergia alimentare può essere causa di fenomeni respiratori quali l'asma bronchiale. Se l'asma non è intenso la sua sintomatologia può essere sfumata e caratterizzata da sola "tosse notturna". Se il vostro bambino è, come sembra dagli esami praticati, allergico al latte, è possibile che la presenza di piccole quantità di proteine del latte nell'alimentazione possa causare solo tosse.

Naturalmente non si può essere certi al 100% di tale correlazione: la cosa migliore sarebbe quella di evitare, in modo assoluto e rigoroso, l'ingestione di proteine del latte, e verificare che la tosse scompare. Ritornando all'alimentazione precedente, la tosse dovrebbe ripresentarsi.

17/12/2002

7/11/2013

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "L'allergia al latte gli provoca la tosse"

A cosa servono i mucolitici
I mucolitici agiscono con meccanismi diversi a secondo della molecola da cui sono composti.
Latte di capra
Il latte di capra possiede proteine antigenicamente simili a quelle del latte vaccino, in grado cioè, di determinare le stesse reazioni allergiche.
Latte HA o ipoallergenico
Come si può determinare se un neonato ha bisogno di un latte ipoallergenico? I consigli del Pediatra.
Intolleranza al latte
Nei soggetti con allergia alle proteine del latte vaccino si verificano frequentemente sensibilizzazioni anche ad altri alimenti.
Latte di asina
A mia figlia che è allergica al lattosio, hanno consigliato il latte di asina. E' ragionevole?
A quattro mesi ha già fatto tre cicli di antibiotico
Come possiamo aiutarla ad espellere il catarro? Ci sono in commercio gocce per liberare meglio il nasino?
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Alimentazione dopo l'anno di vita
Dopo il primo anno, l'alimentazione sarà quasi uguale a quella di un adulto. E' importante che segua una dieta completa e varia.
Dolori alle articolazioni e alla schiena in gravidanza
Durante tutta la gravidanza può capitare di avvertire dei dolori articolazioni e alla schiena.
Macchie mongoliche
Le macchie mongoliche sono lesioni maculari congenite determinate dalla presenza in eccesso nel derma.
Aerofagia
Per evitare l'aerofagia nel lattante è bene utilizzare prodotti a base essenzialmente di finocchio, anice verde, melissa e camomilla.
Gli è stato diagnosticato un reflusso vescico-ureterale
La correzione del reflusso vescico-ureterale può essere chirurgica. La tecnica più frequentemente adottata è quella di Cohen.

Quiz della settimana

Che cosa è il miocardio?
Un osso
Una arteria
Un muscolo
Un nervo