ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

L'esperto risponde

i consigli dei nostri specialisti

Gli sono venute delle macchie su braccia, schiena e torace

Ha cominciato ad avere macchie su braccia, schiena e torace. Sarà intollerante ai latticini?

a cura di: Dott. Renato Sambugaro (allergologo pediatra)

Il mio bambino all'età di sette mesi (ora ne ha 14) ha cominciato ad avere macchie su braccia, schiena e torace. Lo stavo ancora allattando al mattino mentre alla sera avevo introdotto il latte artificiale. Mangiava già yogurt e formaggi. Abbiamo sospeso tutti i latticini e nel giro di poche settimane le macchie sono scomparse. Due mesi fa abbiamo reinserito lo yogurt: tutto bene, nessuna macchia. Due settimane fa abbiamo riprovato con i formaggi di vacca (fino ad ora mangiava solo quelli di capra senza nessun problema) e dopo cinque giorni sono ricomparse due macchie sugli avambracci (la stessa posizione in cui comparvero la prima volta). Mi domando quale può essere l'intolleranza di mio figlio poiché tollera bene lo yogurt e i formaggi di capra.

Innanzitutto va accertato se non sia stato introdotto qualche altro alimento in concomitanza con quelli succitati, che potrebbe mascherare il quadro clinico e creare confusione (attenzione alle nonne, che spesso, convinte di fare bene, fanno assaggiare un po' di tutto!). Esclusa questa ipotesi sarebbe corretto eseguire un RAST scomponendo le varie frazioni del latte (alfa-lattoalbumina, beta-lattoalbumina, caseina) per vedere se la reattività si manifesta verso singole componenti.

Si spiegherebbe cosi la tolleranza allo yogurt, in considerazione del fatto che i fermenti lattici, ad esempio, digerendo parzialmente la caseina, la denaturano rendendola meno allergizzante e diventando responsabili della migliore tolleranza, da lei citata, verso l'alimento. Si osserva comunque molto spesso una graduale risoluzione spontanea dell'allergia alimentare dopo il secondo anno di vita per cui, all'età di dieci anni, la frequenza è all'incirca analoga a quella degli adulti (1%)

28/10/2002

24/4/2010

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Gli sono venute delle macchie su braccia, schiena e torace"

Stitichezza e alimentazione
La stitichezza (stipsi) spesso si verifica quando l'alimentazione non è equilibrata.
Bollicine rosse sulle guance
Mio figlio neonato presenta delle bollicine rosse sulle guance. Questo tipo di patologia non è connessa ad un quadro di allergia.
Latte ipoallergenico
Fino a quando dovrà continuare a bere un latte ipoallergenico?
Reinserire il latte in un bambino allergico?
L'intolleranza al latte si è manifestata all'età di nove mesi.
Dermatite atopica: quanto spesso lavare il bambino?
Quanto spesso lavare la pelle del bambino con dermatite atopica? La pelle è secca e soffre i lavaggi energici.
Dermatite neonatale
Il neonato spesso va incontro ad eruzioni cutanee di diverso tipo assolutamente normali e innocue.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Cos’è la logopedia e che cosa fa?
La logopedia ha lo scopo di migliorare le possibilità comunicative del bambino.
L'alimentazione del neonato e del bambino piccolo
L'alimentazione dei neonati e del bambino piccolo: le indicazioni dei nostri esperti.
Un dente fessurato
Il dente fessurato è un'anomalia di forma del dente di latte che può essere o meno associata ad un'anomalia di numero degli elementi decidui.
La nausea in gravidanza
La nausea è spesso uno dei primi sintomi di gravidanza e colpisce, soprattutto con vomito al mattino, il 50% delle mamme in attesa.
La vaccinazione
La vaccinazione tutela contemporaneamente la salute dell'individuo e l'interesse della collettività.

Quiz della settimana

Che cosa fare in caso di perdita di sangue dal naso?
piegare la testa il piu' possibile all'indietro
comprimere la parte ossea del naso
riempire le narici di cotone per arrestare l'emorragia
nessuna delle risposte e' corretta