ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

uno specialista a tua disposizione

Perchè non ci assegnano un Pediatra?

L'assegnazione di un posto da Pediatra è soggetta, come tutto in Italia, a diverse regole Stiamo negoziando con le istituzioni per ottenere un pediatra, ma non ci toccherebbe di diritto?

Siamo un gruppo di genitori che hanno costituito un comitato per ottenere un pediatra in un bacino di utenza di circa 700 bambini. I comuni interessati sono 10 nella provincia di Torino, stiamo negoziando con le istituzioni per ottenere un pediatra, ma, come ben sapete siete pochi a laurearvi in questa specializzazione, oltretutto pochi a desiderare di lavorare in queste zone. Vorremmo capire meglio come stanno effettivamente le cose.

L'assegnazione di un posto da Pediatra è soggetta, come tutto in Italia, a diverse regole, che devono salvaguardare sia gli interessi dell'utenza, sia gli interessi del professionista. Il rapporto di lavoro, infatti, non è quello del dipendente, che percepisce uno stipendio a prescindere dall'attività svolta: il medico di base ed il pediatra sono retribuiti in base al numero di assistiti che hanno in carico.

La USSL deve quindi garantire al medico un ambito sufficientemente popolato, anche se poi nessuno (se non la qualità del proprio lavoro) garantisce al medico che tutti i potenziali pazienti residenti nel suo ambito si iscriveranno a lui.

Esistono quindi delle regole per calcolare il fabbisogno di medici in una determinata zona, che nel caso dei Pediatri sono: si conta la popolazione in età da 0 a 6 anni (che poi è quella che di diritto va al Pediatra, mentre i bambini di età superiore possono anche scegliere il Medico di famiglia); si calcola un bisogno di un Pediatra ogni 600 bambini o frazioni superiori a 301; l'ambito (uno o più comuni, in dipendenza dalla numerosità della popolazione) deve essere definito in modo da rendere possibile l'inserimento di almeno due Pediatri; si bandiscono i posti non coperti, cioè si tiene conto di eventuali Pediatri già inseriti (e questo non è il vostro caso); i Pediatri eventualmente interessati fanno domanda e il posto viene assegnato al Pediatra che ha più titoli, secondo una graduatoria regionale.

Va da sé che il sistema può dare risultati non ottimali in alcune situazioni. Ad esempio, ambiti poco popolosi o distribuiti su troppi comuni o in zone disagiate dal punto di vista geografico o della viabilità sono necessariamente scartati dal Pediatra a favore di situazioni lavorative più comode o che gli garantiscano un lavoro più sicuro.

Ciò è comprensibile: qualsiasi professionista o imprenditore in proprio (che quindi ha costi fissi che nessuno gli copre) sceglie anche in funzione delle possibilità di avere un "mercato" sufficiente. Il nuovo contratto, tuttavia, offre delle possibilità di soluzione al problema: l'amministrazione sanitaria regionale può definire particolari forme di incentivo per le zone cosiddette "disagiate", cercando in tal modo di ovviare alle difficoltà di avviamento dello studio.

1/1/1997

1/12/2020

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Perchè non ci assegnano un Pediatra?"

Visite domiciliari pediatriche
Quali sono le regole per le visite domiciliari pediatriche. Il Pediatra deve venire quando lo chiamo o la visita domiciliare non è obbligatoria.
Accertamenti a tappeto e screening
In Pediatria è corretto eseguire accertamenti (del sangue, strumentali o visite) solo quando esiste un sospetto diagnostico.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

A tre anni non riesce ancora a strutturare le frasi
La variabilità dei tempi e modi dello sviluppo del linguaggio è notevole ma, in presenza di alcuni "segnali" significativi, vanno valutati alcuni aspetti.
Accertamenti a tappeto e screening
In Pediatria è corretto eseguire accertamenti (del sangue, strumentali o visite) solo quando esiste un sospetto diagnostico.
Problemi di inserimento in prima media
E' in crisi, continua a piangere per l'enorme cambiamento che le medie comportano.
Intervallo di tempo fra la somministrazione di vaccini diversi
Ci sono intervalli di tempo da rispettare tra un vaccino e l'altro?
La donna dopo il parto
Il brusco cambiamento avvenuto dopo il parto porta l'organismo ad una serie di complesse modificazioni.

Quiz della settimana

I lattanti che assumono latte materno hanno un minor rischio di contrarre:
Otiti
Gastroenteriti
Polmoniti
Tutte le risposte sono esatte