ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Saperne di più

per approfondire insieme

Acido folico in gravidanza

L'acido folico (vitamina B9) è importante in gravidanza e si trova in alcuni alimenti come le verdure a foglia verde, la frutta e i legumi. Si trova in alcuni tipi di carne, soprattutto frattaglie.

a cura di: Dott. Massimo Generoso (pediatra)

Dove si trova

L'acido folico (vitamina B9) è idrosolubile cioè si scioglie in acqua; si trova in abbondanza in alcuni alimenti come le verdure a foglia verde (spinaci, broccoli, asparagi, lattuga), la frutta (limoni, kiwi, fragole, arance, noci), i legumi (fagioli, piselli, soia), il fegato e il lievito di birra; anche il latte materno ne è ricco.

L’acido folico si trova anche in alcuni tipi di carne, soprattutto frattaglie. Bisogna tenere presente che questa vitamina è poco stabile se sottoposta a elevate fonti di calore (viene distrutta con la cottura) e alla luce (i cibi che la contengono vanno conservati in modo che non siano esposti al sole diretto).

A che cosa serve

E’ essenziale per molte importanti attività metaboliche necessarie per la maturazione e la moltiplicazione delle cellule, in particolare dei globuli rossi.

Che cosa succede se manca

Può causare un ritardo di crescita e una glossite, cioè una infiammazione della lingua; è la causa più frequente di un tipo particolare di anemia, chiamata megaloblastica nel lattante e nel bambino.

Le cause più frequenti sono:

  • ridotto apporto: alimentazione del lattante con latte di capra (estremamente povero di acido folico), alimentazione prevalente con cibi sottoposti ad alte temperature
  • ridotto assorbimento: celiachia e altre malattie che causano malassorbimento intestinale
  • eccessivo consumo da parte dei batteri intestinali
  • aumentato fabbisogno: o gestanti, bambini nati prima del termine, bambini con anemie emolitiche, cioè anemie causate dalla distruzione dei globuli rossi o uso di medicine che contrastano l’azione dell’acido folico come alcuni farmaci contro le convulsioni e la tubercolosi

Un discorso a parte va fatto per le gestanti: infatti negli ultimi decenni l’acido folico è stato riconosciuto come essenziale per la prevenzione di alcune gravi malformazioni del sistema nervoso centrale del bambino che si possono originare nelle prime fasi della gravidanza:

  • anencefalia, cioè incompleto sviluppo del cervello
  • spina bifida cioè incompleta chiusura della spina dorsale, con alterazioni del midollo spinale

Durante la gravidanza il fabbisogno di questa vitamina aumenta perché il feto utilizza le riserve materne ed è quindi necessaria la supplementazione di acido folico alla futura mamma almeno per tutto il primo trimestre della gravidanza.

9/9/2009

7/2/2016

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Acido folico in gravidanza"

L'acqua in gravidanza
L'acqua in gravidanza viene trattenuta nei tessuti provocando spesso gonfiori e aumento di peso. Si tratta, però, di disturbi lievi che si superano facilmente.
Quanto dura la gravidanza?
Lo sapevi che la gravidanza dura in realtà otto mesi e mezzo? Ecco spiegato il perché.
Varicella in gravidanza
La varicella in gravidanza può avere conseguenze diverse per il feto in base al periodo di gravidanza.
La prima settimana di gravidanza
La prima settimana di gravidanza può passare sotto silenzio oppure manifestarsi in qualche modo.
Stitichezza in gravidanza
La stitichezza è un disturbo frequente in gravidanza e può riguardare sia la consistenza delle feci sia la frequenza dell'evacuazione.
Influenza A in gravidanza: 9 consigli
Influenza da virus A/H1N1 in gravidanza: 9 consigli per le mamme in attesa.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Acetone
Acetone o chetosi: una situazione molto frequente in età pediatrica ed è dovuta ad un disturbo momentaneo del metabolismo del bambino.
Depressione post-partum
La depressione post-partum o depressione post-natale è un disturbo dell'umore che colpisce molte donne nel periodo immediatamente successivo al parto.
Neonato che dorme nel lettino
Non esistono controindicazioni a fare dormire un neonato da subito nel lettino. Può essere utile l'uso del riduttore per sentirsi più "contenuti".
Giocare a calcio a sei anni
Ci hanno sconsigliato di far giocare a calcio nostro figlio di 6 anni a causa della facilità con cui possono formarsi dei microtraumi alle ossa.
Nonni o baby-sitter?
Quando riprenderò il lavoro, sarà meglio affidare il mio bambino ai nonni o alla baby-sitter? Il consiglio della psicologa.

Quiz della settimana

I lattanti che assumono latte materno hanno un minor rischio di contrarre:
Otiti
Gastroenteriti
Polmoniti
Tutte le risposte sono esatte