ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Saperne di più

per approfondire insieme

Acido folico in gravidanza

L'acido folico (vitamina B9) è importante in gravidanza e si trova in alcuni alimenti come le verdure a foglia verde, la frutta e i legumi. Si trova in alcuni tipi di carne, soprattutto frattaglie.

a cura di: Dott. Massimo Generoso (pediatra)

Dove si trova

L'acido folico (vitamina B9) è idrosolubile cioè si scioglie in acqua; si trova in abbondanza in alcuni alimenti come le verdure a foglia verde (spinaci, broccoli, asparagi, lattuga), la frutta (limoni, kiwi, fragole, arance, noci), i legumi (fagioli, piselli, soia), il fegato e il lievito di birra; anche il latte materno ne è ricco.

L’acido folico si trova anche in alcuni tipi di carne, soprattutto frattaglie. Bisogna tenere presente che questa vitamina è poco stabile se sottoposta a elevate fonti di calore (viene distrutta con la cottura) e alla luce (i cibi che la contengono vanno conservati in modo che non siano esposti al sole diretto).

A che cosa serve

E’ essenziale per molte importanti attività metaboliche necessarie per la maturazione e la moltiplicazione delle cellule, in particolare dei globuli rossi.

Che cosa succede se manca

Può causare un ritardo di crescita e una glossite, cioè una infiammazione della lingua; è la causa più frequente di un tipo particolare di anemia, chiamata megaloblastica nel lattante e nel bambino.

Le cause più frequenti sono:

  • ridotto apporto: alimentazione del lattante con latte di capra (estremamente povero di acido folico), alimentazione prevalente con cibi sottoposti ad alte temperature
  • ridotto assorbimento: celiachia e altre malattie che causano malassorbimento intestinale
  • eccessivo consumo da parte dei batteri intestinali
  • aumentato fabbisogno: o gestanti, bambini nati prima del termine, bambini con anemie emolitiche, cioè anemie causate dalla distruzione dei globuli rossi o uso di medicine che contrastano l’azione dell’acido folico come alcuni farmaci contro le convulsioni e la tubercolosi

Un discorso a parte va fatto per le gestanti: infatti negli ultimi decenni l’acido folico è stato riconosciuto come essenziale per la prevenzione di alcune gravi malformazioni del sistema nervoso centrale del bambino che si possono originare nelle prime fasi della gravidanza:

  • anencefalia, cioè incompleto sviluppo del cervello
  • spina bifida cioè incompleta chiusura della spina dorsale, con alterazioni del midollo spinale

Durante la gravidanza il fabbisogno di questa vitamina aumenta perché il feto utilizza le riserve materne ed è quindi necessaria la supplementazione di acido folico alla futura mamma almeno per tutto il primo trimestre della gravidanza.

9/9/2009

15/2/2018

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Acido folico in gravidanza"

Varicella in gravidanza
La varicella in gravidanza può avere conseguenze diverse per il feto in base al periodo di gravidanza.
Tampone vaginale in gravidanza
Il tampone vaginale e rettale in gravidanza serve per escludere la presenza dello streptococco B emolitico.
Il singhiozzo nella pancia della mamma
Il bambino inghiotte un po' di liquido amniotico che emetterà come se avesse il singhiozzo nella pancia della mamma.
Aumento di peso in gravidanza
L'aumento di peso nell'arco dell'intera gravidanza normalmente si aggira tra i 7 e i 14 kg complessivi.
La terza settimana di gravidanza
Alla terza settimana di gravidanza ma non dovresti avvertire, per il momento, alcun segnale.
Rischi del parto cesareo
Ho già subito un parto cesareo. Esistono dei rischi reali di cedimento della precedente ferita in caso di travaglio? I consigli del ginecologo.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Alimentazione dopo l'anno di vita
Dopo il primo anno, l'alimentazione sarà quasi uguale a quella di un adulto. E' importante che segua una dieta completa e varia.
Dolori alle articolazioni e alla schiena in gravidanza
Durante tutta la gravidanza può capitare di avvertire dei dolori articolazioni e alla schiena.
Macchie mongoliche
Le macchie mongoliche sono lesioni maculari congenite determinate dalla presenza in eccesso nel derma.
Aerofagia
Per evitare l'aerofagia nel lattante è bene utilizzare prodotti a base essenzialmente di finocchio, anice verde, melissa e camomilla.
Gli è stato diagnosticato un reflusso vescico-ureterale
La correzione del reflusso vescico-ureterale può essere chirurgica. La tecnica più frequentemente adottata è quella di Cohen.

Quiz della settimana

Che cosa è il miocardio?
Un osso
Una arteria
Un muscolo
Un nervo