ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

L'esperto risponde

tutte le risposte dei nostri specialisti

Norme igieniche in gravidanza

Durante la gravidanza è indicato seguire delle particolari norme igieniche che permettono di affrontare la gestazione più facilmente e serenamente.

La tutela della salute della donna durante la gravidanza è un imperativo sociale importantissimo e non solo un problema medico: a questa tutela è legata la buona salute del nascituro. Questo comprende l'adozione da parte della gestante di alcune cautele nella vita di ogni giorno e l'osservanza di alcune norme igieniche di carattere generale:

igiene del corpo 

  • mantenere uno stato di pulizia del corpo con la pratica della doccia o del bagno, evitando l'acqua troppo fredda e troppo calda;
  • nell'ultimo trimestre farsi aiutare per il bagno per evitare scivoloni o perdite di equilibrio dovuti all'aumento di volume dell'addome;
  • mantenere l'igiene dei capelli evitando le tinture sintetiche; cura dei denti con l'igiene orale e le eventuali medicazioni o interventi odontoiatrici in caso di carie, considerando che è possibile l'anestesia locale;
  • i vestiti devono essere semplici e non provocare costrizioni;
  • scarpe comode con tacco basso per favorire la circolazione alle gambe; evitare l'esposizione al sole in modo prolungato per evitare la comparsa delle chiazze discromiche al viso;


attività sessuale: non è controindicata a meno che non vi sia una provata tendenza all'aborto;

fumo: i neonati di madri fumatrici nascono con basso peso e sono più soggetti a malattie respiratorie.

esercizio fisico  

  • non è necessario porre limiti particolari all'attività fisica della gestante sana salvo quelli imposti spontaneamente dall'affaticamento (affanno respiratorio);
  • la pratica dello sport può essere concessa con precauzione, sono da evitare gli sport che comportano attività violente, sforzi e possibili traumi.
  • il nuoto è indicato con la cautela di una adatta temperatura dell'acqua per evitare contrazioni uterine e di una pesona presente che assiste.
  • E' opportuno comunque alternare momenti di attività fisica con lunghi periodi di riposo;
  • la ginnastica preparatoria al parto è molto consigliata;


bevande alcoliche

l'uso di piccole quantità di vino ai pasti ha un effetto favorevole per il contenuto di ferro e per l'azione digestiva;

alimentazione

  • importantissima per l'evoluzione della gravidanza e per l'accrescimento fetale;
  • la razione calorica di una donna giovane che è di circa 2100 calorie va aumentata di 300 calorie;
  • è necessario integrare con ferro, acido folico, vitamine;
  • la dieta deve essere varia e appetitosa;
  • per non superare la quota calorica giornaliera è bene nel caso limitare i grassi.

 

1/1/1998

11/3/2018

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Allattamento al seno: poco latte?
Mia moglie che sta allattando al seno la bimba si è accorta di avere poco latte. I consigli del Pediatra.
Artrite reumatoide giovanile
Vari fattori sono ritenuti responsabili dell'artrite reumatoide giovanile, tra i quali ci sono genetici.
La pelle in gravidanza
Durante la gravidanza la pelle di solito diventa più bella e lucente, grazie alla nuova situazione ormonale.
Linfadenite tubercolare
Il termine di linfadenite tubercolare indica l'infiammazione di una o più ghiandole linfatiche (linfonodi).
Mio figlio di due anni dice le parolacce
Fino ai 2 -3 anni i bambini pronunciano tutte le parole attribuendo ad esse la stessa rilevanza. Cosa fare se un bambino dice le parolacce.

Quiz della settimana

Che cosa si intende per sudamina?
Una malattia contagiosa della pelle
Una malattia degenerativa delle ghiandole che producono il sudore
Una malattia genetica che causa un'alterazione della composizione del sudore
Un'irritazione della pelle dovuta ad un'eccessiva produzione di sudore