ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Saperne di più

per approfondire insieme

Come cambia il seno in gravidanza

Il cambiamento del seno è uno dei primi segni evidenti dello stato di gravidanza. Le ghiandole mammarie, per l’incremento degli ormoni, si ingrossano e si induriscono.

a cura di: Dott.ssa Donatella Bresciani (ginecologa), Prof. Silvano Zaglio (specialista in ostetricia e ginecologia - andrologia)

Il cambiamento del seno è uno dei primi segni evidenti dello stato di gravidanza. Le ghiandole mammarie, per l’incremento degli ormoni, si ingrossano e si induriscono; le vene risultano più evidenti, l’areola e il capezzolo si induriscono e si inturgidiscono. Queste modificazioni possono provocare qualche indolenzimento e formicolio.

Utile sarà utilizzare un reggiseno in fibre naturali o anallergiche, in grado di sostenere bene le mammelle, facilitare i movimenti e prevenire i rilasciamenti dei tessuti e smagliature al termine della gravidanza.

Negli ultimi mesi di gravidanza, il seno si preparerà all’allattamento, grazie all’azione della prolattina, un ormone prodotto dall’ipofisi (una ghiandola che si trova alla base del cervello), ogni tanto dal capezzolo potrà uscire qualche goccia di colostro, un liquido denso e giallo che costituirà poi i primissimi pasti del lattante. E’ importante durante tutta la gravidanza prendersi cura della pelle del seno con particolare attenzione al capezzolo.

In commercio si possono trovare diversi prodotti (creme, olii) specifici che aiutano a nutrire, a rendere particolarmente elastica l’epidermide e a rafforzare l’area del capezzolo per prevenire le ragadi causate dalla suzione del neonato.

26/11/2009

25/7/2016

I commenti dei lettori

Sono una mamma di due bambini di tre anni e mezzo la femminuccia e di 6 mesi e mezzo il maschietto.Trovo il sito di Mamma e Papa' molto utile e molto ricco di risposte e consigli di tutti i tipi.Da quando l'ho scoperto mi sembra di averlo sempre conosciuto e sinceramente non potrei farne a meno.Lo consulto in ogni momento.Grazie a tutti i pediatri che mi tengono sempre aggiornata.Un augurio di Buone vacanze a tutti!

mirela rrahmani (MI) 23/07/2011

Mi ritrovo in tutto quello che mi dice il sito,settimana dopo settimana.Grazie perchè il sapere che i miei sintomi sono normali mi aiuta tanto ad accettarli.

filomena (CE) 10/08/2012

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Come cambia il seno in gravidanza"

Allattamento al seno: capezzolo introflesso
Il capezzolo introflesso è un difetto che interferisce con l'allattamento al seno.
Allattamento al seno: mastite e ingorgo mammario
L'ingorgo mammario può predisporre a mastite (infezione della mammella) con comparsa di febbre anche elevata.
Allattamento al seno: ragadi del capezzolo
Allattare al seno può essere doloroso: dipende da quanto profonde sono le ragadi del capezzolo.
Allattamento al seno: i consigli dell'ARP
Allattamento al seno: le schede della Associazione per la Ricerca in Pediatria. I consigli dei Pediatri.
Il seno in gravidanza
Durante la gravidanza il seno si prepara per l'allattamento. Il seno diventa più sodo e più grosso.
Pubertà precoce
Si definisce classicamente pubertà precoce vera la comparsa dei primi segni di sviluppo puberali a un'età inferiore agli otto anni nella femmina.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Celiachia e infertilità
Esiste una relazione tra celiachia e problemi di infertilità. In particolare, alcuni casi di abortività ricorrente e ridotta crescita fetale.
Ingrossamento della ghiandola mammaria
L'ingrossamento della ghiandola mammaria può essere inquadrato nell'ambito del telarca precoce. Può essere presente fin dalla nascita.
Posizione nel sonno e morte improvvisa del lattante
Statisticamente la SIDS (morte improvvisa del lattante) capita più spesso in chi ha una posizione nel sonno sbagliata.
Centri antiveleni
I consigli di cosa fare in caso di avvelenamento o ingestione di tossici o caustici.
La timidezza del bambino
Per aiutare il bambini timido a superare certe situazioni di timidezza non bisogna forzare le tappe del suo sviluppo psicologico.

Quiz della settimana

Quando si può considerare definitivo il colore degli occhi in un lattante?
a 2-3 mesi di vita
a 4-5 mesi di vita
a 6-7 mesi di vita
a 11-12 mesi di vita