ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

L'esperto risponde

tutte le risposte dei nostri specialisti

Sport in gravidanza

Alcuni sport vanno evitati in gravidanza, ma ci sono attività fisiche ideali per la donna incinta. E' necessario modificare le proprie abitudini durante la gravidanza.

a cura di: Dott.ssa Donatella Bresciani (ginecologa), Prof. Silvano Zaglio (specialista in ostetricia e ginecologia - andrologia)

Con il procedere della gravidanza, la donna che ha fatto sport regolarmente si troverà avvantaggiata: avrà i muscoli tonici e le articolazioni più flessibili e potrà continuare a praticare i propri sport preferiti, se non pesanti o violenti e purchè il medico sia d’accordo. In ogni caso sara’ bene modificare le proprie abitubini, basandosi su alcune regole: 

  • la muscolatura sotto sforzo intenso richiede molto ossigeno, con il rischio di lasciarne meno a disposizione del bambino. Quindi niente sport che richiedono attività troppo impegnative
  • la muscolatura soggetta a sforzo prolungato accumula acido lattico, rendendo particolarmente gravoso il lavoro dei reni. Quindi niente sport che richiedono fatiche protratte nel tempo
  • la pancia voluminosa cambia gli equilibri del corpo, rende più incerte e fa fare movimenti sbagliati. Quindi niente sport che richiedono molta destrezza, equilibrio e coordinamento nei movimenti.
  • Il peso aumentato rende le articolazioni un po’ meno salde. Quindi niente sport  che rende le articolazioni un po’ meno salde. Quindi niente sport che comportano forti rischi di storte o slogature.

Queste limitazioni non devono indurre a pensare che durante la gravidanza  fare attività sportiva sia sconsigliabile.
E’ anzi vero il contrario, purchè ognuna sia in grado di valutare bene se stessa. Naturalmente alcuni sport vanno evitati (tuffi, sci, equitazione, motocicletta, tennis, immersioni, arti marziali), mentre ci sono attività ideali per la donna incinta e cioè nuotare e camminare.
Ma con un po’ di giudizio si possono fare tante altre cose: andare in bicicletta, fare ginnastica, fare sci da fondo, ballare. In tutti questi casi, val la pena di applicare una piccola autoregolazione: quando manca il respiro, fermarsi a riposare; se fa troppo freddo, sospendere l’attivita’ sportiva; bere molta acqua, soprattutto se si suda.

26/11/2009

7/8/2016

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Sport in gravidanza"

Lo stretching è adatto ai bambini?
Lo stretching in età pediatrica e pre-puberale va iniziato, nel rispetto dell'idea ludica della motricità.
Influenza A in gravidanza: 9 consigli
Influenza da virus A/H1N1 in gravidanza: 9 consigli per le mamme in attesa.
Sci e snowboard
Prima di iniziare sci e snowboard è opportuno che i bambini familiarizzino con la neve e l'ambiente attraverso esperienze ludiche.
Consigli per una dieta bilanciata in gravidanza
Per vivere al meglio la gravidanza bisogna seguire una dieta bilanciata, per contenere il rischio di sovrappeso.
L'alimentazione del bambino che pratica sport
L'alimentazione del bambino che pratica sport, oltre a fornire un giusto apporto di energia, deve essere variata ed equilibrata.
Vaccinazione contro l'epatite B alla nascita
La vaccinazione contro il virus dell'epatite B viene sempre eseguita alla nascita nei bambini nati da madre HbsAg positiva.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Acetone
Acetone o chetosi: una situazione molto frequente in età pediatrica ed è dovuta ad un disturbo momentaneo del metabolismo del bambino.
Depressione post-partum
La depressione post-partum o depressione post-natale è un disturbo dell'umore che colpisce molte donne nel periodo immediatamente successivo al parto.
Neonato che dorme nel lettino
Non esistono controindicazioni a fare dormire un neonato da subito nel lettino. Può essere utile l'uso del riduttore per sentirsi più "contenuti".
Giocare a calcio a sei anni
Ci hanno sconsigliato di far giocare a calcio nostro figlio di 6 anni a causa della facilità con cui possono formarsi dei microtraumi alle ossa.
Nonni o baby-sitter?
Quando riprenderò il lavoro, sarà meglio affidare il mio bambino ai nonni o alla baby-sitter? Il consiglio della psicologa.

Quiz della settimana

I lattanti che assumono latte materno hanno un minor rischio di contrarre:
Otiti
Gastroenteriti
Polmoniti
Tutte le risposte sono esatte