ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Saperne di più

per approfondire insieme

Stitichezza in gravidanza

La stitichezza in gravidanza può provocare diversi problemi: gonfiore al ventre, nausea, sensazione di mancanza di fiato e doloretti intestinali.

a cura di: Dott.ssa Donatella Bresciani (ginecologa), Prof. Silvano Zaglio (specialista in ostetricia e ginecologia - andrologia)

L’intestino in gravidanza risente della situazione in due diversi modi: innanzitutto il peso dell’utero finisce col comprimerlo sempre di più (e infatti è nel secondo trimestre che la stitichezza diventa più frequente); inoltre la situazione ormonale  fa sì che la muscolatura della parete intestinale sia particolarmente rilasciata con una certa riduzione della parete intestinale.
La compressione meccanica unita a questo rilassamento muscolare provoca una più lunga permanenza delle feci  nell’intestino che, in questa situazione, continua ad assorbire l’acqua che esse contengono rendendole più consistenti e quindi più difficili da espellere.
La stitichezza che ne deriva può provocare diversi problemi: gonfiore al ventre, nausea, sensazione di mancanza di fiato e doloretti intestinali. A volte possono insorgere  vere e proprie coliche molto dolorose e poco rassicuranti. Va consultato il medico.

Che fare?

Non bisogna mai ricorrere ai purganti e nemmeno ai lassativi o alle tisane con erbe lassative. Chi era abituata a farne uso prima della gravidanza può trovare una soluzione alternativa.
I lassativi infatti sono irritanti per l’intestino e possono alterare i meccanismi di assorbimento di determinate sostanze e in questo periodo è molto importante che ciò avvenga.
Bisogna invece fare una vita sana, mangiare in modo corretto, non fare una vita troppo sedentaria. Possono essere usati rimedi naturali, che non hanno un effetto immediato ma vanno usati con regolarità insieme alle norme di vita sopra citate. Per esempio: bere al mattino a digiuno uno o due bicchieri di acqua naturale, mangiare un kiwi ben maturo, prendere un cucchiaio di olio d’oliva prima dei pasti, mangiare frutta cotta. Nei casi di stipsi ostinata si possono usare i microclismi o le supposte di glicerina. Se non si ottiene beneficio è meglio rivolgersi al medico.

26/11/2009

3/8/2017

I commenti dei lettori

A me è stata suggerita la marmellata di Tamarine (in farmacia!)...provare x credere!!! =)

Barbara (MI) 21/05/2012

2 Kiwi ben maturi la mattina!

Emmel (LO) 27/08/2012

A me succede il contrario,i primi 3 mesi di gravidanza soffrivo si stitichezza e dal 5° mese fino alla fine dei giorni rimasti alla nascita soffro di diarrea,vado avanti con i fermenti lattici che non è che mi aiutano molto in questo stato di disagio. Inoltre questo problema mi ha fatto fuoriuscire le emorroidi...mancano circa 20 giorni alla nascita della piccola,non vedo l'ora che passi,i dottori mi dicono che dipende da uno scompenso ormonale,speriamo che sia così. Nonostante tutto stò passando una bellissima gravidanza,almeno questo...! Mi piacerebbe sentire un parere da parte di qualche esperto,grazie!

daniela (AQ) 29/05/2013

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Stitichezza in gravidanza"

Il megacolon congenito
Mio figlio è affetto da mega colon congenito. I sintomi e la terapia chirurgica.
Stitichezza o stipsi nei bambini
Le cause di stitichezza si possono riassumere in stipsi da squilibri alimentari e la stipsi da ritenzione volontaria. Cosa fare in caso di stitichezza.
Stitichezza in gravidanza
La stitichezza è un disturbo frequente in gravidanza e può riguardare sia la consistenza delle feci sia la frequenza dell'evacuazione.
Occlusione intestinale alla nascita
Neonato che non riesce a scaricarsi. I consigli del pediatra.
Stitichezza e allergia al latte
In uno studio di autori italiani sull'allergia alle proteine del latte vaccino è stata confermata l'associazione tra stipsi e proteine del latte vaccino.
Mio figlio di tre mesi soffre di stitichezza
Mio figlio soffre di stitichezza e ho già adottato i classici rimedi che si usano in questi casi.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Insonnia in gravidanza
Dal quinto mese di gravidanza in poi un po' di insonnia è normale. Che fare? I consigli dell'esperto.
Lo sviluppo motorio nel primo anno di vita
Esiste una grande variabilità nei tempi oltre che nelle modalità dello sviluppo motorio nel primo anno di vita.
Un elettrocardiogramma per tutti i neonati
Una proposta per prevenire le morti in culla.
Attaccamento alla mamma e rifiuto dell'estraneo
Ha un forte attaccamento alla mamma. La mamma deve mediare le risposte emotive del suo bambino e ampliarne le esperienze verso l'esterno.
Ha la fontanella pulsante
Ha la fontanella pulsante perché i capelli in corrispondenza della fontanella si alzano e si abbassano ritmicamente.

Quiz della settimana

Che cosa è l'ambliopia?
Una particolare forma di zoppia
Il mancato o diminuito sviluppo della capacità visiva da uno o entrambi gli occhi
Una rara forma di strabismo che interessa alternativamente i due occhi
La difficoltà a vedere gli oggetti da lontano