ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Letture in famiglia

l'esperienza dei grandi ci parla

Romanzo: "A mia figlia"

A mia figlia è un romanzo intenso che ricorda certi film di Ingmar Bergman. Tale analogia è suggerita dal coraggio e dalla tenerezza con cui l'autrice riesce a scrutare i legami affettivi.

a cura di: Dott.ssa Maria Antonietta Filipponio

Cara Linn, ci sono sempre state tante esigenze dall'esterno, gente che voleva parte di quel tempo che avremmo dovuto trascorrere insieme. Tu sei rimasta sola con ciò che con tanto piacere avevamo progettato di fare insieme. Hai avuto una mamma agitata e sempre tesa, che ti abbraccia in fretta.

Ti ascolta tamburellando con dita impazienti sul tavolo. Sono stata stanca e ti ho chiesto di non insistere troppo con me perché avevo i nervi a fior di pelle. A volte ho visto che ti allontanavi da me. Ho avuto paura di richiamarti. Paura perché avevo rimorsi di coscienza che mi pesavano. Paura perché il successo esterno che ho conseguito è frutto della rinuncia a qualcosa che avremmo potuto vivere insieme. Ho ancor più paura che sarà troppo tardi per ritrovarti il giorno in cui potrò darti tutto il mio tempo. Tu devi sapere che io ti amo sempre.

Attraverso gli anni ho lottato per riuscire nella mia professione. Mi sono sforzata di scoprire chi sono e perché sono. Il tuo corpicino sottile è ciò che più di tutto mi ha portato vicino alla vita. Sei la vita stessa quando ti tocco e diventi pesante e calda appoggiandoti a me. Quando mi accarezzi la guancia dicendo: "Mammina" so che capisci più cose di quanto io non me ne renda conto. Quando mi dici che non devo essere triste perché ci sei tu. Quando rendi la mia vita più ricca soltanto perché esisti. Cara Linn… Mi affaccio alla finestra e ti vedo scavare la terra con i pantaloncini consunti alle ginocchia e sul sedere. Tu hai pensieri e avventure ai quali non prenderò mai parte.

Sto qui e ti guardo e sono più vicina a te che a qualunque altra cosa che conosco. E ti osservo, desiderando di avere tempo per seguirti più da vicino.

L'autrice di questo brano è la famosa attrice LIV ULLMANN, che scrive una lettera aperta alla figlioletta , e nelle sue frasi, ricche di tenerezza e semplici verità, possono identificarsi molte mamme di oggi. I sempre numerosi impegni di casa e di lavoro rendono talvolta le madri agitate e nervose, ma se c'è un saldo e sincero rapporto di fondo i bambini sentono comunque l'affetto che li circonda e la guida sicura della propria mamma.

29/9/2009

6/10/2010

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Romanzo: "A mia figlia""

Libri utili per capire i figli
"Giocando imparo a pensare" è uno dei libri utili che vi consigliamo, per capire i figli.
Curiosità, arte e letteratura nell'estate
Leggiamo alcune curiosità sull'estate e scopriamo come è stata rappresentata nell'arte e nella letteratura.
Il piccolo Principe
La storia dell'incontro tra l'aviatore costretto da un guasto a un atterraggio nel deserto e il Piccolo Principe.
Nascere e poi, dall'attesa alla prima infanzia
La psicanalista Drina Candiliss-Huisman ha scritto il libro "Nascere e poi, dall'attesa alla prima infanzia" che parla della storia dell'infanzia e maternità.
La letteratura per l'infanzia: lo sapevi che...
Il villaggio di Heidi esiste davvero, si trova nel cantone dei Grigioni in Svizzera. Ma le curiosità non finiscono qui. Scopri tutte le altre.
La fiaba di Puccettino
"I racconti delle fiabe" di Carlo Collodi è una raccolta di fiabe di Charles Perrault. Tra queste leggiamo un brano della fiaba di Puccettino.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Ciuccio e palato
Mio figlio di 20 mesi ha il palato deformato dal ciuccio. I consigli dell'esperto su quando toglierlo per non fargli deformare il palato.
Correggere l'ipermetropia rende strabici?
Mi hanno detto che correggere l'ipermetropia rende strabici. Il parere dell'oculista.
Un'amica immaginaria
Il desiderio porta talvolta i bambini a fingere di avere un amica o amico immaginario.
Eritema tossico del neonato
L'eritema tossico è un'affezione transitoria del tutto benigna. La sua origine è sconosciuta.
Soffre di asma: montagna o mare?
La mia bambina soffre di asma e ci hanno consigliato un cambiamento d'aria: è meglio il mare o la montagna? I consigli della pediatra.

Quiz della settimana

Quale delle seguenti affermazioni riguardanti il tetano è corretta?
Può colpire il neonato
E' una malattia contagiosa
E' dovuta a un virus
Prima di manifestarsi ha un periodo di incubazione di più di un mese