ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Libri e riviste

leggere insieme

Ahmed e le macchine dell'oblio

Il deserto accoglie il piccolo Ahmed che, in una notte splendidamente chiara, si perde sorpreso dalla volta celeste.

a cura di: Hamelin (associazione culturale)

TITOLO: Ahmed e le macchine dell'oblio

AUTORE: Ray Bradbury

ILLUSTRATORE: Paolo D'Altan

CASA EDITRICE: Mondadori Contemporanea

TEMI CHIAVE: viaggio, maestro, sogno, volo

ETA’ DI RIFERIMENTO: 12 anni

Il deserto accoglie il piccolo Ahmed che, in una notte splendidamente chiara, si perde sorpreso dalla volta celeste. Il suo pianto disperato risveglia un dio da millenni assopito: Gonn-Ben-Allah, guardiano dei Fantasmi dei Nomi Perduti. Questo gigante ha il colore dell'argilla, con un sorriso sapiente riecheggia da un lontano passato storie da "Le mille e una notte". Un po' genio, un po' antica divinità, molto Maestro, Gonn il Magnifico intraprende un viaggio con Ahmed nella terra di Ierdomani dove "Ricordare ricostruisce il passato. Immaginare costruisce il futuro".
Il gigante insegna presto al suo compagno il volo, da sempre scoraggiato da chi non sogna e da sempre ambito da chi ha coraggio come Icaro, che tenta, nonostante il fallimento, perché "non tentare è la morte più grande". Il maestro/dio insegna ad Ahmed il rischio, il coraggio, la volontà di ricominciare nonostante gli innumerevoli ostacoli e, cosa ancora più importante, la chiara consapevolezza che l'uomo è un mortale "che deve provare ogni cosa".
Ahmed farà ritorno alla sua carovana, non sarà un Peter Pan rinchiuso nell'Isola che non c'è, perché lui ha imparato ad ascoltare la storia e a sperare nel futuro dove presto tutti gli uomini voleranno.

6/8/2002

6/8/2002

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Cortisone per la febbre
La cura deve essere proporzionata al disturbo. Per abbassare la febbre, normalmente, il farmaco di prima scelta è il paracetamolo.
Rifiuta il biberon
Rifiutare il biberon è un comportamento frequente. La tettarella ha spesso un gusto di cloro.
Succhia il dito
Succhia il dito e non ha nessuna voglia di smettere. Il consiglio è di aspettare, lavorando sui premi piuttosto che sulle punizioni.
Acetone
Acetone o chetosi: una situazione molto frequente in età pediatrica ed è dovuta ad un disturbo momentaneo del metabolismo del bambino.
Depressione post-partum
La depressione post-partum o depressione post-natale è un disturbo dell'umore che colpisce molte donne nel periodo immediatamente successivo al parto.

Quiz della settimana

I lattanti che assumono latte materno hanno un minor rischio di contrarre:
Otiti
Gastroenteriti
Polmoniti
Tutte le risposte sono esatte