ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Libri e riviste

leggere insieme

La notte dell'ylang-ylang

" Non sono riuscito a stabilizzare quello che ho creato...se vi riuscirai, sarai più di un grande chimico: sarai un'artista".

a cura di: Hamelin (associazione culturale)

La notte dell'ylang-ylang a cura di Hamelin

TITOLO: La notte dell'ylang-ylang

AUTORE: Frédéric Toussaint

CASA EDITRICE: Motta Junior, Milano, 2002

TEMI CHIAVE: memoria, scoperta, profumi

ETA’ DI RIFERIMENTO: a partire dai 10 anni

" Non sono riuscito a stabilizzare quello che ho creato...se vi riuscirai, sarai più di un grande chimico: sarai un'artista". E' un libro affascinante questo di Frédéric Toussaint, un libro sulla memoria e sul legame che inevitabilmente tiene unite le generazioni, così profondamente diverse. E' la storia di una scoperta, da parte di un giovane appena tornato dalla guerra, di un tesoro lasciatogli in eredità dal nonno; l'essenza di un profumo inebriante ricavato dai fiori dello ylang-ylang, una pianta rarissima che vive solo su un'isoletta del Borneo.

Quello di Alex è un viaggio a ritroso a ripercorrere l'avventura del nonno sull'isola, il suo stupore e la fascinazione data da quei luoghi incantati. Ha un compito il giovane chimico, quello di portare a termine ciò in cui il nonno non era riuscito; ricavare un profumo da quell'essenza meravigliosa. Per farlo dovrà rivivere la stessa esperienza del vecchio, la notte dei monsoni, l'iniziazione che lo porterà alla conoscenza della vera essenza di questa pianta quasi magica. Anne Romby attraverso le sue illustrazioni, che evocano atmosfere oniriche, rende perfettamente questo viaggio metaforico alla ricerca delle proprie radici, questa scoperta di luoghi lontani che non si carica di puro esotismo, ma di desiderio di conoscenza, di comprensione profonda.

25/7/2002

25/7/2002

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Bisogna tirare indietro la pelle del pisellino?
La cura del pisellino. Non va eseguita alcuna manovra traumatica per risolvere la fimosi del neonato perchè si risolve spontaneamente nel tempo.
Esami con risultati contraddittori
Si possono verificare con frequenza esami con risultati contraddittori di Rast e prick test con risultati contraddittori.
Tira i capelli degli altri bambini
Ha il vizio di tirare i capelli degli altri bambini senza un apparente motivo. Il tirare i capelli non è necessariamente espressione di aggressività.
Cardiopatia congenita e crescita
Una cardiopatia congenita molto complessa può portare ad una scarsa crescita.
Il ruolo dell'ecografia in gravidanza
L'ecografia è un'indagine strumentale del tutto esente da rischi. Le ragioni più frequenti per cui la si esegue.

Quiz della settimana

Cosa significa il termine bruxismo?
Parlare nel sonno
Digrignare i denti mentre si dorme
Bagnare il letto di pipì di notte
Mordersi la lingua durante il sonno