ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il tempo dell'infanzia

bambini nell'arte e nella cultura

Alcune curiosità sull'allattamento

Scopriamo alcune curiosità sull'allattamento che ci arrivano dal Medioevo, dal Rinascimento e da studi fatti in epoche lontane.

a cura di: Dott.ssa Maria Antonietta Filipponio

Lo sapevi che:

  • dal 1300 per quasi due secoli le donne indossarono un vestito adatto per l’allattamento, chiamato nel Medioevo "gamurra", che presentava all’altezza dei seni due fessure verticali, chiuse da lacci.
  • dal 1600 in poi la moda aveva spinto la donna ad indossare busti e corsetti che permettevano una maggiore esuberanza dei seni, ma appiattivano in modo molto grave I capezzoli fino a farli rientrare, impedendo così la prosecuzione dell’allattamento.
  • nel Medioevo alcuni autori prestarono molta attenzione alla posizione assunta dal lattante contro il seno della madre, per evitare che il naso del bambino venisse schiacciato (il naso schiacciato era chiamato "camuso").
  • nel Rinascimento, sotto le coperte del letto, veniva messo un arco di legno, chiamato arcuccio, che serviva per prevenire lo schiacciamento ed il soffocamento dei lattanti, che le nutrici portavano a letto con sé per poterli allattare durante la notte.
  • per controllare la bontà del latte della donna, che doveva allattare, c’erano due metodi: la prova dell’unghia (la goccia di latte doveva allargarsi lentamente e, anche se agitata, rimanere inalterata nella forma) e quella della oftalmoreazione (se il latte sprizzato negli occhi provocava irritazione era di cattiva qualità).
  • gli studi scientifici che dalla fine del 1700 in poi erano stati condotti per studiare il latte materno e gli altri latti di femmina di animali avevano concluso che il latte materno era insostituibile e quello che si avvicina maggiormente, sebbene più povero di sostanze nutrienti, era quello di asina.
  • si pensò anche di analizzare il latte delle balie dai capelli bruni, biondi e rossi, giungendo alla conclusione che era da privilegiare il latte nutriente delle brunette, seguito poi dalle biondine, ma era assolutamente da evitare quello delle rosse.

10/9/2009

11/10/2010

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Alcune curiosità sull'allattamento"

Allattamento al seno: sangue nel rigurgito
La presenza di sangue nel rigurgito di un neonato durante l'allattamento al seno quasi sempre deriva da ragadi o da escoriazioni del seno materno.
Raccomandazioni utili sull'alimentazione del neonato e del bambino
I consigli utili relativi all'allattamento del neonato e del bambino dopo i 6 mesi.
Allattamento artificiale: come accettare il biberon?
Consigli per far accettare il biberon in corso di allattamento artificiale.
La leggenda: la via lattea
La galassia per antonomasia. Il suo nome deriva dal greco. Conosci anche la leggenda?
Quali tettarelle per il biberon?
Quali tettarelle scegliere per il biberon di un neonato? I tipi di tettarelle in commercio e i consigli su quali usare.
Farmaci e allattamento
E' sempre consigliabile consultare il proprio medico se si ha bisogno di farmaci durante l'allattamento.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

E' necessaria la profilassi con Vitamina K in un neonato?
Il neonato è carente di vitamina K ed è importante fornire una supplementazione.
Uso del montelukast nei bambini piccoli
Esistono controindicazioni ad usare gli antileucotrieni Montelukast nei bambini piccoli? Il parere del Pediatra.
Varicella del neonato: gli anticorpi della mamma possono prevenirla?
Se il fratello maggiore contraesse la varicella, il neonato sarebbe a rischio di contagio.
Bambino troppo vivace a scuola
E' fondamentale cercare con serenità di capire i veri motivi che spingono i bambini a comportarsi in modo così vivace. I consigli dello psicologo.
Igiene dentale
I consigli da seguire per l'igiene dei nostri denti.

Quiz della settimana

Come si corregge una ernia ombelicale del diametro di 2 cm in un bambino di sei mesi di età?
Applicandovi sopra un cerotto
Con un intervento chirurgico immediato
Entrambe le cose sono da fare
Non si deve fare nulla