ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

tutte le risposte dei nostri specialisti

Animali in casa?

La presenza di un cane e, più in generale, di un animale domestico in casa non è incompatibile con quella di un bambino piccolo a patto che l'animale non dorma nella stanza del piccolo.

a cura di: Dott. Guido Vertua (pediatra)

Ho una bambina di 5 mesi ed un cane di 7 anni. Quali sono le precauzioni da prendere per la loro convivenza sia ora che nel prossimi futuro quando la bambina comincerà a camminare?

La presenza di un cane e, più in generale, di un animale domestico in casa non è incompatibile con quella di un bambino piccolo a patto che l’animale non dorma nella stanza del piccolo o sul suo letto: nel caso di un lattante vi può essere il rischio che l’animale inavvertitamente lo schiacci o lo soffochi. L’animale va fatto visitare periodicamente dal veterinario, rispettando scrupolosamente il calendario delle vaccinazioni, e va tenuto ovviamente molto pulito. Non bisogna mai consentire all'animale di avvicinare il muso alla tavola apparecchiata.

È importante pulire bene l’ambiente in cui vive l’animale e scegliere materiali facilmente lavabili per la cuccia o la branda del cane o del gatto. Una volta che il bambino sarà più grande occorrerà insegnarli a non toccare il cane o il gatto mentre mangia, a non disturbarlo mentre riposa nella cuccia, a non tirargli il pelo o le orecchie per evitare che l’animale, reagendo, lo graffi o lo morsichi. Educando il piccolo al rispetto dell’amico a quattro zampe e insegnandoli, quando sarà più grande, a prendersi cura dell’animale, si instaurerà tra i due un rapporto emotivo molto particolare che potrà rappresentare uno stimolo importante per la crescita psicologica ed affettiva del bambino.

1/10/1997

19/4/2016

I commenti dei lettori

Famiglia di allergici, lo siamo tutti, mamma, papà e figlio. Ia voglia di prendere un cane, pur vivendo in appartamento, è stata troppo forte. Abbiamo preso whippy, vive con noi da 1 anno e non è vero che non si può fare. Noi stamo tutti bene, solo con qualche limite e qualche impegno in più. No al cane nelle stanze da letto, aspirare tutta casa ogni giorno, pulire bene i luoghi in cui soggiorna il cane. E' impegnativo all'inizio, poi si prende il ritmo ed tutto normale. Per tuti gli allergici che vogliono un cucciolo: si puà fare. Attenzione però, noi tutti siamo allergici polivalenti, vale a dire: acari, pollini, muffe ma, nessuno alla forfora e/o all'epitelio del cane o del gatto, in questo caso, specie per i bambini, ascoltare i cosigli dell'allergologo. Ciao!!!!!!!!

Ele (RM) 25/09/2011

2anni prima che nascesse Kaitlyn avevamo preso un Cane lupo cecoslovacco(CLC). Quando e' nata la bimba avevamo un po' di timori svaniti quasi subito xche' il cane ha accettato la piccola come membro del "branco" e' stupendo vedere come la lupa segue la bimba in ogni cosa che fa', e' protettiva nei suoi confronti, gioca , si fa tirare gli orecchi, il pelo se ne fa fare di tutti i colori anche se alle volte una ringhiata gli arriva; il rapporto tra loro 2 e' stupendo, naturalmente teniamo d'occhio la situazione non si sa'mai. il cane viene regolarmente vaccinato; e pulito. siamo molto contenti e soddisfatti del loro rapporto l'unica cosa triste e pesante x la bimba e' quando il cane morira' chissa' come reagira' e sopratutto noi come faremo ad aiutarla a rimpiazzare quel vuoto che ci lascera' penso che la piccola ne soffrira' molto, e non so' proprio come si fara'

marco (MO) 09/03/2013

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Animali in casa?"

Animali adatti ai bambini
Numerose sono le specie che vengono annoverate nel gruppo dei cosiddetti animali adatti ai bambini: cani, gatti, uccelli da gabbia, tartarughe e altri ancora.
Mio figlio è stato morso da un cane
La rabbia è una malattia acuta del sistema nervoso centrale causata da un virus che si trasmette all'uomo da animali.
Morso di cane
In caso di bambino morso da un cane, bisogna sapere la sede della morsicatura, la profondità del morso e la taglia del cane.
Bambini e animali domestici
Un animale domestico è uno stimolo per la crescita di ogni bambino. I consigli degli esperti sull'igiene da tenere in casa con un animale.
Le posso comprare un cane anche se è allergica?
Non è indicato per un bambino allergico tenere un cane in casa. Il pelo del gatto è ancora molto più allergizzante del pelo di cane.
Animali e bambini
Prendersi cura di animali offre un'esperienza di apprendimento senza pari per i bambini.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Come si sviluppa la vista nei neonati
Cosa vede il neonato? Come si trasforma e si sviluppa la vista dei neonati nel primo anno di vita.
Il seno in gravidanza
Durante la gravidanza il seno si prepara per l'allattamento. Il seno diventa più sodo e più grosso.
Nevo acromico
Il nevo acromico è una alterazione circoscritta, solitamente congenita, della pigmentazione che si identifica con una chiazza di ipopigmentazione.
Cos’è la logopedia e che cosa fa?
La logopedia ha lo scopo di migliorare le possibilità comunicative del bambino.
L'alimentazione del neonato e del bambino piccolo
L'alimentazione dei neonati e del bambino piccolo: le indicazioni dei nostri esperti.

Quiz della settimana

Che cosa fare in caso di perdita di sangue dal naso?
piegare la testa il piu' possibile all'indietro
comprimere la parte ossea del naso
riempire le narici di cotone per arrestare l'emorragia
nessuna delle risposte e' corretta