ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

tutte le risposte dei nostri specialisti

Vitamina D

L'azione della vitamina D è quella di formare le proteine di trasporto del calcio a livello della mucosa intestinale, facilitare il riassorbimento osseo e l'assorbimento del fosforo.

a cura di: Dott.ssa Tiziana Candusso (pediatra)

Nel corso di una visita, il pediatra ci ha consigliato di somministrare a Paolo la vitamina D. Paolo ha 40 giorni, è sano, è allattato naturalmente a richiesta e cresce. La vitamina D ci è stata consigliata a scopo preventivo contro il rachitismo. Che cosa ne pensate? E' necessario, utile o fa parte della serie "male non fa"?

La vitamina D ha due forme che hanno attività biochimica all'interno dell'organismo: il calciferolo attivato (vit D2) e il deidrocalciferolo attivato (vit D3). La D2 viene assunta dagli alimenti con la dieta, la D3 viene attivata dall'azione dei raggi ultravioletti sulla cute, viene metabolizzata dapprima nel fegato e successivamente nel rene.

La sua azione è quella di formare le proteine di trasporto del calcio a livello della mucosa intestinale (precisamente nel duodeno), facilitare il riassorbimento osseo e l'assorbimento del fosforo.

In sostanza, la vitamina D contribuisce alla calcificazione dell'osso. Il fabbisogno giornaliero da 0 a 2 anni è di 10 microgrammi (400 IU), le fonti alimentari sono: il latte integrato, il pesce (il salmone, le sardine) e l'albume. La luce solare è un preziopso stimolante della produzione interna, ma richiede il sole e una temperatura tale da vestire il bambino con abiti che gli lascino scoperte almeno le braccia.

Il latte materno non contiene quantità adeguate di vit D e contiene meno calcio e fosforo dei latti integrati: per questo motivo viene consigliata l'integrazione di vitamina D per bocca durante il primo anno di vita. Anche noi raccomandiamo tale pratica.

1/5/1997

18/9/2017

I commenti dei lettori

Buona sera ho un cugino di 8 mesi ma non riesce ancora ad alzarsi e ad girarsi. I medici hanno diagnosticato un mal di schiena e le hanno scritto un trattamento primitivo di rachitismo UTEPLEX 2MG. Ma il problema che non lo troviamo in questo paese e vorremmo uno uguale. Grazie mille

Zohra (CO) 25/08/2013

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Vitamina D"

Osteomielite
L'osteomielite è un'infezione che colpisce le ossa, causata da germi che possono raggiungere l'osso da focolai infettivi vicini.
Prevenzione con vitamina K e D nel neonato
La prescrizione in un neonato di vitamina K e D è in accordo con le indicazioni della Comunità Scientifica Nazionale e Internazionale.
Il calcio
Il calcio è un fondamentale costituente delle ossa e dei denti. Si trova negli alimenti di origine animale e vegetale.
Il rachitismo
Il rachitismo è una malattia dello scheletro e delle ossa dovuta a una carenza di vitamina D o di calcio.
Fontanella nel neonato
La mamma può tranquillamente lavare e toccare la testa del neonato senza timore di provocare danni alla fontanella.
Ha le tibie vare
Mia figlia di 5 anni presenta tibie vare. Come si può correggere questo problema?
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Certificato di nascita e altri documenti dopo il parto
Appena nato e già alle prese con la burocrazia: certificato di nascita e altri documenti dopo il parto.
Microftalmo: serve un'ecografia per indagare l'occhio
Microftalmo: potrebbe avere un occhio più piccolo.
Stitichezza nel neonato
La stitichezza del neonato non dipende dalla frequenza, quanto piuttosto dallo sforzo ad evacuare, causato dalla eccessiva compattezza delle feci.
È rischioso dormire a pancia in su?
Le raccomandazioni di dormire a pancia in su valgono per il bambino fino ai 6 mesi di età.
Sindrome di Beckwith-Wiedemann
E' stata diagnosticata a mio figlio la sindrome di Beckwith-Wiedemann. Le cause.

Quiz della settimana

Parliamo di "pelle a grattugia". Quali di queste affermazioni è corretta?
È più frequente nei pazienti con predisposizione allergica
Richiede l'applicazione di creme idratanti
Compare più frequentemente sul viso e agli arti
Tutte le risposte sono esatte