ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

tutte le risposte dei nostri specialisti

Vitamina D

L'azione della vitamina D è quella di formare le proteine di trasporto del calcio a livello della mucosa intestinale, facilitare il riassorbimento osseo e l'assorbimento del fosforo.

a cura di: Dott.ssa Tiziana Candusso (pediatra)

Nel corso di una visita, il pediatra ci ha consigliato di somministrare a Paolo la vitamina D. Paolo ha 40 giorni, è sano, è allattato naturalmente a richiesta e cresce. La vitamina D ci è stata consigliata a scopo preventivo contro il rachitismo. Che cosa ne pensate? E' necessario, utile o fa parte della serie "male non fa"?

La vitamina D ha due forme che hanno attività biochimica all'interno dell'organismo: il calciferolo attivato (vit D2) e il deidrocalciferolo attivato (vit D3). La D2 viene assunta dagli alimenti con la dieta, la D3 viene attivata dall'azione dei raggi ultravioletti sulla cute, viene metabolizzata dapprima nel fegato e successivamente nel rene.

La sua azione è quella di formare le proteine di trasporto del calcio a livello della mucosa intestinale (precisamente nel duodeno), facilitare il riassorbimento osseo e l'assorbimento del fosforo.

In sostanza, la vitamina D contribuisce alla calcificazione dell'osso. Il fabbisogno giornaliero da 0 a 2 anni è di 10 microgrammi (400 IU), le fonti alimentari sono: il latte integrato, il pesce (il salmone, le sardine) e l'albume. La luce solare è un preziopso stimolante della produzione interna, ma richiede il sole e una temperatura tale da vestire il bambino con abiti che gli lascino scoperte almeno le braccia.

Il latte materno non contiene quantità adeguate di vit D e contiene meno calcio e fosforo dei latti integrati: per questo motivo viene consigliata l'integrazione di vitamina D per bocca durante il primo anno di vita. Anche noi raccomandiamo tale pratica.

1/5/1997

18/9/2017

I commenti dei lettori

Buona sera ho un cugino di 8 mesi ma non riesce ancora ad alzarsi e ad girarsi. I medici hanno diagnosticato un mal di schiena e le hanno scritto un trattamento primitivo di rachitismo UTEPLEX 2MG. Ma il problema che non lo troviamo in questo paese e vorremmo uno uguale. Grazie mille

Zohra (CO) 25/08/2013

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Vitamina D"

Il calcio
Il calcio è un fondamentale costituente delle ossa e dei denti. Si trova negli alimenti di origine animale e vegetale.
La verdura nell'alimentazione del bambino
Le verdure vengono introdotte nell'alimentazione del bambino dall'inizio dello svezzamento. Qualche consiglio pratico.
Disostosi cleido-cranica
La displasia cleido-cranica è una malattia caratterizzata da ipoplasia delle estremità anteriori delle clavicole e dei rami pubici.
Consigli di puericultura per il neonato
Post parto e neonati: proponiamo alcuni consigli di puericultura per facilitarne il compito nei primi mesi di vita del neonato.
Il rachitismo
Il rachitismo è una malattia dello scheletro e delle ossa dovuta a una carenza di vitamina D o di calcio.
Osteomielite
L'osteomielite è un'infezione che colpisce le ossa, causata da germi che possono raggiungere l'osso da focolai infettivi vicini.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Allattamento al seno: mastite e ingorgo mammario
L'ingorgo mammario può predisporre a mastite (infezione della mammella) con comparsa di febbre anche elevata.
Quali cure per la toxoplasmosi in gravidanza?
Le cure antibiotiche per la toxoplasmosi in gravidanza servono ad evitare complicazioni per il feto e il neonato.
Uso dell'occlusore per correggere l'occhio pigro
Prima il trattamento viene iniziato, più rapidamente si recupera l'ambliopia - occhio pigro.
Ferro al neonato
Nel neonato il fabbisogno di ferro è assai elevato a causa della sua rapida crescita in statura e in peso.
Quali rimedi per il mal di mare?
Viaggio in nave: i rimedi da adottare per una bambina che soffre di mal di mare.

Quiz della settimana

Che cosa significa la parola astenia?
Essere privo di forza
Altezza al di sotto della media
Carenza di vitamine
Sonnolenza