ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Saperne di più

per approfondire insieme

Quante poppate al giorno con l'allattamento al seno?

La maggior parte dei bambini allattati esclusivamente al seno prosegue con circa 8 poppate al giorno per tutti i primi 6 mesi di vita. Ma questo ritmo può subire variazioni.

Orientativamente il neonato inizia con 8 poppate al giorno, con notevoli variazioni (anche fino a 12 e transitoriamente anche oltre). La maggior parte dei bambini allattati esclusivamente al seno prosegue con circa 8 poppate al giorno per tutti i primi 6 mesi di vita. Ma questo ritmo può subire variazioni a seconda di altre esigenze del bambino o della madre.

Di fronte a comportamenti alimentari insoliti del bambino sarà opportuno individuarne il motivo, eventualmente avvalendosi di consigli di persone più esperte. Il bambino va lasciato succhiare da un lato finché ne ha voglia in modo da ricevere anche la parte più grassa di latte di fine poppata che gli darà la sensazione di sazietà. Infatti, talora potrà bastargli ciucciare da un solo seno oppure potrà voler ciucciare anche dall’altro. Alcune mamme si sentono stanche durante l’allattamento e probabilmente hanno bisogno di un maggior aiuto e di un maggior incoraggiamento familiare.

Se il bambino si attacca al seno in maniera non corretta e se di conseguenza succhia in maniera poco efficace, possono comparire alla mamma delle ragadi, taglietti dolorosi della pelle del capezzolo.  E’ quindi opportuno che la madre si metta in una posizione comoda, rilassata, senza contratture muscolari nel sostenere il figlio, magari con i piedi un po’ sollevati.

Per garantire un attaccamento al seno efficiente da parte del bambino, riducendo al massimo l’eventuale trauma al seno materno, sarà utile che:

  • il corpo del bambino e quello della mamma siano in intimo contatto (pancia a pancia);
  • testa, torace e gambe del bambino siano allineate su un asse;
  • il capezzolo ed una buona porzione dell’areola della mammella entrino correttamente in bocca al bambino;
  • il labbro inferiore sia tenuto rovesciato in fuori

Non vanno invece bene: l’attaccarsi in punta al solo capezzolo, il succhiare il labbro inferiore, lo schioccare mentre succhia; sono infatti tutti elementi che impediscono una suzione efficiente.

(Tratto da: BAMBINE e BAMBINI del MONDO GUIDA PER LE FAMIGLIE, Ministero della Salute)

23/11/2010

5/2/2018

I commenti dei lettori

Ciao sono Silvia ho una bimba di poco piu' di 3 mesi.Da 3 giorni circa fa solo 3 poppate al giorno.Di solito la peso 1 volta a settimana ma dopo 4 giorni il suo peso non e' cresciuto.Premetto che fino ad ora cresceva 350g a settimana.Mi devo preoccupare?

silvia (BO) 25/04/2011

Ciao Sono daniela ho una bimba di un mese e mezzo .ora pesa 5 chili alla dimissione ne pesava 3,100 - pare cresca bene ma per sicurezza vi scrivo . la sera spesso si attacca in una maniera agitata e quindi non riece a bere , devo alternare ciuccio e seno per riuscire a farla bere . questo accade tutti i giorni nella fascia oraria dalle 18.30 in poi...quando si sveglia la notte riprende ad attaccarsi correttamente come fa anche la mattina.Grazie

daniela (MI) 03/06/2012

6 mesi e 8 poppate al giorno?? non è troppo?

ELLI (BS) 17/10/2012

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Quante poppate al giorno con l'allattamento al seno?"

Allattamento al seno e svezzamento
Iniziare lo svezzamento a sei mesi o continuare con il solo allattamento al seno? I consigli del Pediatra nutrizionista.
Quali tettarelle per il biberon?
Quali tettarelle scegliere per il biberon di un neonato? I tipi di tettarelle in commercio e i consigli su quali usare.
La leggenda: la via lattea
La galassia per antonomasia. Il suo nome deriva dal greco. Conosci anche la leggenda?
Intolleranza al lattosio
L'intolleranza al lattosio è un difetto di digestione degli zuccheri. L'elenco degli alimenti contenenti lattosio.
L'allattamento al seno è molto importante per il neonato
L'allattamento al seno è molto importante per il neonato ma porta benefici anche alla mamma.
La permanente ai capelli durante la gravidanza
Durante il corso della gravidanza è opportuno non tingersi i capelli. Si può ricorrere a tinture a base di sostanze vegetali come la camomilla o l'hennè.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Abbigliamento in gravidanza
L'abbigliamento in gravidanza deve essere morbido evitando tutti i capi che costringono.
Polipo ombelicale del neonato
Il polipo ombelicale è una rara anomalia dovuta alla persistenza di tutto o in parte il dotto onfalo-mesenterico o dell'uraco. Le cure suggerite dall'esperto.
Una cura di anticorpi per il Virus Respiratorio Sinciziale
Da circa due anni abbiamo anche in Italia la possibilità di utilizzare gli anticorpi monoclonali contro il Virus Respiratorio Sinciziale (VRS).
Oggetto transizionale: tessuti che profumano di mamma
Perché i bambini ricorrono ad una copertina, ad un indumento, ad un peluche o ad un altro oggetto? Quale rassicurazione vi trovano? I consigli dello psicologo.
Piede torto congenito
Le è stato diagnosticato un piede torto congenito. Quali sono le cause e come bisogna intervenire.

Quiz della settimana

Qaule regione del corpo è coinvolta nell'idrocefalo?
Il rene
Il cranio
La vescica
La colonna vertebrale