ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Saperne di più

per approfondire insieme

Norme igieniche da adottare con un neonato

Nonostante le capacità naturali di difendersi, durante i primi mesi il neonato richiede più protezione per prevenire il contagio da germi e virus.

I bimbi nati a termine, sani, al momento della nascita dispongono di anticorpi e della pelle che li proteggono dall’impatto
con i germi dell’ambiente che improvvisamente si localizzano sulla cute, le vie respiratorie e l’intestino e che, nella maggioranza dei casi, non causano vere infezioni.
Nonostante le capacità naturali di difendersi, durante i primi mesi il neonato richiede più protezione per prevenire il contagio da germi e virus che possono rompere questo equilibrio e provocare malattie infettive.
Il neonato sarà più a rischio di infezioni, soprattutto respiratorie, se convive con bambini di età 0-6 anni. Queste infezioni in parte possono essere prevenute evitando il contatto stretto con gli altri bambini ammalati.
Per prevenire la trasmissione delle malattie è particolarmente importante adottare semplici norme igieniche per esempio l’igiene delle mani. Le mani possono essere veicolo di trasmissione di germi trasferibili all’infante anche per vie respiratorie.
Ricordatevi perciò di lavare sempre bene le mani prima di toccare o prendere in braccio il bambino molto piccolo, in occasione delle poppate, della pulizia, del controllo della cicatrice ombelicale ecc… Non trascurate di farlo anche dopo il cambio del pannolino. E’ sufficiente l’utilizzo di acqua e sapone, però il lavaggio deve essere molto accurato e non frettoloso. Dopo il risciacquo delle mani è consigliabile asciugarle con asciugamani utilizzati solo per la cura del piccolo.

(Tratto da: BAMBINE e BAMBINI del MONDO GUIDA PER LE FAMIGLIE, Ministero della salute)

5/11/2010

22/11/2016

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Norme igieniche da adottare con un neonato"

Cure di bellezza in gravidanza
La donna in gravidanza guadagna in bellezza: per il boom ormonale, lo sguardo è più luminoso, la pelle è più liscia, i capelli sono più folti.
L'igiene nel parto
Il tempo dell'infanzia. L'igiene nel parto attraverso l'arte e la cultura.
Il libro Bambini nel tempo di Ian McEwan
Un libro che parla dell'incessante dialettica fra l'adulto e il bambino che vivono in ognuno di noi: "Bambini nel tempo" di Ian McEwanci.
Curiosità sul parto e sulla nascita
Lo sapevi che l'acqua del primo bagnetto in passato veniva gettata? Scopri il perchè e molte altre curiosità sul parto e sulla nascita.
Igiene dentale
I consigli da seguire per l'igiene dei nostri denti.
La trasmissione di carie tra madre e figlio
La carie è infettiva, e spesso è la saliva di mamma a trasmetterla al bambino. E' importante migliorare l'igiene orale della mamma.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Il ciuccio per il neonato
Il ciuccio può essere utile per tranquillizzare il neonato, anche se, soprattutto nelle prime settimane, potrebbe ostacolare l'allattamento al seno.
Mandarlo in una scuola all'estero
E' piccolo: una scuola all'estero lo farebbe crescere bilingue, ma la famiglia sarebbe costretta a dividersi.
Sindrome di Prader-Willy
La sindrome di Prader-Willy è una malattia complessa la cui incidenza è stimata di circa 1: 10000-25000 nati con una prevalenza dei maschi sulle femmine (2:1).
Allattamento al seno: consigli alla mamma che allatta
I consigli degli esperti di Pediatria On Line alla mamma che allatta al seno.
Calcolo del peso fetale
Come si calcola il peso fetale durante i 9 mesi della gravidanza? I consigli degli esperti.

Quiz della settimana

A che cosa serve la vitamina K?
Ha un'azione anti-ossidante
Aiuta l'organismo a difendersi dalle infezioni
Favorisce la trasmissione degli impulsi nervosi
Ha un'azione antiemorragica