ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Saperne di più

per approfondire insieme

Norme igieniche da adottare con un neonato

Nonostante le capacità naturali di difendersi, durante i primi mesi il neonato richiede più protezione per prevenire il contagio da germi e virus.

I bimbi nati a termine, sani, al momento della nascita dispongono di anticorpi e della pelle che li proteggono dall’impatto
con i germi dell’ambiente che improvvisamente si localizzano sulla cute, le vie respiratorie e l’intestino e che, nella maggioranza dei casi, non causano vere infezioni.
Nonostante le capacità naturali di difendersi, durante i primi mesi il neonato richiede più protezione per prevenire il contagio da germi e virus che possono rompere questo equilibrio e provocare malattie infettive.
Il neonato sarà più a rischio di infezioni, soprattutto respiratorie, se convive con bambini di età 0-6 anni. Queste infezioni in parte possono essere prevenute evitando il contatto stretto con gli altri bambini ammalati.
Per prevenire la trasmissione delle malattie è particolarmente importante adottare semplici norme igieniche per esempio l’igiene delle mani. Le mani possono essere veicolo di trasmissione di germi trasferibili all’infante anche per vie respiratorie.
Ricordatevi perciò di lavare sempre bene le mani prima di toccare o prendere in braccio il bambino molto piccolo, in occasione delle poppate, della pulizia, del controllo della cicatrice ombelicale ecc… Non trascurate di farlo anche dopo il cambio del pannolino. E’ sufficiente l’utilizzo di acqua e sapone, però il lavaggio deve essere molto accurato e non frettoloso. Dopo il risciacquo delle mani è consigliabile asciugarle con asciugamani utilizzati solo per la cura del piccolo.

(Tratto da: BAMBINE e BAMBINI del MONDO GUIDA PER LE FAMIGLIE, Ministero della salute)

5/11/2010

22/11/2016

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Norme igieniche da adottare con un neonato"

L'igiene nel parto
Il tempo dell'infanzia. L'igiene nel parto attraverso l'arte e la cultura.
Il libro Bambini nel tempo di Ian McEwan
Un libro che parla dell'incessante dialettica fra l'adulto e il bambino che vivono in ognuno di noi: "Bambini nel tempo" di Ian McEwanci.
Igiene dentale
I consigli da seguire per l'igiene dei nostri denti.
La trasmissione di carie tra madre e figlio
La carie è infettiva, e spesso è la saliva di mamma a trasmetterla al bambino. E' importante migliorare l'igiene orale della mamma.
L'igiene del neonato
L'igiene del neonato comincia subito dopo la nascita in sala parto, con sola acqua e senza detergenti. I consigli per l'igiene a casa.
Cure di bellezza in gravidanza
La donna in gravidanza guadagna in bellezza: per il boom ormonale, lo sguardo è più luminoso, la pelle è più liscia, i capelli sono più folti.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

L'alimentazione del neonato e del bambino piccolo
L'alimentazione dei neonati e del bambino piccolo: le indicazioni dei nostri esperti.
Macchie al viso in gravidanza
A partire dal 3°-4° mese di gravidanza è possibile notare la comparsa di piccole macchie marroni sul viso soprattutto nelle donne brune.
Trasposizione delle grandi arterie
La trasposizione delle grandi arterie è una malformazione cardiaca complessa. E' preferibile correggere la lesione attorno all'anno di vita.
A tre anni non riesce a pronunciare la "r"
A quasi tre anni, non riesce a pronunciare la "r". Se il problema dovesse persistere verso i 5-6 anni potrei consigliare una consulenza con un logopedista.
Latte vaccino
Perchè non bisogna dare il latte vaccino ad un neonato e ad un bambino nel primo anno di vita? Il pediatra spiega il motivo.

Quiz della settimana

Normalmente, entro quando cade il cordone ombelicale nel neonato?
Due settimane di vita
Il tempo di caduta è estremamente variabile e non indicativo
Quattro giorni di vita
Un mese di vita