ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

tutte le risposte dei nostri specialisti

Torcicollo congenito

Il torcicollo congenito rappresenta una condizione di frequente riscontro durante l'infanzia. L'intervento chirurgico è indicato quando il torcicollo non risponde al trattamento manipolativo.

a cura di: Dott. Gianpaolo Olappi (ortopedico pediatra)

Mia figlia ha 3 mesi ed è nata con un torcicollo congenito e una leggera asimmetria facciale. Vorrei sapere qual'è la terapia adatta affinchè sia il torcicollo che l'asimmetria facciale spariscano.

Il torcicollo congenito rappresenta una condizione di frequente riscontro durante l'infanzia. Può essere determinato da una vasta gamma di malattie (torcicollo miogeno, anomalie del rachide cervicale e della cerniera cervico-occipitale, assenza del muscolo sterno-cleido-mastoideo, alterazioni delle pliche cutanee con "pterigium colli", ecc.) al punto che a volte un preciso inquadramento etiologico risulta problematico.

La forma di più comune riscontro è il cosiddetto "torcicollo miogeno congenito" da retrazione fibrotica del muscolo sterno-cleido-mastoideo (SCM) [Lo sterno-cleido-mastoideo è il muscolo posto al lato del collo, che collega la regione mastoidea, dietro l'orecchio, con la clavicola e lo sterno. NdR], che determina il caratteristico atteggiamento del bambino con il capo inclinato verso il lato leso e ruotato verso il lato opposto.

Nel 75% dei casi è interessato il lato destro e nel 20% è associato a displasia congenita dell'anca (fare ecografia!), a piede torto congenito e a piede metatarso varo. La causa non è stata ancora precisamente accertata: si pensa che alla base vi sia una ischemia dello SCM derivante da un malposizionamento del feto nell'utero e/o ad eccessiva pressione durante le fasi del parto (parti distocici) che determinerebbe un'alterazione fibrotica delle fibre muscolari.

Clinicamente la deformità si evidenzia alla nascita o entro le prime 2-3 settimane di vita, la testa del bambino è inclinata vero il lato del muscolo SCM interessato ed il mento è ruotato verso il lato opposto, la rotazione del collo verso il lato della deformità e l'inclinazione verso il lato opposto sono limitate. Con la palpazione si reperta a livello dello SCM una tumefazione non dolente, di consistenza duro-elastica, che fradualmente nelle prime 4 settimane aumenta di volume raggiungendo le dimensioni di una "ciliegia" che tende gradualmente a regredire nei successivi 6 mesi.

Se il bambino non viene trattato si instaurano progressivamente varie deformità secondarie del viso e del capo con asimmetria facciale: per esempio, il viso ed il capo dal lato della lesione tendono ad appiattirsi poichè il bambino, per comodità, tende a dormire in posizione prona appoggiato sul lato affetto, gli occhi e le orecchie si slivellano, si può sviluppare una scoliosi cervico-dorsale, i tessuti molli dal lato interessato tendono a retrarsi aggravando ulteriormente la deformità.

Il torcicollo miogeno congenito deve essere distinto dal "torcicollo posturale" determinato da una malposizione del feto in utero, in cui, anche se lo SCM appare accorciato, non vi è un'alterazione fibrosa delle strutture muscolari, e si risolve in breve tempo con la fisioterapia.

Il trattamento del torcicollo miogeno congenito deve essere iniziato appena viene posta la diagnosi e consiste nell'esecuzione di manipolazioni ("stretching") dello SCM fibrotico e retratto, che devono essere eseguite parecchie volte al giorno (per es. 15 per 4-6 volte al dì per 6 mesi-1 anno) dai genitori, dopo essere stati istruiti dal medico curante e/o dal fisioterapista. Se le manipolazioni vengono eseguite fin dall'inizio, ogni giorno ed in maniera corretta, vi sono buone possibilità (80%) di vincere la retrazione dello SCM e di riportare il capo e il collo in posizione corretta e di evitare quindi l'instaurarsi di ulteriori deformità.

L'intervento chirurgico è indicato quando il torcicollo non risponde al trattamento manipolativo e consiste nella sezione parziale o totale del muscolo interessato seguito dall'uso, per un periodo variabile, di tutori ortopedici.

1/1/1998

28/9/2016

I commenti dei lettori

Io vivo in pv di Cagliari Ho un bambino di 1 mese ha soli 3 settimane gli è stato diagnosticato il "torcicollo miogeno congenito" ha inziato le terapie ma quando il bambino inizia queste manipolazioni eseguite dalla fisioterapista con pressioni sulla spalla e stiramento del collo il bimbo piange di continuo e poi la cosa strana che ha noi non ha detto di eseguirle a casa .Sinceramente non mi sento di portarlo più li volevo chiedere chi mi sa indicare un centro specialistico o un fisiatra nella zona di Cagliari o sulcis.Grazie Anna

anna (CA) 01/10/2012

Mi sono accorta che la mia bimba di soli tre mesi ha la testa reclinata da un lato, proprio come descritto sopra. Il medico specialista l'ha visitata e mi ha confermato l'arte trazione del MSC. Ora deve fare terapia. Il pediatra non si era accorto di nulla e questo mi pare grave! Sapete quanto tempo serve per vedere i primi miglioramenti? Sono molto turbata da questa situazione! 

(MI) 10/10/2012

Ciao il mio bimbo ha due mesi e mezzo e ha un torcicollo che stiamo provando a risolvere con la fisioterapia che nn mi sembra stia dando grandi risultati! Il bimbo piange sempre quando viene manipolato e si irrigidisce....ragion per cui ci fermiamo per calmarlo, ma come possiamo fare???

Jenny (MN) 20/01/2013

Il mio bimbo, che ora a quasi 4 mesi, è nato con un Torcicollo Posturale e il Piede Talo Valgo. per quest'ultima diagnosi hanno applicato un gessetto per 15 gg. e tutto si è risolto. Per il torcicollo, la fisiatra mi ha prima fatto realizzare un collarino su misura (Quando ho visto la tortura a cui era sottoposto, l'ho tenuto giusto 5 giorni). Sono andato da un secondo pediatra che mi ha consigliato tanti esercizi per il bimbo (posizione prona regolarmente da sveglio) e una Osteopata. Iniziano a vedersi dei risultati. Premetto che al bimbo, a causa del torcicollo, è venuta anche una plagiocefalia da posizione. In tal caso da un paio di settimane facciamo attenzione a cambiare la posizione del capo quando dorme. Saluti

Antonio72 (CH) 07/02/2013

il mio bimbo ha quasi 4 mesi e da un mese gli stanno facendo per ben 3 volte alla settimana fisioterapia, ma purtroppo anche secondo la dottoressa che lo segue il torcicollo congenito miogeno persiste! sono disperata! ora sto provando trattamenti osteopatici a pagamento, ma mi danno l'impressione che non sappiano metterci mano! sono della provincia di torino, qualcuno sa consigliarmi?!? tizy

tiziana (TO) 12/02/2013

Dopo un paio di settimane di vita mi sono accorta della tumefazione sul collo del mio bambino e gli è stato diagnosticato immediatamente il torcicollo miogeno congenito a causa della posizione podalica e della mia pancia molto piccola rispetto alle sue dimensioni. In ospedale gli è stato applicato un bendaggio a tracolla che avrebbe dovuto portare per mesi. Abbiamo fatto visita fisiatrica, 10 sedute di fisioterapia in un centro pubblico specializzato e circa 5 sedute da un osteopata privato. Il pediatra sosteneva che sarebbe regredito da solo. Ora mio figlio ha 18 mesi e l'ultima visita ortopedica (ne abbiamo fatte 5 di controllo) ha definitivamente deciso che non c'è alcun problema funzionale. Tutti gli operatori (medici, fisioterapista, osteopata) ci hanno dato consigli sulle manovre da eseguire, sulla posizone della culla e sui movimenti da fare nei giochi. A cose fatte, però, penso che, nel nostro caso, potesse avere ragione il pediatra... Ma ovviamente sono contenta di aver fatto tutto quello che potevamo fare. Il collare/bendaggio l'abbiamo usato pochissimo. Ma ogni caso immagino sia a sè.

Irma (TO) 13/09/2013

mio figlio ha iniziato ad inclinare la testa sulla spalla dx dai 5 mesi, ora ha 16 mesi e lo fà ancora anche se camminando la situazione è comunque migliorata. Mesi e mesi di esami, terapie fisiatriche, visite neurologiche, oculistiche non hanno portato a nulla se non ad esclusioni. Pian piano ci siamo accorti dalle fotografie che ogni tanto ma raramente credetemi, buttava permettetemi il termine, la pupilla dell'occhio sinistro all'interno se girava la testa verso destra, da qui abbiamo di recente intrapreso la via ortottica e un famoso specialista di Milano ci ha diagnosticato in effetti uno strabismo con muscolo obliquo laterale coinvolto, quindi è un torcicollo oculare! primo step fatto ora ci rivedrà fra 6 mesi ma ci ha già parlato di intervento chirurgico, la mia paura è la futura persistenza della postura scorretta, mi chiedo se sia possibile che scomparirà magicamente dopo tale intervento. che ansia esser genitori! saluti Chiara

chiara (VA) 27/09/2013

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Torcicollo congenito"

Torcicollo parossistico benigno
Il torcicollo parossistico benigno è un raro disordine dell'infanzia, a evoluzione benigna, caratterizzato da episodi di rotazione e deviazione del capo.
Torcicollo oculare nei bambini
Il torcicollo oculare in un bambino può essere causato da un difetto della vista. E' necessario l'intervento chirurgico.
Tumefazioni del muscolo sternocleidomastoideo
Per una tumefazione del muscolo sternocleidomastoideo ci hanno consigliato alcune sedute di fisioterapia.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Consigli per l'alimentazione in gravidanza
La dieta per la mamma in gravidanza. Tutti i consigli per una corretta alimentazione.
Ecografia delle anche nei neonati
L'ecografia delle anche nei neonati è il miglior metodo per diagnosticare la "displasia congenita dell'anca".
Il bambino e l'ambiente
L'inquinamento sta diventando uno dei principali problemi della nostra epoca e causa danni alla nostra salute e all'ambiente.
Dieta di scatenamento
La dieta di scatenamento consiste nel provare una serie di alimenti per individuare quello responsabile dell'allergia.
Non racconta nulla di quello che succede a scuola
Quando le chiedo cosa ha fatto a scuola mi risponde che non sa, non si ricorda. E non ci racconta nulla. I consigli della psicologa.

Quiz della settimana

Che cosa e' il meconio?
Una secrezione densa emessa dalla bocca del neonato al momento della nascita
Una sostanza emessa dall'intestino del neonato
Una sostanza vischiosa proveniente dal naso del neonato
Nessuna delle risposte corretta