ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Saperne di più

per approfondire insieme

Visite di controllo dal Pediatra nei neonati e primi due anni di età

Il bambino ha un organismo in crescita, in evoluzione e cambiamento continuo; per questo motivo è necessario seguirlo regolarmente nel corso degli anni.

Il ruolo del Pediatra comprende, insieme all’assistenza in caso di malattia, anche la valutazione della crescita, la prevenzione, il bilancio di salute alle diverse età. E' di fondamentale importanza, infatti, il concetto che il bambino ha un organismo in crescita e quindi in evoluzione e cambiamento continuo; per questo motivo è necessario seguirlo regolarmente nel corso degli anni (anche in assenza di particolari problemi di salute).

Nei primi 2 anni le visite di controllo sono più frequenti, perché è massimo l’accrescimento e sono numerosi i particolari da osservare e gli accorgimenti da suggerire.

1° visita (tra il 1° ed il 45° giorno dalla nascita): anamnesi medica (famiglia, gravidanza, parto, fattori di rischio); controllo auxologico (peso, altezza, circonferenza cranica, fontanella anteriore); esame obiettivo generale (in particolare apparato cardiocircolatorio e respiratorio, addome, genitali); esame neurologico con valutazione psicomotoria e relazionale; reazione al rumore (udito) e riflesso rosso (occhio); valutazione ortopedica (manovra di Ortolani-Barlow) con eventuale indicazione alla ecografia delle anche; indicazioni dietetiche (promozione e sostegno allattamento al seno ed eventuale profilassi vitaminica).

2° visita (tra il 61° e il 90° giorno dalla nascita) (preferibilmente prima delle vaccinazioni obbligatorie): controllo auxologico (peso, altezza, circonferenza cranica, fontanella anteriore); esame obiettivo generale (apparato cardiocircolatorio e respiratorio, addome, genitali); valutazione psicomotoria e sensoriale; valutazione della relazione madre-bambino; indicazioni dietetiche (sostegno allattamento al seno ed eventuale profilassi vitaminica); eventuale valutazione ecografia delle anche; promozione delle vaccinazioni (significato delle vaccinazioni obbligatorie e facoltative, controindicazioni ed effetti collaterali).

3° visita (tra i 4 ed i 6 mesi compiuti) (preferibilmente prima delle vaccinazioni obbligatorie): controllo auxologico (peso, altezza, circonferenza cranica, fontanella anteriore); esame obiettivo generale; valutazione psicomotoria e sensoriale; valutazione relazione madre-bambino; indicazioni dietetiche (inizio svezzamento, eventuale profilassi vitaminica e della carie).

4° visita (tra i 7 ed i 9 mesi compiuti): controllo auxologico (peso, altezza, circonferenza cranica); esame obiettivo generale; valutazione psicomotoria e sensoriale; valutazione relazione madre-bambino; indicazioni dietetiche (proseguimento svezzamento); esecuzione esame audiometrico strumentale tramite Boel Test.

5° visita (tra i 10 e i 12 mesi compiuti) (preferibilmente prima delle vaccinazioni obbligatorie): controllo auxologico (peso, altezza, circonferenza cranica); esame obiettivo generale (apparato cardiocircolatorio e respiratorio, apparato locomotore, genitali) valutazione psicomotoria e sensoriale; valutazione relazione madre-bambino; scambio informativo su gioco, calzature, prevenzione incidenti; indicazioni dietetiche (proseguimento divezzamento, eventuali profilassi vitaminica e della carie); promozione vaccinazione anti-morbillo-rosolia-parotite e valutazione ciclo vaccinale.

6° visita (dai 15 ai 18 mesi compiuti): controllo auxologico (peso, altezza, circonferenza cranica); esame obiettivo generale; valutazione psicomotoria e sensoriale; valutazione relazione adulti-bambino; discussione abitudini alimentari (eventuale profilassi della carie); scambio informativo su gioco, calzature, prevenzione incidenti, educazione al vasino; controllo scheda vaccinale.

1/8/1997

29/7/2016

I commenti dei lettori

bunasera sono la mamma di 2 gioielli, una bimba di 5 anni e un bimbo di 6 mesi...la mia domanda o meglio dubbio e' per il piccolino,ilmio bimbo pesa 9kg lungo 68cm.il miopediatra mi fa rimanere sempre male ,chiamandolo porcellino (mio terminr piu' gentile),voglio precisare che il mio bimbo ha sempre allattato a me gia dopo la sua prima settimana di vita aveva preso 550gr.da un po' di giorni gli sto' dando l'aggiunta circa125gr la mattina e 125gr la sera (ma il mio pediatra non lo sa altrimenti fa dei cazziatoni)mi spiego meglio per lui mi dovrebbe mangiare al seno solo la mattina ,la pappa a mezzogiorno, uno yogurt il pomeriggio e solo crema di riso la sera......ma sorge un problema il mio bimbo senza la tetta della sua mamma nn si addormenta.......mi puo'dire come dovrei comportarmi?la ringrazio aspetto una sua gradita risposta.

carmela (BR) 14/10/2011

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Visite di controllo dal Pediatra nei neonati e primi due anni di età"

Visite di controllo consigliate dai due anni in poi
Le visite di controllo consigliate dopo i due anni di età.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Come si sviluppa la vista nei neonati
Cosa vede il neonato? Come si trasforma e si sviluppa la vista dei neonati nel primo anno di vita.
Il seno in gravidanza
Durante la gravidanza il seno si prepara per l'allattamento. Il seno diventa più sodo e più grosso.
Nevo acromico
Il nevo acromico è una alterazione circoscritta, solitamente congenita, della pigmentazione che si identifica con una chiazza di ipopigmentazione.
Cos’è la logopedia e che cosa fa?
La logopedia ha lo scopo di migliorare le possibilità comunicative del bambino.
L'alimentazione del neonato e del bambino piccolo
L'alimentazione dei neonati e del bambino piccolo: le indicazioni dei nostri esperti.

Quiz della settimana

Che cosa fare in caso di perdita di sangue dal naso?
piegare la testa il piu' possibile all'indietro
comprimere la parte ossea del naso
riempire le narici di cotone per arrestare l'emorragia
nessuna delle risposte e' corretta