ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading

L'esperto risponde

tutte le risposte dei nostri specialisti

Fa continuamente i capricci

Fa continuamente i capricci a casa, ma all'asilo è un angelo! Il bambino deve imparare ad affermare la propria volontà. I capricci sono il primo tentativo per affermare la propria identità.

a cura di: Dott.ssa Loredana Piratoni (psicologa)

Il mio bambino ha due anni e mezzo e da circa un mese fa dei capricci continui ogni giorno, sembrerebbe solo con me. All'asilo nido, dove va la mattina è tranquillissimo e ha avuto un inserimento veloce. Il resto della giornata sta con la nonna dove è tranquillo. Parla moltissimo e sembra essere molto avanti per la sua età. Quando arrivo dal lavoro, appena usciti dalla porta della nonna e partiti per casa, inizia a dire che non vuole tornare a casa, non vuole togliersi la giacca, non vuole entrare, ecc. La mattina ricomincia, non vuole vestirsi, vuole il latte caldo, poi  lo vuole freddo, non vuole uscire... Non capisco se questa possa essere una fase e come mi devo comportare in quanto da una parte mi sento impotente verso questi scoppi di ira e aggressività (mi morde o mi picchia) e dopo mezz'ora di urla non so più cosa fare. Non so se essere dura, se essere affettuosa, se andarmene e lasciarlo lì a piangere (le ho provate tutte ma sembra non servire). Mi sento anche in colpa perché in questo periodo sono stata via una settimana per lavoro, anche se tutto questo è iniziato già alcune settimane prima di questa partenza. Potete spiegarmi se è normale e darmi un consiglio su come comportarmi?

E' infatti in questo periodo che inizia l'età dei no, con storie e scenate del tutto simili a quelle descritte da questa mamma: crisi di pianto, conati di vomito, strilli contraddistinguono questa fase tanto normale per i figli quanto esasperante per i genitori. Il bambino deve imparare ad affermare la propria volontà, e i "capricci" sono il suo primo, maldestro tentativo per farlo: sperimenta un modello di comportamento.

Comprendo che per la mamma è una fase stressante ed esasperante, e la soluzione, come al solito, è in una via di mezzo: tanto più si è oppressivi, tanto più il bimbo dovrà "lottare" per affermarsi, tanto maggiori saranno i divieti, tanto più frequenti saranno le relative insubordinazioni.

Nei limiti del ragionevole si dovrà quindi accondiscendere alle richieste del bambino, ma certamente non tollerare di essere morsi o picchiati. Facendo i "capricci" il bambino osserva anche la risposta: l'atteggiamento sereno, anche se impraticabile in molti momenti della giornata, è il migliore in piena crisi. Ricordiamoci sempre che i nostri figli imparano da noi: mamma, non urlare, se non vuoi che il tuo bimbo non urli.

2/2/2000

18/3/2013

X

Sai che puoi avere tutti i giorni un consiglio del Pediatra? Iscriviti gratis alle nostre Newsletter!

Tutti i giorni le Pillole di Pediatria, un consiglio del Pediatra sulla salute del tuo bambino, su misura per la sua età. E se sei in attesa, 9mesi è la newsletter che ti accompagnerà per tutta la gravidanza, settimana dopo settimana.
Scrivi qui sotto la tua email e clicca su OK!

I commenti dei lettori

Ho letto la risposta da Lei dottoressa data a questa mamma. Io mi trovo nelle sue stesse condizioni. Ma se io accondiscendo ai suoi capricci lui sembra pretendere sempre di più. Inoltre io devo andare a lavorare tutte le mattine ed essere a lavoro in orario questo non coincide con accondiscendere a mio figlio che vuole rimanere a casa a vedere cartoni in eterno. Io sinceramente avrei deciso di vietarli la vista dei cartoni eccetto in orari e modi che decido io, fino a quando non mi ubbidirà per andare all'asilo e a letto. Non saprei cosa altro fare!

Tiziana (BO) 23/11/2010

Anche io ho problemi con il mio bambino di 18mesi,"purtroppo" sta molto con la nonna per colpa del mio lavoro; quando e'  con me fa bizze tremende, si butta per terra, morde le sue mani ect...:

Stiamo educando il bimbo in modo diverso e so che è questo il motivo ma lo devo dire è pesante!!!!

chiara (GR) 23/02/2011

Mio figlio ha 4 anni si lagna sempre e soprattutto non vuole stare assolutamemte solo in una stanza anche se io o mia moglie siamo presenti in casa, non vuole stare nel giardino a giocare se non con la presenza di un adulto

fabrizio (RI) 19/03/2011

idem come le altre mamme ho un bimbo di 2 anni e 3 mesi e da qualche tempo è veramente impegnativo, la sera siamo distrutti. Vuole fare tutto a modo suo altrimenti sono ulra pianti scenate e sinceramente visto che noi non vogliamo cedere tutto ciò limita le nostre uscite e la nostra vita sociale. infatti non usciamo più a pranzo se non a casa dei nonni e quando ci invitano difficilmente accettiamo perchpè sappiamo che la scenata è sempre dietro l'angolo. Cerchiamo di tenere duro e di essere irreprensibili sulle cose importanti anche se qualche volta gliela diamo perchè siamo stremati. E' molto prepotente e anche con gli altri bimbi cerca di affermarsi piuttosto bruscmaente.Spero che sia una fase transitoria e che si risolva presto.

Eleonora (MC) 09/04/2011

buon giorno, pensavo che ero la sola ad avere un figlio "peste" mi sollievo per un istante . La mia "piccola peste" di 25 mesi mi fà disperare la mattina non vuole vestirsi quindi pianti urli disperazioni chi mi sente penserà che lo stò uccidendo, quando torniamo dall'asilo la stessa cosa non vuole entrare in casa e per mezz'ora non faccio altro che chiamarlo ma senza esito, e la sera per mettere il pigiama la stessa cosa, l'unica fortuna nostra che la sera alle 21:00 dorme. Sono veramente disperata non mi ascolta ho provato con il dialogo ma niente da fare, con la voce dura... Vi chiedo aiuto Grazie

manuela (MI) 28/04/2011

Io oltre a tutte le cose già segnalate dalle altre mamme, aggiungo anche che la mia peste bubbonica alza anche le manine verso gli altri bambini!

Elena (MI) 05/05/2011

Mi aggiungo. La mia compie tre anni fra un mese e ormai "resiste" da quasi un annetto con la sua testardaggine, lagna, no e opposizioni su tutto. Questo ovviamente solo con noi. Io non sono certo un tipo permissivo, e sono molto ferrea con le regole date ma comincio ad essere veramente stanca di dover affrontare questo stato di guerra costantemente.

Sara 05/08/2011

ragazze..inizio ad aver paura di questi terribili marmocchi! ce la faremo?? Sono appena all'inizio della fase dei no e sono già stanca! Ma come si fa? Qual'è la parola magica? Un corso di infinita pazienza trascendentale o valium a catena?Io poi sono magrolina e quando si scatena il piccolo bisonte mi distrugge, tra un pò non lo reggerò più nelle sue capriole. Oh povere noi! un abbraccio a tutte ;-)

mayah (NA) 30/10/2011

Buonasera, mi aggiungo anche io.Mia figlia ha 3 anni e mezzo, compirà 4 anni il 5 gennaio.Da un pò di tempo fa sempre i capricci, devo dire che io non sono certo una che concede tutto, quando é no, é no!sarà anche per la mia stanchezza, però io non ce la faccio più.mi sento confusa, non sò come devo comportarmi,parlando anche con mio marito per avere un conforto, un consiglio, ma da lui niente, dice che devo essere più ferma nelle cose, ma io lo sono, ma a volte si ha bisogno di qualcuno che ti possa comprendere come ti senti, ma senza esito.e quindi mi sento sola ad affrontare queste incertezze, paure, e sinceramente non sò fino a quando posso reggere.anche se le dico no, e le do anche spiegazioni a mia figlia, lei mi offende con parolacce, piange, urla, sbatte la sedia, ma lei niente, tutti i giorni all`ora di mangiare é così.é pesante la cosa, perché se si é stanchi, poi in casa non si ha un sostegno morale dal marito, ma solo rimproveri, arrivo al punto che si é sfiniti, non si sa più cosa fare e cosa dire,e ho bisogno di qualcuno che mi consigli cosa fare.scusatemi lo sfogo, ma sicuramente mi capite.grazie a tutti.

Daniela (CH) 06/11/2011

Ciao la mia bimba che ha 2 anni e mezzo oltre a fare i capricci appena tornati a casa dall'asilo inizia con fare i dispetti a me facendo cose che non deve e poi ha incominciato a non dire più pipì e cacca in asilo e le maestre si sono stancate

jeanette (AT) 07/11/2011

mi associo a tutte voi...a mi viene da piangere, ma se è una fase transitorio, ma quanto dura ho letto con grande sorpresa che l'età oscilla da i due anni hai 4 -5 noooooooooooooooooooooooooooooo aiuto

luciana (RM) 19/11/2011

Dopo aver letto questi commenti...anch'io mi sento meno sola! Il mio bambino ha tre anni, ha iniziato da poco l'asilo e, oltre al pianto dell'abbandono, ci sono i frequenti capricci al mio rientro dal lavoro! Lo sgrido, lo ignoro, a volte mi sento impotente; L'unica cosa è che quando si calma e ha capito di aver sbagliato e io gli dico di venire da me solo quando è tranquillo, lui arriva e mi dice "scusa mamma, mi dispiace!" Mah! Un saluto a tutte!

Laura (LO) 02/12/2011

Io sono mooolto "fortunata". Mia figlia non ha aspettato i 2 anni. Ha quasi 14 mesi e con me sono lotte per qualsiasi cosa e per di più mi picchia, tira i capelli e da ieri mi morde, mentre con gli altri (prequenta il nido) è un angioletto. Che fare? Ciao a tutte.

Miranda (GE) 05/12/2011

Salve, sapete qual'è il problema di tutto...il fatto che voi lavorate e il bambino esprime tutto il nervosismo su di voi. Si ribella al fatto che voi non siete con lui. C'è da dire che anche l'affermazione del carattere, l'età, le persone che lo circondano e tanti altri fattori possono influire. Però più state con vostro figlio e più lui si abitua a voi ed inizia ad ascoltarvi. Ovviamente lavorare serve, dunque cercate di trovare una soluzione, provandole tutte, e vedrete che alla fine qualcosa ne verrà fuori.

jade (RM) 04/01/2012

non è assolutamente vero che il problema è che lavorate, io non lavoro, mia figlia ha 16 mesi e mi fa impazzire come i vostri! solo che non lavorando sto tutto il giorno con lei e quando mio marito torna dal lavoro non mi aiuta come vorrei perchè è stanco. Non ce la faccio più e non ho neanche soddisfazioni personali nel lavoro...sto passando un periodo terribile. vi capisco tutte! non vi fate venire sensi di colpa per il lavoro tanto come potete vedere è uguale!!un bacio a tutte

Tania (RM) 14/02/2012

Eccomi...Presente. Anche io come voi disperata con un figlio di 28 mesi. Lui fa tutto quello che voi raccontate e in più si sveglia ancora più volte durante la notte. Io non lavoro e questa è una sfortuna, sia dal punto di vista economico, che psicologico, perchè non ce la faccio più a stare con lui tuuuuuuutto il giorno e la notte. Vivo lontano dalla famiglia di origine, per cui niente nonni zii cugini e quant'altro. Credo che sia una fase passeggera, ma che sembra interminabile. Ci sono giorni proprio scuri in cui mi viene da piangere al pensiero di dover affrontare la giornata. Leggendo i vostri commenti mi sono sentita meno sola. Grazie a tutte!

Lalla (AN) 14/05/2012

Mi associo a quanto già detto... Tommaso non ha neanche due anni e da qualche giorno ha iniziato con il NO ferreo, non si fa vestire (ma neanche svestire!), non vuole salire in auto, non vuole rientrare a casa, non vuole mangiare, non vuole andare a letto... il tutto accompagnato da arroganza e talvolta anche con sberle che tenta di dare alla mamma. Noi siamo già sfiniti dopo solo 3 giorni! Al nido è bravissimo, dicono. Pensavo che fosse la stanchezza del frequentare il nido da così tanti mesi, ma a leggere quanto avete scritto anche voi, direi proprio che non è l'unica ragione. La psicomotrice del nido dice di rivolgermi a lui sempre con molta calma e di portarlo a fare le cose parlandogli e dandogli sempre una buona routine, cosa che li rende più sicuri. Talvolta ci riesco chiedendogli aiuto nel portare dentro casa un sacchettino della spesa e lui sentendosi forte, importante ed ometto di casa abbandona i capricci e si fa fiero nel farlo. Ma le altre volte è davvero difficile. Non voglio scendere a compromessi con caramelle od altro del genere, se no non è più finita. Spero che l'estate e le ferie con mamma e papà lo possano aiutare ad essere più tranquillo ed obbediente. In bocca al lupo a tutti!!!

Deborah (TV) 17/05/2012

ciao a tutte è verissimo anche io con un bimbo di 3 anni ho difficoltà a volte nella gestione dei capricci e se urlo è peggio..forse l'unica è distrarli parlando d'altro mentre vogliamo che fanno qualcosa,ma io volevo chiedervi a voi succede che il bimbo non vuole fare la cacca se non nel pannolino?(nonostante ha già 3 anni!)per la pipi la fa nel riduttore ma il mio problema è la cacca...voi come avete fatto?baci a tutte

luisa (MI) 24/05/2012

aiuuuto!!! Il mio bambino ha 25 mesi, altro che terrible twos, "very terrible twos": fa capricci solo con me. All'asilo è un angelo, anche con gli altri bambini, non è mai aggressivo. A casa da circa un mese è un continuo di NO: per vestirsi, cambiarsi e lavarsi, per rientrare a casa... si butta a terra, si rotola, si infila dappertutto pur di non farsi prendere. Io inizio bene, poi perdo la pazienza e urlo, inevitabilmente mi sento male e quando dorme, piango... Ho provato a non ascoltarlo, a spiegare a scendere a compromessi (sbagliando consapevolmente a volte) e nulla... Non so come comportarmi: alcuni giorni riesco a trovare la formula, probabilmente perché magari lui è più riposato e sereno, altre volte è uno sfacelo e io ho il terrore di rendergli la vita difficile non riuscendo a sedare la sua rabbia... vorrei essere sempre calma, lucida, razionale, come si fa?

Marzia (MI) 20/07/2012

Bene, mi sento in buonissima compagnia allora! mio figlio ha quasi 23 mesi e dalle ferie (1 mese e mezzo fa) fa esattamente quello che avete descritto: in particolare, la mattina dice che non vuole il latte, allora gli dai lo yogurt, invece poi vuole il latte (il tutto sbraitando o piagnucolando), poi non vuole cambiare il pannolino, non vuole né lavarsi, né vestirsi, però vuole uscire. Quando è ora di rientrare, vorrebbe stare fuori in eterno, però ha anche fame, quindi io dovrei fargli da mangiare... in qualche modo lo convinco, o lo prendo di peso, allora lui si butta a terra appena richiudo la porta di casa, pesta i pugni o lancia oggetti, piange disperato e io lo ignoro. Comincio a cucinare e lui continua a piangere, mi si appicca alle gambe o comincia a toccare lavastoviglie e cose varie che sa che non deve, così lo prendo e lo chiudo fuori dalla cucina per 2-3 minuti finchè non si calma, ringraziando ogni volta Dio per avermi tutto sommato fatto mantenere la calma...  neanche io lavoro, e se da un lato sono contenta di stare con il mio bimbo, a volte sono esasperata da questi suoi comportamenti che faccio davvero fatica a gestire... Passerà, vero??!! Comunque anche io cerco di convincerlo a fargli fare quello che deve (es. rientrare in casa) con la scusa che ho bisogno di aiuto, questo a volte funziona e lui diventa subito felice ed entusiasta! oppure lo lascio da solo per un po', ignorando i suoi capricci, anche questo funziona, in più mi calmo anche io perchè non lo vedo x qualche minuto!!! coraggio... 

Daniela (TV) 17/09/2012

Tutte noi mamme nella stessa barca. Mio figlio ha 31 mesi e ha iniziato da una settimana l'asilo nido. Il suo divertimento; l'inserimento è durato esattamente 5 minuti e con un sorriso sulle labbra mi ha detto "Ciao mamma!"; in poche parole vai pure a lavorare che io gioco e sto benone. I problemi nascono quando lo devo trascinare fuori dall'asilo nido e portarlo a casa dei nonnni materni, quando devo portarlo a casa alla sera e a una "suocera" che immancabilmente lo asseconda per ogni capriccio (voglio questo, volgio quello, apro le antine della cucina e svuoto i ripiani, rompo i vasi dei fiori, ecc.) e se combina danni ride ... non sgrida, gli ride in faccia e lui da furbetto si sente autorizzato ad andare a vanti con le marachelle. Ma soprattutto lei non è la nonnna, lei è la "mamma"; ieri sera ho fatto osservazione a mio figlio perchè buttava le posate per terra, la sua risposta ... "stai zitta, tu non sei la mia mamma. Taci!!!" Non auguro a nessuna di sentirsi dire queste frasi, mi sono sentita gelare il sangue e non ho più parlato... Che posso fare? Non mi faccio più diventare il fegato grosso come una casa, le rispondo ... credo che in sala parto c'ero solo l'ostetrica, il dottore, tre infermiere e IO!!!!

Nadia (CR) 18/09/2012

mi rincuora leggere l evostre esperienze, anche io con la 2°figlia di 3 anni ho delle difficoltà, è molto capricciosa in questo periodo,e molto testarda di carattere, quindi figuriamoci! Io direi che la cura nei momenti di forte capriccio è l'indifferenza, ma mescolata all'amore. Cioè ignorare il capriccio ma consolare con una carezza ad esempio. AVOLTE è DURA !!!!

cristina (RM) 26/10/2012

CIAO A TUTTE MI SONO RITROVATA IN QUESTO SITO X MOOOOOLTA DISPERAZIONE,VOLEVO QUALCHE CONSIGLIO SU COME CALMARE LA MIA PICCOLA PESTE DI 14 MESI SONO STANCA PERCHE' SONO TUTTO IL GIORNO DA SOLA NON HO NESSUNO CHE MI AIUTA DELLA MIA FAMIGLIA XKE' VIVO IN UN ALTRA CITTA' E QUANDO MIO MARITO TORNA LA SERA DEVO DIRE LA VERITA' MI AIUTA MA NON E' QUESTO IL PROBLEMA,IL PROBLEMA E' CHE MIA FIGLIA IN TUTTO L'ARCO DEL POMERIGGIO DORME SOLO UN ORA E NON RIESCO SIA CON LE FORZE CHE MENTALMENTE A STARLE DIETRO PERCHE' NON VUOLE STARE NEL BOX NEL DONDOLO O NEL SEGGIOLONE SE CI STA E' PER DUE MINUTI E POI SONO LAMENTI NON POSSO FARE SERVIZI ED ALTRO NON CAPISCO IL PERCHE' E' TROPPO TROPPO VIVACE DA UNA PARTE NON MI DISPIACE MA NOI VOLEVAMO UN ALTRO FIGLIO PERCHE' NON CI PIACE CHE TRA DI LORO CI SIA MOLTA DIFFERENZA MA COM'E' MIA FIGLIA HO BISOGGNO DI AIUTO

SIMY 20/11/2012

symy hai cercato di costruire una piccola scaletta di abitudini casalinghe che coinvolgessero la tua piccola cosi da poterti dedicare ad altro?io ho due maschietti pestiferi che si passano 20 mesi,è stata dura all'inizio e lo è ancora adesso che hanno 4 e due e mezzo,ma con loro sono riuscita a instaurare delle piccole "abitudini" sprigionando tanta autostima e soddisfazione reciproca.si parte dalla collaborazione,dalla condivisione,dalla tenerezza per gli insuccessi.tutte queste cose ti permettono di conoscere tanti lati della tua bimba senza sottostare aregole poco creative che rendono cosi vani tutti i tuoi tentativi.ho insegnato ai miei bimbi i colori anche dividendo la roba da lavare,ho scoperto che sono sbucciatori di aglio super precisi,sono sempre soddisfatti nell'aiutarmi e credimi le cose che fanno sono sempre una spinta alla loro sicurezza interiore.fatti travolgere senza sconforto dai tanti tentativi che puoi fare,per te passeranno i giorni per lei saranno scoperte da condividere con te.monica

15/03/2013

Ho letto tutte le vostre esperienze e sono a dir poco stupita. Anch'io ho una bimba molto impegnativa e soprattutto oppositiva, ha quasi 4 anni. Dato che io e mio marito siamo vicini all'esaurimento nervoso, ci siamo rivolti ad una psicologa molto brava che non si è ancora sbilanciata in nessun tipo di diagnosi e che dobbiamo rivedere fra un paio di settimane. Ero assolutamente convinta che mia figlia avesse qualche problema comportamentale ma, leggendo di voi e del rapporto con i vostri figli adesso mi sorge il dubbio che sia tutto normale! La linea che separa la normalità dalla patologia è sottilissima nei primi anni di vita e sinceramente sono piuttosto confusa. Però leggervi mi ha anche rincuorata! Magari si tratta di una fase che passerà... incrocio le dita.

Carmen (MI) 04/04/2013

Mamma mia!!! Anch'io mi sento anch'io disperata... Mia bimba ha quasi 4 anni ed è molto difficile da gestire. Mio marito non mi aiuta a casa e non ha voglia di "fare il padre", solo se la nostra bimba è "tranquilla" e vuole giocare i suoi giochi, tipo "lego", costruzioni di macchinine, trenini e cose del tipo. oltre a mia bimba essere molto difficile, quando non vuole una cosa -quasi sempre- non c'è modo... e ci tratta male:-( Ma, cambiando un po' discorso, mi dispiace molto che lei ultimamente è sempre malatta, principalmente dopo l'inizio dell'asilo, una settimana a casa, l'altra va' all'asilo... Ora sta dormendo, ha avuto la febbre con vomito l'altro ieri e non la porto all'asilo questa settimana. Suo pediatra ha sempre detto che è meglio solo dopo 2gg che non ha più avuto la febbre... così, un po' per compassione, un po' per paura, cerco di starla vicino e a volte lascio stare tante regole... Magari sbaglio, ma se non faccio così, dopo sto peggio di quando cerco di farla sta un po' meglio non essendo tanto pignola... Mi domando a volte se la sua "rebelia" non sia frutto dei suoi problemi da quando è nata: divaricatore, una lesione benigna sottoascellare -ha già fatto una chirurgia e fa' dei controlli ogni 6 mesi, 1 anno-, e tante tante volte con la febbre... Sempre visite, da un anno, tanti antibiotici, tacchipirine... Ma, e principalmente, una situazione familiare non tranquilla, mio marito è molto egoista, come segnalato prima, e litiga spesso in casa e sempre coi suoi e non ci da' l'attenzione ed amore che meritiamo... Mi tratta male e con mia bimba non ci sta tanto... Dalla mia parte, cerco aiuto con psicologi e amici, ma riesco poco quando c'è il dominio di una forza negativa, quella del mio marito e dei miei suoceri che sono sempre a criticarmi e impedirmi di essere autonoma... Mio marito non vuole crescere, per lui va bene essere sempre figlio e non si fa' genitore... magari è questo il principale problema, ossia, mia bimba vive in un clima brutto e ci stando male, nel suo comportamento ribelle, butta via le negatività... Spero di un giorno cambiare un po' questa situazione per dare una vita serena a mia figlia... Abbraccio a tutti...

04/04/2013

Mi sono sollevata a leggere tutto questo......Io ho un bimbo di 2 anni e mezzo , mi fa impazzire a casa, capricci, pianti, si butta per terra, se sta vedendo i cartoni e dopo un pò di basta, incomincia a piangere di tutto di più.( va all'asilo). Le maestre mi dicono che è bravissimo , ma forse stanno parlando di un'altro bimbo???????. Anch'io sono esausta, ma ce la faremo!!!!!!! E la notte mi chiede sempre l'acqua non fa altro che bere, mi sto anche un pò preoccupando...Sarà normale?..Vi saluto mamme

Elisabetta (RM) 11/06/2013

Ho letto i vari commenti e devo dire che anzichè sentirmi sollevata perchè anche  la mia bimba di tre anni fa capricci su tutto, mi sono resa conto di quanto noi genitori ci stiamo annullando per loro. Ci rendiamo conto che i comportamenti di piccoli bambini ci mettono in crisi tanto da sopraffarci!!! Reagiamo riprendiamo la nostra maturità e la nostra stima genatoriale. Basta cedere ai loro comportamenti infantili. Siamo adulti e non certo dei bambini ci devono condizionare.

titinas (VR) 29/06/2013

io oggi ho avuto una crisi di pianto davanti a mio figlio di 30 mesi...mentre lui rideva. passo le giornate chiusa in casa con lui. qui non conosco nessuno e io mi impegno, faccio chilometri a piedi per portarlo al parco...lui è sempre uguale. mena, urla...distrugge tutte le mie cose in casa. non posso accendere la tv perchè la spegne...sono esausta cosa posso fare?

stefania (FO) 06/08/2013

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Fa continuamente i capricci"

Dice sempre no
Mio figlio di due anni risponde sempre di "no". I consigli dello psicologo.
A quattro anni fa molti capricci
Una bambina di quattro anni a scuola è docile e remissiva, ma a casa continua a fare capricci. I consigli della psicologa su come si devono comportare.
Fa la lagna
A quattro anni e mezzo, mio figlio "fa la lagna" quando vuole qualcosa. Come aiutarlo a risolvere questa situazione.
Alla scuola materna è capriccioso e prepotente
Frequenta la scuola materna e l'insegnante si lamenta che è capriccioso un po' prepotente e che spesso non ascolta.
Vomita quando lo sgrido
Il mio bambino quando si arrabbia comincia a piangere fino a vomitare. Come devo comportarmi? I consigli della psicologa.
I capricci dei bambini
I capricci rappresentano per gli adulti comportamenti imperscrutabili e quindi difficili da gestire. I consigli della psicologa per i genitori.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Antibiotico e dermatite da pannolino
La terapia antibiotica può determinare problemi intestinali e provocare la dermatite da pannolino.
La gestosi
La gestosi è una malattia che compare esclusivamente in gravidanza con gonfiore, aumento della pressione, mal di testa e problemi renali.
Ritardo psicomotorio in idrocefalo e suo trattamento
Ritardo psicomotorio in idrocefalo benigno. Conseguenze serie di una malattia grave.
Che cosa vuol dire tetraparesi spastica?
Mi hanno parlato di tetraparesi spastica. Cosa significa?
La mia bambina soffre di ansia
Fatica ad addormentarsi, ha tic nervosi e si mangia le unghie. Forse la mia bambina soffre di ansia. I rimedi per farla stare più serena.

Quiz della settimana

Quanto cresce mediamente un neonato/lattante ogni giorno nel primo trimestre di vita?
10-15 g
15-20 g
20-30 g
40-50 g