ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

L'esperto risponde

tutte le risposte dei nostri specialisti

Integrazione alla scuola materna

Frequenta la scuola materna da tre mesi ma non si è ancora integrato. Non bisogna preoccuparsi perchè a volte certi bambini, più timidi di altri, hanno bisogno di più tempo per socializzare.

a cura di: Gaia Sacchi (educatrice di scuola materna)

Mio figlio ha quattro anni e frequenta la scuola materna da tre mesi. Nonostante questo non si è ancora integrato nella classe: infatti ci confessa che nessun bambino vuole giocare con lui, ma d'altra parte lui sostiene che gli piace giocare da solo e quindi non vuole avere amici. Come mamma sono molto preoccupata per il suo carente sviluppo relazionale. Come posso affrontare il problema?

Non ti preoccupare troppo! A volte certi bambini, più timidi di altri, hanno bisogno di più tempo per socializzare. Da come risulta dal tuo messaggio, mi sembra di capire che per tuo figlio sia il primo anno di frequenza della scuola e, se non ha mai frequentato il nido, si tratta del primo momento di vita di gruppo, dopo un lungo periodo trascorso con mamma e nonni.

Probabilmente è stato inserito in una classe in cui coesistono più età e ci sono bambini che si conoscono già da almeno un anno; in questo caso risulta per lui un po' più difficile inserirsi in un contesto di amicizie già instauratosi da tempo, anche se fortunatamente i bambini hanno meno difficoltà degli adulti a relazionare. Inoltre asserisci che tuo figlio ti spiega di giocare poco con gli altri: a tal proposito c'è coerenza con quanto ti dicono le insegnanti? Parlane con loro, cerca di capire i motivi del suo isolamento e non stare troppo in ansia se il bambino vive comunque serenamente la frequenza della scuola.

Se vuoi favorire più direttamente lo stringersi dei rapporti, suggerisci a tuo figlio di invitare un amichetto a casa, portalo in quei luoghi (tipo giardinetti) dove è facile che incontri i compagni, iscrivilo ad un'attività sportiva, che sviluppa, oltre al fisico, il contatto con gli altri: vedrai che col tempo otterrai dei risultati.

9/1/2003

16/2/2017

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Integrazione alla scuola materna"

L'ansia da scuola
L'ansia per la scuola si manifesta quasi sempre al momento del primo impatto con la vita di collettività, cioè a tre anni.
Piange all'asilo nido
Il mio bambino frequenta l'asilo nido e le maestre dicono che ha degli attacchi di pianto cercando la mamma. I consigli della psicologa.
Mandarlo in una scuola all'estero
E' piccolo: una scuola all'estero lo farebbe crescere bilingue, ma la famiglia sarebbe costretta a dividersi.
Cambiamento dell'asilo nido
Potrà essere traumatizzante per mio figlio di due anni cambiare l'asilo nido?
Passaggio dalla scuola materna alla scuola elementare
Oltre al cambio dalla scuola materna alla scuola elementare, mia figlia dovrà inserirsi con nuovi amici.
E' al secondo anno di scuola materna, ma piange al solo pensiero di andarci
Continua a fare i capricci per andare alla materna anche se è al suo secondo anno di scuola.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Alimentazione dopo l'anno di vita
Dopo il primo anno, l'alimentazione sarà quasi uguale a quella di un adulto. E' importante che segua una dieta completa e varia.
Dolori alle articolazioni e alla schiena in gravidanza
Durante tutta la gravidanza può capitare di avvertire dei dolori articolazioni e alla schiena.
Macchie mongoliche
Le macchie mongoliche sono lesioni maculari congenite determinate dalla presenza in eccesso nel derma.
Aerofagia
Per evitare l'aerofagia nel lattante è bene utilizzare prodotti a base essenzialmente di finocchio, anice verde, melissa e camomilla.
Gli è stato diagnosticato un reflusso vescico-ureterale
La correzione del reflusso vescico-ureterale può essere chirurgica. La tecnica più frequentemente adottata è quella di Cohen.

Quiz della settimana

Che cosa è il miocardio?
Un osso
Una arteria
Un muscolo
Un nervo