ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

tutte le risposte dei nostri specialisti

Non mangia

Se non mangia è importantissimo non sgridare la bambina al momento del pasto e creare un ambiente sereno evitando qualunque "fuori pasto" che possa compromettere l'appetito.

a cura di: Dott.ssa Tiziana Candusso (pediatra)

Ho una bambina di cinque anni, che pesa 15 kg ma gode di ottima salute. Fino ad ora abbiamo faticato molto per farla mangiare almeno il poco necessario. Chiedo, innanzitutto, se non è preoccupante una situazione del genere e se è giusto punirla e sgridarla ripetutamente ogni qual volta ci si mette a tavola. Vi chiedo per cortesia come mi devo comportare.

All'età di cinque anni una bambina che pesa 15 Kg è ancora nel range normale di crescita, posizionandosi al terzo percentile delle tabelle di crescita (vedi apposita risposta sul significato dei percentili). Dato per scontato che la bimba è sana, che è seguita dal Pediatra per l'accrescimento e che l'altezza procede comunque nella norma, tutto sembra inquadrarsi in una situazione di assoluta normalità.

In questo senso, è importantissimo: non sgridare la bambina al momento del pasto, creare un ambiente sereno e non coercitivo a questo proposito, offrire una alimentazione equilibrata e ricca di tutti i nutrienti per la crescita, evitando qualunque "fuori pasto" (merendine, gelati, ecc...) che possa compromettere l'appetito (spesso i bambini che non mangiano a pasto continuano a "smangiucchiare" per tutto il giorno).

Tutte queste cose sono dette per non creare situazioni conflittuali con il cibo, situazioni che in futuro possono portare a disturbi di comportamento alimentare quali la bulimia e l'anoressia nervosa.

1/10/1997

26/2/2016

I commenti dei lettori

salve ho una nipotina di 3 anni ke da circa un mese ha iniziato a rifutare il cibo giustificando il fatto con il: non voglio crescere... abbiamo cercato di stimolarla in ogni modo possibile ma niente da fare... come possiamo aiutarla a superare questo momento e far sì che riprenda a nutrirsi regolarmente e bene? come dobbiamo comportarci? grazie

18/10/2011

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Non mangia"

E' adolescente e a volte salta qualche pasto
L'adolescenza e il periodo immediatamente precedente sono critici per il rischio della comparsa di disturbi del comportamento alimentare come l'anoressia.
Inappetenza del bambino
A che cosa può essere dovuta l'inappetenza del mio bambino? Non bisogna preoccuparsi perché verso i due anni di vita del bambino.
Non mangia più carne
Da circa due settimane non mangia più la carne. I consigli del Pediatra.
Appetito scarso
Quando preoccuparsi per un bambino con appetito scarso? Il mio bambino mangia poco di tutto.
Non mangia
La mia bambina di due anni da quando è nata non è mai stata una gran mangiona, ma in questo ultimo periodo non mangia proprio nulla. Siamo disperati.
Un caso di rifiuto del cibo e perdita di peso in un'adolescente
Da qualche mese ha smesso di mangiare, si rifiuta di assumere cibo e qualunque cosa gli somigli è diventata di colpo inappetente.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Fontanella nel neonato
La mamma può tranquillamente lavare e toccare la testa del neonato senza timore di provocare danni alla fontanella.
La rosolia
La rosolia è la più lieve tra le comuni malattie infettive cosiddette dell'infanzia.
Lussazione congenita della mandibola
Per verificare la dinamica articolare e la crescita simmetrica delle due articolazioni è consigliabile effettuare delle visite dall'ortodontista.
Contrazioni muscolari in un neonato
Le contrazioni muscolari sono spasmi brevi e si esauriscono spontaneamente entro il 2°-3° anno.
Ha subito un importante intervento al cuore
I pazienti, dopo un importante intervento chirurgico possono condurre una vita normale.

Quiz della settimana

Quale fra queste è la causa della scarlattina?
un virus
lo streptococco
lo stafilococco
lo pneumococco