ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

tutte le risposte dei nostri specialisti

Non sta mai fermo

A tre anni non riesce ad applicarsi in niente ed è in continuo movimento cambiando sempre gioco. Non sta fermo neppure quando guarda la TV. I consigli dello psicologo.

Siamo genitori di un bambino di tre anni e mezzo. Siamo preoccupati per il comportamento del bambino che denuncia una iperattività esagerata, in altre parola un ipercinetico. Non riesce ad applicarsi a niente ed è in continuo movimento cambiando gioco di continuo. Si muove di continuo anche quando guarda i cartoni alla TV. Cosa dobbiamo fare?

L'ipercinesia fa parte dei disturbi semplici del comportamento. Con tale definizione vengono indicate delle condotte in gran parte dipendenti dai processi di socializzazione e dai comportamenti, che non costituiscono un gruppo patologico particolare. Tali sintomi mettono in allarme la famiglia, ma il loro significato è da rapportarsi al momento maturativo del bambino.

Di fronte alla loro comparsa è importante considerare con attenzione non solo le linee evolutive del bambino ma anche l'ambiente sociale da cui possono trarre origine ed è molto importante osservare se sono parte di un momento "maturativo" delimitato nel tempo o se diventano stabili. L'ipercinesia è un quadro clinico caratterizzato da un comportamento motorio quantitativamente eccessivo e da una instabilità dell'attenzione.

Un bambino di tre anni ha una capacità attentiva piuttosto labile ed in tale momento della vita la sua motricità è esplosiva alla ricerca di nuove esperienze, il livello dell'attività motoria dipende poi anche da altre variabili quali il carattere e la situazione ambientale (scuola materna, famiglia, rapporti di socializzazione con altri bambini o adulti).

L'iperattività o ipercinesia è una risposta del bambino al suo ambiente ed alle relazioni che egli instaura con se stesso: il bambino è in continuo movimento, tocca tutto, non riesce a stare seduto, le sue attività si susseguono una all'altra rimanendo incompiute e non finalizzate. E' importante indagare in quali situazioni particolari mostra questo comportamento: se a scuola materna o in ambiente familiare o in entrambi.

L'evoluzione ed il prolungarsi nel tempo dell'ipercinesia sono i fattori che devono indurre a ritenere che non si tratti solo di un momento particolare della fase maturativa infantile, ma magari di un disturbo comportamentale che richiede una terapia con tecniche "dolci" quali le sedute di psicomotricità.

1/1/1997

14/5/2016

I commenti dei lettori

Sono mamma di un bambino di sei anni che da sempre è stato un bambino molto vivace. sin dalla scuola materna, mi è stato segnalato il suo comportamento che ho prontamente evidenziato presso il centro di riabilitazione della asl. il bambino è stato visto da esperti ed è stato tenuto sotto osservazione per più di un anno e mezzo e seguito da una educatrice. il responso è stato che non è un bambino IPERATTIVO nel senso patologico del termine. Certo manifesta molti dei comportamenti che vengono descritti. ora mi preoccupa molto la sua produttività scolastica, che ne risente e i suoi rapporti con gli altri bambini. poichè a scuola viene visto come "l'elemento di disturbo" i bambini cercano di emarginarlo, questo provoca una sofferenza nel bambino e in me, ho più volte cercato di spiegargli che deve stare più buono perchè dal suo comportamento derivano tutta una serie di comportamenti che non sono poi da noi gestibili. ho parlato con le maestre, ma non ho percepito una grande collaborazione, mentre invece a mio parere noi come famiglia la stiamo dando. abbiamo provato con le punizioni ma anche con i premi quando si comporta bene o lavora con profitto a scuola, ma dopo due o tre giorni ritorna ad essere distratto e a non lavorare a scuola. Sono molto preoccupata sia per il suo profitto scolastico che per i rapporti sociali, ho paura che possa avere delle cicatrici che si porterà avanti per tutta la vita.

Lisa (TA) 05/02/2011

salve sono 1 mamma molto preoccupata quando mio figlio andava in seconda elamentare o dovuto chiedere aiuto anno messo il sostegno e questo non e andato buon fine la chiudevano in 1 stanza da solo tutto questo e durato fino alla quinta poi fino alla 3 media adesso va al 1 superiore a fa steig ma non vedo miglioramento diventa sempre peggio si come che non mi sono trovata bene con i dottori non so come fare vi prego aiutatemi la situazione in casa e insostenibile voglio solo sapere come ci dobbiamo comportare con lui adesso e 1 ragazzo la ringrazzio mamma peoccupata saluti

anna cafarelli (SE) 27/03/2013

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Non sta mai fermo"

E' diventato intrattabile
Mio figlio di 12 mesi è diventato intrattabile. Un aiuto a questa età è dato dal parlare molto con il bambino. I consigli dello psicologo.
Bagnetto impossibile
E' diventato impossibile cambiarla o fare il bagnetto: non sta più ferma un attimo. I consigli per effettuare il bagnetto in sicurezza.
Un bambino troppo vivace
Nostro figlio è molto vivace e se non riesce a fare qualcosa urla e strepita. I consigli della psicologa.
Deficit di Attenzione ed Iperattività
Il "Disturbo da Deficit di Attenzione ed Iperattività" colpisce circa il 4 per cento dei bambini in età scolare.
ADHD
Associazione Italiana Famiglie ADHD è una ONLUS per i genitori ed i medici sul Disturbo da Deficit di Attenzione e Iperattività.
Il bambino iperattivo
Le cause dell'iperattività e deficit di attenzione e cosa fare se un bambino sembra iperattivo.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Dopo il parto
Dopo il parto che cosa succede al corpo della mamma? Il brusco cambiamento avvenuto con il parto porta l'organismo ad una serie di modificazioni.
Posizione nel sonno e morte improvvisa del lattante
Statisticamente la SIDS (morte improvvisa del lattante) capita più spesso in chi ha una posizione nel sonno sbagliata.
Trauma cranico: cosa fare quando un bambino sbatte la testa
Come gestire il trauma cranico. Non è sempre necessario portarlo in ospedale.
Non vuole stare con suo papà
Mia figlia di 13 mesi vuole stare sempre con me e non con il suo papà. I consigli dello psicologo.
Punti neri sulla fronte
La terapia da seguire per l'eliminazione dei punti neri sulla fronte.

Quiz della settimana

A che cosa serve la vitamina C?
Ha un'azione anti-ossidante
Favorisce l'assorbimento del ferro
Serve per produrre una sostanza chiamata collagene
Tutte le risposte sono esatte