ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

L'esperto risponde

tutte le risposte dei nostri specialisti

Non vuole stare con il papà

Mia figlia è sempre più attaccata a me. Non vuole stare con il papà. Se il papà le si avvicina gli dà schiaffi o pizzicotti in faccia. Il consiglio dello psicologa.

a cura di: Dott.ssa Loredana Piratoni (psicologa)

La mia bambina, di 22 mesi, non vuole stare col papà: è sempre stata più attaccata a me, ma ultimamente se lui le si avvicina gli dà schiaffi o pizzicotti in faccia, gli dice "papà via" e "la mamma è mia". Quale può essere il motivo? E' possibile che sia gelosa e che non voglia "dividermi" col padre?

Certamente è possibile che, a 22 mesi, questa bimba non sia ancora in grado di dividere con altri la mamma, che rimane la sua fonte di soddisfazione esclusiva. Con i bambini il rapporto si costruisce giorno per giorno, loro osservano e apprezzano chi si prodiga per loro, e a modo loro ringraziano apertamente.

Per questo il problema mi sembra più attenere al rapporto che la bimba ha con il padre: effettivamente non so quanto questo papà sia presente nella vita della figlia, se le fa il bagnetto, se giocano insieme, se la porta a spasso o al giardino, se la aiuta a mangiare ecc. Fra questo papà e questa figlia succedono queste cose? Probabilmente, per risolvere il problema, basta che fra i due si stabilisca un po' di intimità.

6/3/2000

16/5/2015

I commenti dei lettori

E se il problema è tra mamma e figlia (di 15 mesi)?

01/01/2011

La mia bambina ha quasi 3 anni e non vuole dormire con nessuno.... con il papà fa di quelle scenate piange e grida e mi chiama al telefono un sacco di volte e alla fine si addormenta solo quando arrivo io in casa ... non capiamo perchè lui c'è poco a casa ma quando c'è gioca tutto il tempo con lei legge un sacco di libri E TUTTI I GIORNI VA a prenderla all' asilo nido... non capiamo perchè e poi è tutto me lo passa la mamma lo faccio con la mamma bacio solo la mamma ecc... cosa posso fare?un consiglio per far vivere più serenamente il momento del sonno anche con il papà, nonna ecc...

tiziana (MI) 20/02/2012

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Non vuole stare con il papà"

Si dà gli schiaffi in faccia
Quando la sgridiamo si dà gli schiaffi in faccia e comincia un pianto nervoso. I consigli di come riuscire a risolvere la situazione.
Sbatte la testa
Mio figlio di 15 mesi sbatte la testa. Questo non è segno di nessun disagio.
Gioca dando schiaffi e calci
Siamo preoccupati perché nostro figlio di due anni sembra fare amicizia e gioca usando schiaffi e calci. I consigli su come superare questa fase.
Una bambina scontrosa
La mia bambina è scontrosa, scorbutica con tutti e prepotente. E' morbosamente attaccata alla mamma. I consigli per farle superare questa fase.
Subisce le aggressioni, ma non reagisce
Subisce le aggressioni fisiche degli altri bambini senza riuscire a reagire. Vorrei un consiglio su come insegnarli a difendersi.
Aggressività nel bambino piccolo
A dieci mesi non esiste aggressività: sono "prove tecniche" di relazioni con gli altri, basta guidarle nel modo giusto.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

La timidezza la rende antipatica
Per aiutare un bambino a superare la sua timidezza è importante fare sentire il bambino sempre amato ed accettato per quello che è.
Laringomalacia
La laringomalacia è un disturbo congenito della laringe caratterizzato da uno stridore inspiratorio e da un'ostruzione delle vie aeree.
Quale apparecchio per aerosol è meglio usare con il beclometasone?
Per alcuni farmaci, fra cui il beclometasone, è meglio usare apparecchi tradizionali e non ad ultrasuoni.
Reflusso vescico-ureterale
E' stata operata da poco all'uretere per reflusso vescico-ureterale da un lato e la malattia è comparsa nell'altro rene.
Sintomi e cure della toxoplasmosi in gravidanza
La toxoplasmosi in gravidanza può manifestarsi senza sintomi. Le cure servono a ridurre il pericolo di infezione per il fato e il neonato.

Quiz della settimana

Parlando dei mucolitici, è corretto affermare che:
Calmano la tosse
Vanno somministrati insieme ai sedativi della tosse
Fluidificano il catarro
Fanno abbassare la febbre