ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading

Il Pediatra risponde

tutte le risposte dei nostri specialisti

Stitichezza o stipsi nei bambini

Spesso i bambini soffrono di stitichezza. E' necessario adottare una alimentazione ricca di fibre e di liquidi. Le cause e i rimedi.

a cura di: Dott. Giuseppe Varrasi (pediatra)

Sono il papà di una bambina di tre anni la quale soffre molto spesso di stitichezza. Devo ricorrere spesso all'uso delle perette. Oltre all'alimentazione, cosa mi consigliate di fare?

La stitichezza (stipsi, con termine medico) consiste nella difficoltà alla emissione delle feci: ciò spesso, ma non necessariamente, significa emissione di feci dure, dolore alla evacuazione o diminuzione della frequenza delle evacuazioni (rispetto al ritmo abituale del bambino, in quanto in assoluto può essere normale evacuare diverse volte al giorno per alcuni o una volta ogni 3-4 giorni per altri).

Frequentemente, l'emissione delle feci si accompagna a piccole perdite di sangue rosso vivo; se poi si formano piccoli tagli all'ano (ragadi), il dolore fa si che il bambino trattenga ulteriormente la scarica. Se l'accumulo di feci dura da tempo (magari senza che i genitori se ne accorgano), può succedere che il bambino, pur trattenendo, sporchi le mutandine (encopresi o incontinenza paradossa). Visitando il bambino che da tempo soffre di stipsi si trovano spesso ammassi di feci nella parte inferiore dell'addome e meteorismo.

Ad eccezione di alcune malattie (rare), le cause di stitichezza si possono riassumere in due gruppi: la stipsi da squilibri alimentari (carenza di fibre, eccesso di latte); la stipsi da ritenzione volontaria (il bambino che si rifiuta di farla).

Che cosa fare in caso di stitichezza?

Adottare, per quanto possibile, una alimentazione ricca di fibre (verdure verdi, cereali integrali) e di liquidi; istituire una corretta abitudine alla toilette, insegnando al bambino a regolarizzare gli orari (tutte le sere dopo cena, per sfruttare lo stimolo del pasto senza la fretta che tutti abbiamo al mattino), in ambiente comodo e non disturbato; tenere sempre un atteggiamento costruttivo, comprensivo, assolutamente non punitivo; utilizzare, se necessario, prodotti che rendono le feci meno dure (lattulosio, olio di vaselina), da assumere tutti i giorni per qualche settimana o mese, regolando la dose sul risultato; utilizzare i clisteri solo occasionalmente, quando le feci dure già formate vanno rimosse.

1/11/1996

6/2/2014

X

Sai che puoi avere tutti i giorni un consiglio del Pediatra? Iscriviti gratis alle nostre Newsletter!

Tutti i giorni le Pillole di Pediatria, un consiglio del Pediatra sulla salute del tuo bambino, su misura per la sua età. E se sei in attesa, 9mesi è la newsletter che ti accompagnerà per tutta la gravidanza, settimana dopo settimana.
Scrivi qui sotto la tua email e clicca su OK!

I commenti dei lettori

ho letto alcuni consigli utili x la stichezza, ho un bimbo di 2 anni che da un mese e mezzo circa ne soffre, adesso li proverò speriamo bene. vi farò sapere se ci saranno dei risultati!! grazie

loredana (RN) 25/10/2010

salve, sono la mamma di una bimba di 2 anni e 8 mesi, soffre da qualche mese di stitichezza abbastanza forte, vederla defecare fra tutte quelle sofferenze e' uno strazio! Ho trovato un po' di miglioramenti con 2 bustine di paxabel e clisterini alla bisogna, ma sto' pensando di rivolgermi ad un pediatra omeopata, tanto per sentire se ci fosse un rimedio alternativo...voi che cosa ne pensate? qualcuno ne ha tratto benefici?sono un po' scettica...grazie Chiara, Ancona

chiara (AN) 03/01/2011

Chiara, anche la mia bimba di 18 mesi soffre di stitichezza ho iniziato a dargli MANNITOLO al inizio le metti un 1/4 dentro la pappa o dentro il biberon, dopo diminuisci la dossi, e un prodotto naturale, e in più le metto dentro la pappa semi di lino e crusca frullata, ottimo !!!! io cerco di usare tutto naturale. Florencia

Forencia (PV) 11/01/2011

Anche Luca,3 anni,ha cominciato ad avere problemi di stipsi dopo aver tolto il pannolino:all'inizio se la faceva addosso, e ciò è continuato per 4 mesi, poi ha cominciato a nascondersi e a "trattenerla", dividendo così l'evacuazione in più parti durante il giorno;poi pareva si fosse deciso a fare la cacca normalmente, avvisandoci quando gli scappava e accettando di farla nel water,ma poi ha deciso di non farla all'asilo, di non farla in casa altrui....l'odore delle feci lo faceva vomitare(non scherzo,aveva conati di vomito se non vomito vero e proprio), diceva che facevano schifo!Tutto ciò senza che nessuno in casa lo punisse e facesse commenti sgraditi o altro riguardo alla faccenda.Insomma,a forza di trattenerla per farla dove,come e quando voleva lui è diventati stitico.Ora da qualche settimana non si scarica se non con un microclisma, che è un'impresa fargli, per non parlare del dolore che prova.Inutile cercare di educarlo al vasino come giustamente suggeriva il pediatra, o arricchire la sua alimentazione:Luca rifiuta senza remore tutto ciò che per lui ha sapore di costrizione.La mannite?anch'io ne ho sentito parlare, ma è il mannitolo?è insapore o dolce?altrimenti la vedo dura che mio figlio accetti di prenderla.Aggiungo che Luca è un bambino molto amato e coccolato, al quale prestiamo ogni supporto psicologico ed emotivo per aiutarlo a crescere, ma la sua testardaggine è leggendaria.Comunque ha ragione il medico,molti bimbi cominciano ad essere stitici perchè semplicemnte si rifiutano di "lasciar andare" la cacca, oltre naturalmente al fascino che esercita il potere di trattenerle. Tiziana

tiziana (BS) 22/02/2011

ho una bambina di 4 anni e mezzo e da un anno si gonfia l'addome si piega letteralmente di dolori mettendosi a pancia in giù con le gambe incrociate ha delle vere e proprie coliche gassose la curano per stitichezza adesso evacua più o meno tutti i giorni ma i dolori non passano inutile dire di aver fatto ogni tipo di analisi tutte negative anche tutti i parassiti intestinali aiuto! debora

20/10/2011

Vorrei ricordare alla mamma della  bimba con dolori addominali e gonfiori che questi sono anche sintomi un po' subdoli della celiachia. Siccome io ne soffro e so che arrivare alle diagnosi è un po' difficile a volte, ti consiglio di chiedere al pediatra se è il caso di cercare gli anticorpi specifici. E' solo un esame del sangue che da indicazioni per approfondire se necessario. Auguri alla piccola. Ciao.

guga (AR) 02/12/2011

Mia figlia è stitica dalla nascita, le ho provate tutte, lei mangia tutti i giorni verdura e cerco di farla bere il più possibile, ma ci sono settimane in cui è talmente dura da farla piangere, così adesso che ha 20 mesi e potrebbe cominciare con il vasino non riesco a farglielo fare perché ha paura di sentire male! Nessun pediatra mi aveva ancora detto di provare a togliere il latte, proverò con quello di soya!!!

Sara (SP) 04/03/2013

Ciao! Io facendo mangiare al mio bimbo il kiwi dopo cena ho risolto il problema della stipsi. Enrica

Enrica (TO) 12/03/2013

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Stitichezza o stipsi nei bambini"

Stitichezza e allergia al latte
In uno studio di autori italiani sull'allergia alle proteine del latte vaccino è stata confermata l'associazione tra stipsi e proteine del latte vaccino.
La stitichezza in gravidanza
La stitichezza è un problema comune in gravidanza. I consigli per risolvere o per attenuare il problema.
Occlusione intestinale alla nascita
Neonato che non riesce a scaricarsi. I consigli del pediatra.
Il megacolon congenito
Mio figlio è affetto da mega colon congenito. I sintomi e la terapia chirurgica.
Stitichezza nel neonato
La stitichezza del neonato non dipende dalla frequenza, quanto piuttosto dallo sforzo ad evacuare, causato dalla eccessiva compattezza delle feci.
Stitichezza in gravidanza
La stitichezza, disturbo frequente tra le donne, può peggiorare in gravidanza.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Allattamento al seno: mastite e ingorgo mammario
L'ingorgo mammario può predisporre a mastite (infezione della mammella) con comparsa di febbre anche elevata.
Doppio distretto renale
E' importante conoscere la funzionalità renale di ogni distretto e la valutazione migliore è data dalla scintigrafia.
Urinare spesso in gravidanza
All'inizio della gravidanza c'è l'esigenza di urinare molto più frequentemente di prima a causa del cambiamento di forma e dimensioni dell'utero.
Ferro al neonato
Nel neonato il fabbisogno di ferro è assai elevato a causa della sua rapida crescita in statura e in peso.
Incontinenza sfinterica
Incontinenza sfinterica può intendersi come incontinenza fecale (encopresi) o urinaria (enuresi).

Quiz della settimana

Quale tra le seguenti affermazioni riguardanti i mucolitici è corretta?
Modificano la consistenza del muco rendendolo più fluido
Rompono i legami chimici tra le molecole proteiche che compongono il muco
Aumentano la velocità con cui le cellule della mucosa bronchiale eliminano il muco
Tutte le risposte sono esatte