ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

tutte le risposte dei nostri specialisti

Supposte per la stitichezza

Utilizzare supposte di glicerina per stimolare l'ano può essere utile solo sporadicamente. La stitichezza va affrontata intervenendo sul meccanismo di formazione delle feci.

a cura di: Dott. Giuseppe Varrasi (pediatra)

Per un bimbo di due mesi è accettabile stimolare quotidianamente l'evacuazione con una suppostina di glicerina introdotta e tolta delicatamente nel sederino? Questo metodo ci è stato suggerito, ma, ad avviso di alcuni componenti della nostra famiglia, potrebbe rendersi responsabile della omosessualità del bimbo.

La stitichezza (stipsi)  va affrontata intervenendo piuttosto sul meccanismo di formazione delle feci che non sulla loro evacuazione. Utilizzare supposte di glicerina o microclismi o l'ampolla del termometro per stimolare l'ano e quindi il riflesso di evacuazione può essere utile sporadicamente, soprattutto all'inizio della terapia, per sbloccare una situazione di ingombro.

Non può certamente, però, diventare una pratica abitudinaria, soprattutto nelle età successive.

Insistere con una eccessiva manipolazione della zona anale è infatti rischioso per lo sviluppo psicologico del bambino, oltre che inutile ai fini terapeutici. A maggior ragione se ciò accade nel periodo in cui il bambino sta imparando a togliere il pannolino e quindi a controllare le scariche: sarebbe come insegnargli che la cosa è troppo difficile per lui e che occorrerà sempre l'aiuto della mamma.

Il rischio, quindi, non è tanto quello della potenziale omosessualità (i cui meccanismi non sono spiegabili così semplicisticamente), quanto piuttosto di privare il bambino di una conquista importante con una manovra invadente e non rispettosa.

1/7/1997

20/2/2016

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Supposte per la stitichezza"

Stitichezza in gravidanza
La stitichezza è un disturbo frequente in gravidanza e può riguardare sia la consistenza delle feci sia la frequenza dell'evacuazione.
Occlusione intestinale alla nascita
Neonato che non riesce a scaricarsi. I consigli del pediatra.
Stitichezza nel neonato
La stitichezza del neonato non dipende dalla frequenza, quanto piuttosto dallo sforzo ad evacuare, causato dalla eccessiva compattezza delle feci.
Stitichezza a sei mesi
Da quando mio figlio ha iniziato lo svezzamento soffre di stitichezza. Quali consigli mi potete dare?
Stitichezza in gravidanza
La stitichezza, disturbo frequente tra le donne, può peggiorare in gravidanza.
Trattiene le feci
Trattiene le feci e ci disperiamo intorno a lei per fargliela fare. I consigli del pediatra.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Ha paura dei tuoni
Mio figlio di due anni ha paura dei tuoni e dei forti rumori. E allora cosa fare con un bimbo pauroso? I consigli dello psicologo.
Rimane attaccata al seno anche un'ora
Ad ogni poppata rimane attaccata al seno anche un'ora. E fa 3 o 4 pasti di notte. Le regole per un buon attacco al seno.
Speciale: Le cause del mal di gola
Il mal di gola si accompagna spesso ai cambiamenti climatici tipici del periodo autunnale. Nella maggior parte dei casi, in età pediatrica è provocato da virus.
Il biscotto nel latte?
E' consigliabile aumentare la quantità di latte piuttosto che mettere il biscotto nel latte. L'introduzione del biscotto è consigliabile dal 4° mese.
La toxoplasmosi in gravidanza: il gatto o il cane in casa danno problemi? Che prevenzione attuare?
La toxoplasmosi può essere presa dal gatto o dal cane? I consigli da seguire durante la gravidanza e la prevenzione da seguire nell'alimentazione.

Quiz della settimana

Quale tra le seguenti è una controindicazione all'allattamento materno?
La miopia
La prematurità
L'infezione da virus HIV (quello che provoca l'AIDS)
L'ittero da latte materno