ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

tutte le risposte dei nostri specialisti

Vessazioni a scuola

Mia figlia viene fatta oggetto di vessazioni da parte dei suoi compagni di classe. Non so davvero che fare se non cambiare classe o scuola. I consigli della psicologa.

a cura di: Dott.ssa Maria Rita Esposito (psicopedagogista)

Purtroppo mia figlia di quasi sette anni e mezzo, viene fatta oggetto di vessazioni da parte dei propri compagni di classe che spesso la colpiscono con dei calci. Ho parlato sia con le insegnanti, con il dirigente scolastico, nonchè con i genitori: le cose si risolvono per circa una settimana poi tutto torna come prima. Non so davvero che fare se non cambiare classe o scuola.

La situazione da lei esposta è alquanto scarna di dettagli, per poterla aiutare. Lei mi dice che i compagni colpiscono a calci  la sua  piccola. Quali? Quanti alunni? Non riesco ad immaginare che si tratti dell'intero gruppo- classe, probabilmente lei si riferisce ad un bambino in particolare o ad alcuni di loro.

Mi dice inoltre di aver già parlato con i docenti e il dirigente, e addirittura con tutti i genitori, ma non mi elicita nella sua mail quali sono state le loro risposte e soprattutto le condotte riparatorie messe in atto dal dirigente.

Le consiglio di verbalizzare con una lettera la cosa al dirigente, nella quale avrà cura di riportare i particolari degli
eventi scolastici in cui si verificano tali sgradevolissime situazioni.

Mi faccia sapere qualcosa in più per poterla orientare. Attenda un attimo prima di cambiare classe o scuola, seppure è una strada percorribile, soltanto dopo aver delineato in modo chiaro la cosa.

10/10/2011

20/4/2016

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Vessazioni a scuola"

Scegliere il tempo pieno a scuola
I dubbi sulla scelta del tempo pieno a scuola. Il punto di vista dello psicologo.
Dislessia
La dislessia è una difficoltà che riguarda la capacità di leggere e scrivere in modo corretto e fluente.
Non vuole fare i compiti
Frequenta la prima elementare e le maestre dicono che in classe non ha problemi, ma non vuole fare i compiti nel pomeriggio.
L'ansia da scuola
L'ansia per la scuola si manifesta quasi sempre al momento del primo impatto con la vita di collettività, cioè a tre anni.
Soffre il confronto con altri e ha paura di sbagliare
A scuola soffre il confronto con gli altri e ha paura di sbagliare. I consigli della psicologa per superare questo momento.
Si rifiuta di andare a scuola
A otto anni si rifiuta di andare a scuola. Come possiamo aiutarla? Come scoprire il motivo del suo rifiuto? I consigli della psicologa.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Calmare il pianto del neonato
Il pianto del neonato è fatto apposta per non lasciare indifferenti. Non esistono neonati che mangiano, dormono e non piangono mai.
Che ruolo gioca il freddo nelle malattie da raffreddamento?
Il termine "raffreddore" ha ancora senso? La sola esposizione al freddo non può causare una malattia infettiva delle prime vie aeree.
Inserimento graduale alla scuola materna
L'inserimento graduale alla scuola materna può disorientare una bambina già abituata all'asilo nido? I consigli della psicologa.
E' necessaria la profilassi con Vitamina K in un neonato?
Il neonato è carente di vitamina K ed è importante fornire una supplementazione.
Uso del montelukast nei bambini piccoli
Esistono controindicazioni ad usare gli antileucotrieni Montelukast nei bambini piccoli? Il parere del Pediatra.

Quiz della settimana

Come si corregge una ernia ombelicale del diametro di 2 cm in un bambino di sei mesi di età?
Applicandovi sopra un cerotto
Con un intervento chirurgico immediato
Entrambe le cose sono da fare
Non si deve fare nulla