ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

tutte le risposte dei nostri specialisti

Vessazioni a scuola

Mia figlia viene fatta oggetto di vessazioni da parte dei suoi compagni di classe. Non so davvero che fare se non cambiare classe o scuola. I consigli della psicologa.

a cura di: Dott.ssa Maria Rita Esposito (psicopedagogista)

Purtroppo mia figlia di quasi sette anni e mezzo, viene fatta oggetto di vessazioni da parte dei propri compagni di classe che spesso la colpiscono con dei calci. Ho parlato sia con le insegnanti, con il dirigente scolastico, nonchè con i genitori: le cose si risolvono per circa una settimana poi tutto torna come prima. Non so davvero che fare se non cambiare classe o scuola.

La situazione da lei esposta è alquanto scarna di dettagli, per poterla aiutare. Lei mi dice che i compagni colpiscono a calci  la sua  piccola. Quali? Quanti alunni? Non riesco ad immaginare che si tratti dell'intero gruppo- classe, probabilmente lei si riferisce ad un bambino in particolare o ad alcuni di loro.

Mi dice inoltre di aver già parlato con i docenti e il dirigente, e addirittura con tutti i genitori, ma non mi elicita nella sua mail quali sono state le loro risposte e soprattutto le condotte riparatorie messe in atto dal dirigente.

Le consiglio di verbalizzare con una lettera la cosa al dirigente, nella quale avrà cura di riportare i particolari degli
eventi scolastici in cui si verificano tali sgradevolissime situazioni.

Mi faccia sapere qualcosa in più per poterla orientare. Attenda un attimo prima di cambiare classe o scuola, seppure è una strada percorribile, soltanto dopo aver delineato in modo chiaro la cosa.

10/10/2011

20/4/2016

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Vessazioni a scuola"

Un caso di tubercolosi a scuola
Nel caso di tubercolosi a scuola è necessario un trattamento preventivo antitubercolare a tutti i compagni.
Bambino troppo vivace a scuola
E' fondamentale cercare con serenità di capire i veri motivi che spingono i bambini a comportarsi in modo così vivace. I consigli dello psicologo.
Mandarlo in una scuola all'estero
E' piccolo: una scuola all'estero lo farebbe crescere bilingue, ma la famiglia sarebbe costretta a dividersi.
Scuola materna, scuola elementare
Secondo voi è importante scegliere una scuola materna che offra la continuità con la scuola elementare? I consigli della psicologa.
Problemi di inserimento in prima media
E' in crisi, continua a piangere per l'enorme cambiamento che le medie comportano.
Si rifiuta di andare a scuola
A otto anni si rifiuta di andare a scuola. Come possiamo aiutarla? Come scoprire il motivo del suo rifiuto? I consigli della psicologa.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Dopo il parto
Dopo il parto che cosa succede al corpo della mamma? Il brusco cambiamento avvenuto con il parto porta l'organismo ad una serie di modificazioni.
Posizione nel sonno e morte improvvisa del lattante
Statisticamente la SIDS (morte improvvisa del lattante) capita più spesso in chi ha una posizione nel sonno sbagliata.
Trauma cranico: cosa fare quando un bambino sbatte la testa
Come gestire il trauma cranico. Non è sempre necessario portarlo in ospedale.
Non vuole stare con suo papà
Mia figlia di 13 mesi vuole stare sempre con me e non con il suo papà. I consigli dello psicologo.
Punti neri sulla fronte
La terapia da seguire per l'eliminazione dei punti neri sulla fronte.

Quiz della settimana

A che cosa serve la vitamina C?
Ha un'azione anti-ossidante
Favorisce l'assorbimento del ferro
Serve per produrre una sostanza chiamata collagene
Tutte le risposte sono esatte