ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Aciclovir

Mia figlia di due anni ha la varicella. Mi hanno consigliato una terapia, utilizzando aciclovir, per la sorellina.

a cura di: dott. Auro Della Giustina (pediatra)

Ho una figlia di 2 anni a cui è venuta la varicella. Alla seconda figlia di 7 mesi la pediatra mi ha consigliato di darle "aciclovir" una settimana prima della possibile comparsa dei puntini. Cosa devo fare?

Aciclovir e varicellaL'uso dell'aciclovir nella profilassi post-esposizione/ terapia della varicella è un argomento ampiamente dibattuto dagli esperti del settore. L'attuale orientamento ci suggerirebbe l'utilizzo del farmaco in particolari situazioni, vedi l'impiego in soggetti in cui sono maggiormente possibili le complicazioni della malattia (anche se, per dovere di cronaca, c'è da aggiungere che non sono poi codificate con precisione quali siano le categorie a rischio).

Ciò premesso, io sono del tutto favorevole all'uso del farmaco in soggetti come i neonati e, più in generale, lattanti nel primo anno di vita, nonché pazienti immunocompromessi, ritenendo tali soggetti a rischio di sviluppare possibili complicanze sia di natura infettiva che neurologica.

Bene quindi ha fatto, sempre a mio parere, la sua pediatra a suggerirle l'uso dell'aciclovir, avendo appunto la sua secondogenita sette mesi. In bambini sani da 1 a 14 anni non ritengo invece sia indicato né in alcun modo necessario l'uso del farmaco; tuttavia, in questi ultimi casi, ove si intervenisse entro 72 ore dal contagio, sarebbe invece consigliato l'uso del vaccino anti-varicella.

Tornando alla piccola di sette mesi, io consiglio di attendere sette giorni (massimo dieci) dalla comparsa della malattia (prime vescicole) nella figlia grande e, appunto al 7° giorno, iniziare la terapia con aciclovir (cercate quindi di fare i conti bene, riguardo la comparsa delle prime vescicole nella grande).

La dose di farmaco da dare (ove non inclusa nella confezione, utilizzate una siringa, ovviamente senz'ago, che riempirete fino alla dose consigliata in millilitri, per essere precisi nella somministrazione orale) è di 20 mg/ Kg/ dose da dare ogni 6 ore (quattro volte al dì, quindi) per un totale di 10 giorni.

Per vostra comodità, sarebbe equivalente a 1 ml (80 mg)  per ogni chilo di peso al giorno, da dividere quindi per quattro dosi. Esempio: un bambino di 8 Kg deve prendere 2 ml (cc) di aciclovir ogni 6 ore per un totale di 8 ml al giorno per 10 giorni.

2/6/2010

8/5/2017

I commenti dei lettori

il mio bimbo ha 4 anni è da 5gg che ha la varicella,la sua sorellina ha 2mesi a che problemi si và incontro?la pediatra mi ha detto di iniziare fra 3 gg con l'aciclovir,si può aver la speranza che nn la prenda?

claudio (MB) 20/07/2011

Mio figlio più grande ha preso la varicella all'asilo quando aveva tre anni. Per lui non ci sono stati grossi pericoli: la varicella è stata leggera e il decorso rapido. Altra cosa è successa per il fratellino di 5 mesi: non c'era posto dove non avesse una vescicola e in zona pannolino non aveva in centimetro quadrato di pelle sana.la pediatra mi aveva consigliato una pomata per far seccare prima le vescicole. Non ho tenuto conto di quanti tubetti ho dovuto comprane. Per fortuna non ha lasciato consegueze. Cristina. MB

maria Cristina (MB) 22/08/2011

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Aciclovir"

Varicella in un neonato
E' vero che grazie all'allattamento il neonato è protetto dai miei anticorpi contro la varicella? La risposta del pediatra.
Atassia cerebellare dopo varicella
Sebbene raramente, la varicella può complicarsi a livello neurologico con meningoencefalite o atassia cerebellare.
Varicella nei bambini: sintomi e cura
La varicella è una delle malattie esantematiche ed è causata dal virus Varicella-Zoster. Come si riconosce, i sintomi e come si cura.
Varicella in gravidanza
Contrarre la varicella in gravidanza è una situazione rara, ma non rarissima: leggi i nostri consigli.
Vaccinazione contro la varicella durante l'allattamento
E' possibile vaccinarsi contro la varicella durante l'allattamento. Il vaccino puo' essere somministrato dal suo Medico curante.
La mamma ha la varicella
Se la mamma ha la varicella anche il neonato rischia di prenderla. Si consiglia di iniziare un trattamento con aciclovir.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Attaccamento alla mamma e rifiuto dell'estraneo
Ha un forte attaccamento alla mamma. La mamma deve mediare le risposte emotive del suo bambino e ampliarne le esperienze verso l'esterno.
Ha la fontanella pulsante
Ha la fontanella pulsante perché i capelli in corrispondenza della fontanella si alzano e si abbassano ritmicamente.
La propoli e lo zinco
Ho letto che assumere la propoli e lo zinco aiuta a ridurre le infezioni delle vie respiratorie. I consigli del Pediatra.
Allattamento al seno: la mamma che allatta
L'allattamento al seno è bello e utile, ma come fare? I nostri consigli alla mamma che allatta un neonato.
Ecografia morfologica in gravidanza
L'ecografia morfologica è finalizzata allo studio delle strutture anatomiche fetali per lo screening o la diagnosi delle malformazioni fetali.

Quiz della settimana

Che cosa è l'ambliopia?
Una particolare forma di zoppia
Il mancato o diminuito sviluppo della capacità visiva da uno o entrambi gli occhi
Una rara forma di strabismo che interessa alternativamente i due occhi
La difficoltà a vedere gli oggetti da lontano