ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Mancano alcuni denti definitivi

Quando mancano denti definitivi si parla di agenesia dentale, difetto che crea una serie di problemi estetici e funzionali della bocca e della masticazione.

a cura di: Dott. Gabriele Floria (odontoiatra, protesista dentale e specialista in ortognatodonzia)

La mia bambina compirà sette anni e mezzo nel prossimo mese di maggio. Il suo odontoiatra ha richiesto una ortopantomografia del cavo orale in vista del posizionamento di un apparecchietto dentale per dei piccoli problemi agli incisivi mediali superiori. Ha scoperto così una agenesia dei quinti e dei settimi definitivi dell'arcata inferiore, le cui gemme non sono identificabili all'esame radiografico. Gradirei avere qualche notizia su questa condizione e dei consigli sul comportamento da tenere.

L'agenesia degli elementi dentali permanenti crea una serie di problemi estetici e funzionali. In questo caso la mancanza dei quinti e settimi inferiori deve essere valutata dall'ortodontista soprattutto nell'ottica di ottenere una buona occlusione considerando il differente numero dei denti fra le due arcate.

In genere l'elemento deciduo, che non ha l'omologo permanente di sostituzione, permane più a lungo in bocca (anche molti anni), ma va lentamente incontro a riassorbimento: pertanto è necessario prevedere (fin da adesso) la sostituzione protesica e/o la chiusura degli spazi. Non è possibile consigliare in un senso o in un altro senza valutare tutti i parametri radiografici (cefalometrici), occlusali, collaborativi, funzionali etc... ma il suo ortodontista saprà certamente proporre un adeguato piano di trattamento.

1/4/1999

27/11/2016

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Mancano alcuni denti definitivi"

Febbre, dentini e sesta malattia
Mio figlio di nove mesi ha la febbre da tre giorni. Gli hanno diagnosticato la "febbre da dentini" o la sesta malattia.
Trauma dentale
Uno dei due denti incisivi si è scurito dopo un trauma. Il dentista deve fare gli accertamenti necessari dopo la valutazione diagnostica.
Lo spazzolino da denti
I consigli per pulire in modo corretto lo spazzolino da denti.
Alito cattivo
L'alito cattivo o alitosi nei bambini si spiega con la formazione nella bocca di sostanze maleodoranti o con alcune malattie della bocca o del naso.
I dentini
Quando spuntano i primi dentini? Quali sono i “fastidi” legati alla comparsa dei dentini? Bisogna avere cura dei denti da latte? I consigli del Pediatra.
Quando togliere il ciuccio?
Solitamente il ciuccio viene spontaneamente abbandonato verso i due-tre anni di vita a mano a mano che il piccolo acquista fiducia in se stesso.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Alimentazione dopo l'anno di vita
Dopo il primo anno, l'alimentazione sarà quasi uguale a quella di un adulto. E' importante che segua una dieta completa e varia.
Dolori alle articolazioni e alla schiena in gravidanza
Durante tutta la gravidanza può capitare di avvertire dei dolori articolazioni e alla schiena.
Macchie mongoliche
Le macchie mongoliche sono lesioni maculari congenite determinate dalla presenza in eccesso nel derma.
Aerofagia
Per evitare l'aerofagia nel lattante è bene utilizzare prodotti a base essenzialmente di finocchio, anice verde, melissa e camomilla.
Gli è stato diagnosticato un reflusso vescico-ureterale
La correzione del reflusso vescico-ureterale può essere chirurgica. La tecnica più frequentemente adottata è quella di Cohen.

Quiz della settimana

Che cosa è il miocardio?
Un osso
Una arteria
Un muscolo
Un nervo