ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Apnea notturna nei bambini

Circa il 10% dei bambini di età compresa tra 3-5 anni soffre di apnea notturna. La terapia consigliata dal Pediatra.

a cura di: Dott. Luana Nosetti (pneumologa)

Sono la mamma di un bambino di 3 anni che ha problemi di ipertrofia adenoidea con relativo russamento. Vorrei sapere quanto sia importante fare al bambino l'esame del sonno prima di decidere se sottoporlo all'operazione. Ho consultato due otorinolaringoiatri: il primo mi ha detto, per l'appunto, che prima di operare bisogna capire se il bambino dorme correttamente in quanto durante il sonno a volte va in apnea. Il secondo, durante la visita e dopo una cura a base di mucolitici, ha stabilito che il bambino va operato. Francamente, sono un po' perplessa e vorrei il vostro parere a riguardo.

Con molto piacere rispondo alla domanda inviatami, in quanto molto spesso esistono equivoci sulla gestione di bambini con ipertrofia adenotonsillare. Attualmente non esistono dubbi relativamente alla necessità di effettuare uno studio del respiro nel sonno per discriminare la necessità e l'eventuale tipo d'intervento da effettuare (adenoidectomia o adenotonsillectomia). Sicuramente solo dopo un monitoraggio che consente di discriminare tra la presenza di solo russamento o di eventuali apnee associate si potrà fare un bilancio sulle reali necessità del bambino.

L'utilizzo di eventuali terapie mediche (spray nasali steroidei, ecc.) può determinare un miglioramento solo a breve termine, non certo risolutivo nel caso di apnee; tali terapie sono da noi utilizzate solo in attesa dell'intervento chirurgico e in forme cliniche molto lievi di russamento. Purtroppo i problemi respiratori nel sonno sono sicuramente più comuni di quanto si creda: circa il 10% dei bambini di età compresa tra 3-5 anni della popolazione pediatrica varesina, in uno studio da noi effettuato, presenta russamento o apnee, dati questi rilevati con un monitoraggio domiciliare del sonno su un grande campione di pazienti, e non con un semplice questionario.

1/7/1998

1/7/2015

I commenti dei lettori

ho il bambino che quando dorme spesso mi va in apnea e si sveglia di soprassalto e piange; ha un anno e mezzo:: cosa posso fare?

giuseppe (CE) 24/03/2011

anche mia figlia che attualmente ha 6 anni ha avuto ed ha ancora problemi di russamento notturno, che ho risolto facendole praticare nuoto in piscina, non mare. Non saprei dare una spiegazione medica, ma il miglioramento nella respirazione è eclatante, lei ora respira bene, sarà forse per il cloro combinato ai vapori, ma basta fermarla che il problema si ripresenta, questa è attualmente la cura efficace per mia figlia che vorrei condividere. Anna

anna (BA) 11/02/2013

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Apnea notturna nei bambini"

Un apparecchio per il controllo del respiro del neonato
L'apparecchio per il controllo del respiro del neonato purtroppo non assolve l'obbiettivo ovvero non suona quando a volte un bambino presenta un'apnea.
Non riesce a respirare dal naso
Ha tolto le adenoidi, ma non riesce a repirare dal naso.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Calmare il pianto del neonato
Il pianto del neonato è fatto apposta per non lasciare indifferenti. Non esistono neonati che mangiano, dormono e non piangono mai.
Che ruolo gioca il freddo nelle malattie da raffreddamento?
Il termine "raffreddore" ha ancora senso? La sola esposizione al freddo non può causare una malattia infettiva delle prime vie aeree.
Inserimento graduale alla scuola materna
L'inserimento graduale alla scuola materna può disorientare una bambina già abituata all'asilo nido? I consigli della psicologa.
E' necessaria la profilassi con Vitamina K in un neonato?
Il neonato è carente di vitamina K ed è importante fornire una supplementazione.
Uso del montelukast nei bambini piccoli
Esistono controindicazioni ad usare gli antileucotrieni Montelukast nei bambini piccoli? Il parere del Pediatra.

Quiz della settimana

Come si corregge una ernia ombelicale del diametro di 2 cm in un bambino di sei mesi di età?
Applicandovi sopra un cerotto
Con un intervento chirurgico immediato
Entrambe le cose sono da fare
Non si deve fare nulla