ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Asma bronchiale

Caratteristiche dell'asma sono la reversibilità dell'ostruzione bronchiale, l'iperreattività bronchiale e l'infiammazione delle vie aeree.

a cura di: Dott. Renato Sambugaro (allergologo pediatra)

Vorrei sapere perché viene l'asma e come si cura.

L'asma è una malattia infiammatoria cronica delle vie aeree. I soggetti che soffrono di questa malattia presentano senso di soffocamento, costrizione toracica, tosse, crisi ricorrenti di difficoltà respiratoria. Caratteristiche dell'asma sono la reversibilità dell'ostruzione bronchiale, l'iperreattività bronchiale e l'infiammazione delle vie aeree. Soltanto nel 30% dei casi la causa dell'asma è di origine esclusivamente allergica, in altri casi intervengono altri fattori, in particolare infettivi, ma anche di altra natura che concorrono nel causare la patologia.

La prevalenza dell'asma bronchiale nella popolazione generale in Italia è del 4-5 %; insorge con notevole frequenza in età infantile, spesso al di sotto dei cinque anni. La familiarità sembra svolgere un ruolo importante come pure le cause ambientali. Tra i fattori principali scatenanti abbiamo: gli allergeni (acari della polvere, graminacee, parietaria), infezioni virali, sostanze chimiche a basso peso molecolare (isocianati, farmaci, sostanze chimiche diverse), polveri di legno, farine, tinture, cosmetici, forfore e derivati animali, fibre tessili. Per quanto riguarda la terapia essa si basa su tre principi fondamentali: a) eliminazione dell'esposizione agli allergeni b) terapia farmacologica c) immunoterapia specifica (in caso di asma allergico).

La terapia farmacologica utilizza farmaci antiinfiammatori (cortisonici) e farmaci ad azione sintomatica (broncodilatatori). L'immunoterapia specifica (in caso di asma allergico) consiste nella somministrazione di dosi crescenti di estratti allergenici in modo da desensibilizzare l'organismo. Attualmente sono molto utilizzati i vaccini sublinguali, specialmente nei bambini, vista la buona efficacia e la tolleranza dimostrata.

1/3/2000

11/3/2014

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Asma bronchiale"

Allergia all'alternaria
L'Alternaria è una muffa molto diffusa, che si sviluppa su carta da parati, tappeti, terriccio e foglie di piante ornamentali. Può provocare allergia.
Bronchite
La bronchite è un'infiammazione dei bronchi che causa tosse con catarro e febbre.
Come si fa l'aerosol nei bambini
L'aerosol nei bambini: cosa fare per eseguire in modo corretto un aerosol nei bambini.
Bronchite asmatica
La bronchite asmatica è un'infiammazione dei bronchi procurata o da infezione di carattere virale.
Dermatite atopica dall'eta' di tre mesi
La Dermatite Atopica, soprattutto se associata a ripetuti episodi di bronchite asmatica, rappresenta uno dei fattori di rischio per lo sviluppo di asma.
Problemi alle vie respiratorie
Mia figlia di quattro anni appena compiuti, si ammala spesso e sempre con problemi alle vie respiratorie (alte e basse).
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Genitori e figli giocano
Il gioco tra genitori e figli permette di migliorare la relazione familiare.
Ha problemi di svezzamento perché non mangia la pappa
Ha problemi con lo svezzamento perché a sette mesi rifiuta la pappa. I consigli dell'esperto sullo svezzamento.
Strofulo
Lo strofulo è una malattia legata ad una sensibilizzazione a sostanze irritanti o tossiche presenti nelle punture di insetti.
Celiachia e infertilità
Esiste una relazione tra celiachia e problemi di infertilità. In particolare, alcuni casi di abortività ricorrente e ridotta crescita fetale.
Ingrossamento della ghiandola mammaria
L'ingrossamento della ghiandola mammaria può essere inquadrato nell'ambito del telarca precoce. Può essere presente fin dalla nascita.

Quiz della settimana

Quando si può considerare definitivo il colore degli occhi in un lattante?
a 2-3 mesi di vita
a 4-5 mesi di vita
a 6-7 mesi di vita
a 11-12 mesi di vita