ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Asma bronchiale

Caratteristiche dell'asma sono la reversibilità dell'ostruzione bronchiale, l'iperreattività bronchiale e l'infiammazione delle vie aeree.

a cura di: Dott. Renato Sambugaro (allergologo pediatra)

Vorrei sapere perché viene l'asma e come si cura.

L'asma è una malattia infiammatoria cronica delle vie aeree. I soggetti che soffrono di questa malattia presentano senso di soffocamento, costrizione toracica, tosse, crisi ricorrenti di difficoltà respiratoria. Caratteristiche dell'asma sono la reversibilità dell'ostruzione bronchiale, l'iperreattività bronchiale e l'infiammazione delle vie aeree. Soltanto nel 30% dei casi la causa dell'asma è di origine esclusivamente allergica, in altri casi intervengono altri fattori, in particolare infettivi, ma anche di altra natura che concorrono nel causare la patologia.

La prevalenza dell'asma bronchiale nella popolazione generale in Italia è del 4-5 %; insorge con notevole frequenza in età infantile, spesso al di sotto dei cinque anni. La familiarità sembra svolgere un ruolo importante come pure le cause ambientali. Tra i fattori principali scatenanti abbiamo: gli allergeni (acari della polvere, graminacee, parietaria), infezioni virali, sostanze chimiche a basso peso molecolare (isocianati, farmaci, sostanze chimiche diverse), polveri di legno, farine, tinture, cosmetici, forfore e derivati animali, fibre tessili. Per quanto riguarda la terapia essa si basa su tre principi fondamentali: a) eliminazione dell'esposizione agli allergeni b) terapia farmacologica c) immunoterapia specifica (in caso di asma allergico).

La terapia farmacologica utilizza farmaci antiinfiammatori (cortisonici) e farmaci ad azione sintomatica (broncodilatatori). L'immunoterapia specifica (in caso di asma allergico) consiste nella somministrazione di dosi crescenti di estratti allergenici in modo da desensibilizzare l'organismo. Attualmente sono molto utilizzati i vaccini sublinguali, specialmente nei bambini, vista la buona efficacia e la tolleranza dimostrata.

1/3/2000

11/3/2014

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Asma bronchiale"

Asma da sforzo
L'asma da sforzo si manifesta con tosse o affanno alcuni minuti dopo la fine dell'attività, con brusca caduta dei valori di funzionalità respiratoria.
Rinite allergica
Quale prevenzione seguire perchè la rinite allergica non si trasformi in asma?
Asma e raffreddore
Ogni volta che ha il raffreddore gli viene anche l'asma. Come fare per evitarla.
Il cortisone
Il cortisone è il più potente antiinfiammatorio a disposizione per la cura di numerose malattie, tra le quali alcune patologie dell'apparato respiratorio.
Asma e dermatite atopica
La dermatite atopica è un'affezione infiammatoria della cute che colpisce circa il 10-12% dei bambini di età inferiore ai 7 anni.
Diario per l'asma
La terapia ed il controllo dell'asma richiedono una attenta valutazione della situazione clinica. E' importante la compilazione di un diario.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Cresce poco, ma è vivacissimo
Se il bambini cresce poco, ma ha una curva di crescita graduale e costante, in genere, non dovrebbero esserci problemi.
Stimolo ad urinare spesso in gravidanza
Lo stimolo ad urinare spesso è un problema frequente in gravidanza, l'incremento progressivo del volume dell'utero provoca una compressione sulla vescica.
Un rene ormai compromesso
Un reflusso vescico-ureterale congenito ha portato ad un rene ormai compromesso. Togliere il rene o correggere il difetto? I consigli dell'urologo.
Difetto interventricolare
Un buchino in mezzo al cuore domande e risposte sul difetto interventricolare.
Idrocefalo
L'idrocefalo è una malattia in cui si ha un accumulo di liquido cefalo rachidiano a livello delle cavità del cervello.

Quiz della settimana

In media qual è l'altezza di un maschietto al compimento dei due anni di vita?
80-81 cm
83-84 cm
87-88 cm
90-91 cm