ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Asma bronchiale

Caratteristiche dell'asma sono la reversibilità dell'ostruzione bronchiale, l'iperreattività bronchiale e l'infiammazione delle vie aeree.

a cura di: Dott. Renato Sambugaro (allergologo pediatra)

Vorrei sapere perché viene l'asma e come si cura.

L'asma è una malattia infiammatoria cronica delle vie aeree. I soggetti che soffrono di questa malattia presentano senso di soffocamento, costrizione toracica, tosse, crisi ricorrenti di difficoltà respiratoria. Caratteristiche dell'asma sono la reversibilità dell'ostruzione bronchiale, l'iperreattività bronchiale e l'infiammazione delle vie aeree. Soltanto nel 30% dei casi la causa dell'asma è di origine esclusivamente allergica, in altri casi intervengono altri fattori, in particolare infettivi, ma anche di altra natura che concorrono nel causare la patologia.

La prevalenza dell'asma bronchiale nella popolazione generale in Italia è del 4-5 %; insorge con notevole frequenza in età infantile, spesso al di sotto dei cinque anni. La familiarità sembra svolgere un ruolo importante come pure le cause ambientali. Tra i fattori principali scatenanti abbiamo: gli allergeni (acari della polvere, graminacee, parietaria), infezioni virali, sostanze chimiche a basso peso molecolare (isocianati, farmaci, sostanze chimiche diverse), polveri di legno, farine, tinture, cosmetici, forfore e derivati animali, fibre tessili. Per quanto riguarda la terapia essa si basa su tre principi fondamentali: a) eliminazione dell'esposizione agli allergeni b) terapia farmacologica c) immunoterapia specifica (in caso di asma allergico).

La terapia farmacologica utilizza farmaci antiinfiammatori (cortisonici) e farmaci ad azione sintomatica (broncodilatatori). L'immunoterapia specifica (in caso di asma allergico) consiste nella somministrazione di dosi crescenti di estratti allergenici in modo da desensibilizzare l'organismo. Attualmente sono molto utilizzati i vaccini sublinguali, specialmente nei bambini, vista la buona efficacia e la tolleranza dimostrata.

1/3/2000

11/3/2014

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Asma bronchiale"

Tosse secca notturna
La tosse secca notturna può essere un segno di asma o di sinusite.
Dermatite atopica dall'eta' di tre mesi
La Dermatite Atopica, soprattutto se associata a ripetuti episodi di bronchite asmatica, rappresenta uno dei fattori di rischio per lo sviluppo di asma.
Bronchite asmatiforme
Ha spesso la bronchite asmatiforme: devo temere un'evoluzione della malattia verso l'asma? I consigli dell'allergologo.
Il cortisone
Il cortisone è il più potente antiinfiammatorio a disposizione per la cura di numerose malattie, tra le quali alcune patologie dell'apparato respiratorio.
Diario per l'asma
La terapia ed il controllo dell'asma richiedono una attenta valutazione della situazione clinica. E' importante la compilazione di un diario.
Dermatite atopica e asma bronchiale e allergica
E' allergico alle graminacee e soffre di asma allergica. Potrebbe migliorare crescendo? I consigli dell'allergologo.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Allattamento artificiale: come faccio a fargli accettare il biberon?
Consigli per far accettare il biberon in corso di allattamento artificiale.
Incompatibilità da RH in gravidanza
L'identificazione del gruppo sanguigno e del fattore Rh deve essere sempre fatta all'inizio della gravidanza per tutelare la salute fetale.
Le sono usciti due denti permanenti prima che siano caduti quelli da latte
Se un dente permanente erompe prima della caduta del corrispettivo deciduo, si consiglia l'estrazione chirurgica del dente da latte.
I possibili effetti collaterali della vaccinazione contro l'influenza
Raramente si possono osservare effetti collaterali. Nella sede d’iniezione può verificarsi la comparsa di rossore, gonfiore e nelle 48 ore succesive.
Tic nervosi
I tic nervosi compaiono dopo i 6-7 anni di età e la loro evoluzione è molto variabile: possono apparire e scomparire spontaneamente.

Quiz della settimana

Che cosa significa la parola astenia?
Essere privo di forza
Altezza al di sotto della media
Carenza di vitamine
Sonnolenza