ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Bassa statura

E' più piccolo dei coetanei. La bassa statura può essere corretta con l'ormone della crescita?

a cura di: Dott. Italo Marinelli (pediatra)

Mio figlio ha 21 mesi è alto 76 cm e pesa 12,5 kg (genitori e nonni medio/bassi). Dato che ho notato la differenza di altezza con i suoi coetanei, ne ho parlato con il pediatra che mi ha spiegato che in futuro, dopo un accurato "eventuale" controllo in endocrinologia e solo in caso di reale necessità, si potrebbe somministrare l'ormone della crescita. Vorrei saperne di più sul tipo di esami da effettuare, come viene somministrato ed eventuali effetti collaterali.

La statura dipende da diversi fattori di natura genetica, ambientale, ormonale. Diverse condizioni sia fisiologiche (bassa statura familiare, ritardo costituzionale di crescita) che patologiche possono essere alla base di una ipostaturalità. Si definisce di bassa statura un bambino la cui altezza è inferiore al 3° percentile per l’età o che, in altri termini, è più basso di 97 coetanei su 100.

Tra le cause di bassa statura il deficit di ormone della crescita (in inglese Growth Hormone o GH) è una delle più frequenti e significative. Il GH viene prodotto e rilasciato in maniera pulsatile, intermittente, dalla adenoipofisi, una ghiandola posta alla base del cranio. Esso determina, assieme a diversi effetti metabolici, la crescita delle cartilagini di coniugazione poste tra il corpo (diafisi) e le estremità (epifisi) delle ossa lunghe. Una sua carenza determina quindi una bassa statura di tipo armonico, nella quale cioè le proporzioni tra i diversi segmenti corporei sono rispettate. E’ possibile evidenziare una deficit di GH determinandone la concentrazione ematica in condizioni di base e dopo stimoli farmacologici (insulina, clonidina, arginina) che ne determinano, in condizioni normali un innalzamento (picco) significativo. Il GH è prodotto soprattutto nel sonno e quindi sarà utile lo studio della secrezione notturna. In caso di deficit di GH vanno valutati gli altri ormoni ipofisari ed eseguito un accurato studio neuroradiologico (TAC cranica o Risonanza Magnetica Nucleare encefalica).

Nella valutazione di una bassa statura andrà sempre determinata l’età scheletrica (con la radiografia del polso) che permette la "predizione" della statura finale e la sua eventuale discrepanza con il bersaglio genetico; inoltre dovranno essere eseguiti preliminarmente numerosi esami volti ad escludere diverse cause di ipostaturalità (malattie cromosomiche, sindromi da malassorbimento quali la malattia celiaca, disturbi metabolici, ipotiroidismo, insufficienza renale). Se viene dimostrato un deficit va instaurata una terapia sostitutiva con GH, che è in grado di portare ad un significativo recupero dell’accrescimento staturale. In passato il GH era estratto da adenoipofisi umane, e si sono purtroppo verificati diversi casi di trasmissione del morbo di Creutzfeldt-Jakobs, condizione analoga alla BSE, più nota come "malattia della mucca pazza".

Attualmente è disponibile l’ormone della crescita biosintetico (cioè fabbricato in laboratorio con tecniche di ingegneria genetica) che, se usato in dosi fisiologiche, è praticamente privo di effetti collaterali. Va somministrato in 5-7 dosi settimanali, per via sottocutanea, preferibilmente alla sera e con apposite penne "indolori". Il suo bambino, a fronte di un peso normale, presenta una statura nettamente inferiore al 3° percentile. Manca un dato fondamentale, cioè la velocità di crescita, ma comunque consiglierei, in tempi brevi, una consulenza presso un centro di auxo-endocrinologia pediatrica per una completa valutazione di una condizione di bassa statura che non mi sentirei di sottovalutare.

29/5/2000

6/12/2014

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Bassa statura"

AISAC - Accociazione Acondroplasia
Una associazione per lo studio dell'Acondroplasia.
I bambini allergici crescono meno in altezza?
L'allergia non è una causa diretta di scarso accrescimento staturo-ponderale.
Con la febbre si cresce?
La crescita del bambino in corso di febbre è una credenza delle nonne. Nessuno può misurare una variazione di così piccola entità.
I percentili di crescita nei bambini
I percentili esprimono la posizione percentuale di una misurazione rispetto alla popolazione di riferimento.
Crescita dopo la pubertà
La crescita media di una ragazzina dopo il menarca è di 5 - 7,5 centimetri, seppur con grosse variazioni individuali.
La crescita di statura di un bambino
Per avere un quadro completo dello sviluppo è importante anche tenere conto della crescita della statura di un bambino.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

A tre anni non riesce ancora a strutturare le frasi
La variabilità dei tempi e modi dello sviluppo del linguaggio è notevole ma, in presenza di alcuni "segnali" significativi, vanno valutati alcuni aspetti.
Accertamenti a tappeto e screening
In Pediatria è corretto eseguire accertamenti (del sangue, strumentali o visite) solo quando esiste un sospetto diagnostico.
Problemi di inserimento in prima media
E' in crisi, continua a piangere per l'enorme cambiamento che le medie comportano.
Intervallo di tempo fra la somministrazione di vaccini diversi
Ci sono intervalli di tempo da rispettare tra un vaccino e l'altro?
La donna dopo il parto
Il brusco cambiamento avvenuto dopo il parto porta l'organismo ad una serie di complesse modificazioni.

Quiz della settimana

I lattanti che assumono latte materno hanno un minor rischio di contrarre:
Otiti
Gastroenteriti
Polmoniti
Tutte le risposte sono esatte