ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Bronchite asmatiforme

Ha spesso la bronchite asmatiforme: devo temere un'evoluzione della malattia verso l'asma? E' necessario una una profilassi ambientale? I consigli dell'allergologo.

a cura di: Dott. Alfredo Boccaccino (allergologo)

Il mio bambino, che ha quasi tre anni e, dai due anni e mezzo, ha cominciato a soffrire di frequente tosse secca; in due casi (a distanza di quattro mesi) la tosse è degenerata in bronchite con attacco di asma. Ho fatto tutte le prove allergiche ma sono risultate negative; io invece sono allergica agli acari. In passato non sembrava essere un bambino allergico: devo temere un'evoluzione della malattia verso l'asma? Devo fare una profilassi ambientale? Attualmente, il consiglio del pediatra è stato di cercare di prevenire altri attacchi asmatici facendo subito l'aerosol e, nel caso gli vengano, dargli il cortisone per bocca.

La presenza di episodi "asmatiformi" nella storia clinica del bambino e la familiarità positiva per allergia agli acari determinano un maggior rischio di evoluzione verso l'asma allergico.
La negatività delle prove allergiche non mette al sicuro, a causa della tenera età del bambino. Un altro importante fattore di rischio, che sembra non essere presente nel vostro piccolo, è la presenza di Dermatite Atopica. Il mio consiglio è quello di effettuare comunque una profilassi ambientale nei confronti degli acari della polvere domestica, al fine di prevenire la sensibilizzazione futura più probabile.

24/10/2002

8/4/2017

I commenti dei lettori

Si puo' essere allergici senza essere asmatici e si può' essere asmatici senza essere allergici

(PG) 22/01/2013

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Bronchite asmatiforme"

Dermatite atopica dall'eta' di tre mesi
La Dermatite Atopica, soprattutto se associata a ripetuti episodi di bronchite asmatica, rappresenta uno dei fattori di rischio per lo sviluppo di asma.
A quattro mesi ha già fatto tre cicli di antibiotico
Come possiamo aiutarla ad espellere il catarro? Ci sono in commercio gocce per liberare meglio il nasino?
Diario per l'asma
La terapia ed il controllo dell'asma richiedono una attenta valutazione della situazione clinica. E' importante la compilazione di un diario.
Reflusso gastro-esofageo e asma
La prevalenza di RGE in pazienti con asma varia dal 30% all’89% e circa il 40% di bambini con reflusso gastro-esofageo avrebbe sintomi simil-asmatici.
Come si fa l'aerosol nei bambini
L'aerosol nei bambini: cosa fare per eseguire in modo corretto un aerosol nei bambini.
Rinite allergica
Quale prevenzione seguire perchè la rinite allergica non si trasformi in asma?
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Allattamento al seno e risvegli notturni: vuole ancora il latte della mamma di notte
A otto mesi si sveglia e prende ancora il latte dalla mamma. Come comportarsi per risolvere il problema.
Anemia
Le cause possono essere congenite, trasmesse cioè con meccanismo ereditario, o acquisite durante il corso della vita.
Non vuole stare nel passeggino
Il tuo bambino non vuole stare nel passeggino? Alcuni consigli pratici su come fare a risolvere la situazione.
Accertamenti a tappeto e screening
In Pediatria è corretto eseguire accertamenti (del sangue, strumentali o visite) solo quando esiste un sospetto diagnostico.
Emorroidi in gravidanza
Le emorroidi sono un disturbo frequente durante la gravidanza. Le cause e i rimedi suggeriti dal ginecologo.

Quiz della settimana

Quando si è punti da una zecca, quale dei seguenti comportamenti occorre seguire?
Rimuovere la zecca con alcool o acetone
Lasciare la zecca in sede per alcune ore facendola intontire con ammoniaca
Rimuovere la zecca prontamente con una pinzetta
Schiacciare subito la zecca nella sede della morsicatura