ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Saperne di più

approfondire insieme al Pediatra

Il calcio

Il calcio è un fondamentale costituente delle ossa e dei denti. Si trova negli alimenti di origine animale e vegetale; le fonti principali sono i latticini e alcune acque minerali.

a cura di: Dott. Guido Vertua (pediatra)

Dove si trova

E' un macroelemento contenuto quasi esclusivamente nelle ossa e nei denti. Si trova negli alimenti di origine animale e vegetale; le fonti principali sono i latticini e alcune acque minerali. Il suo assorbimento è favorito dalla vitamina D. Gli ossalati (contenuti ad esempio nel rabarbaro e negli spinaci), i fitati e la lignina (presente nei prodotti integrali e le leguminose) riducono l’assorbimento del calcio.

A che cosa serve

Costituisce un fondamentale costituente delle ossa e dei denti. È importante per la trasmissione degli impulsi nervosi e la regolazione della contrazione muscolare. È necessario per la coagulazione del sangue.

Che cosa succede se manca

  • Ipocalcemia (livello troppo basso di calcio nel sangue), che provoca una ipereccitabilità neuromuscolare
  • Osteoporosi (riduzione della massa ossea).

15/9/2009

19/6/2016

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Il calcio"

Vitamina D
La vitamina D contribuisce alla calcificazione dell'osso. Il fabbisogno giornaliero da 0 a 2 anni è di 10 microgrammi (400 IU).
Rachitismo e vitamina D
Perché si danno le gocce di vitamina D dalla nascita? Servono ad evitare il rachitismo nei bambini.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Brufolo sulla palpebra. Può essere un calazio?
Gli è comparso un brufolo sulla palpebra in concomitanza alla crescita dei canini. La piccola neoformazione potrebbe essere un banale calazio.
Dà il latte adattato: fermatelo!
Ribadiamo la assoluta e indiscutibile superiorità dell'allattamento al seno sul biberon.
La preeclampsia
La preeclampsia è una malattia della gravidanza. Le forme più lievi scompaiono dopo il parto.
Come prepararla psicologicamente ad un intervento chirurgico?
I genitori devono favorire nel bambino il contenimento di angosce, paure e dolore fisico e ciò per consentire che egli si possa riappropriare del proprio corpo.
Hanno riscontrato un difetto del setto interatriale
Il difetto del setto atriale è una della cardiopatie congenite più frequenti. L'intervento viene eseguito, in assenza di sintomi, entro i 2 - 3 anni di età.

Quiz della settimana

Lo scorbuto è una malattia causata dalla carenza di una vitamina. Quale?
Vitamina A
Vitamina C
Vitamina E
Vitamina K