ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Soffre di una cardiopatia congenita

Il difetto del setto atriale tipo "ostium secundum" è una malformazione cardiaca in genere ben tollerata in età pediatrica e rari sono i casi di sintomaticità nei primi mesi di vita.

a cura di: Prof. Giovanni Stellin (cardiochirurgo)

Il mio bimbo quasi tre anni è affetto da DIA tipo ostium secundum di 12 mm asintomatico (N.d.R.: il DIA è un difetto del setto interatriale, cioè della parete che separa l'atrio destro dall'atrio sinistro. Può essere del tipo "ostium secundum", il più frequente, quando il difetto è nella parte alta del setto oppure "ostium primum", quando il difetto è nella parte centrale). Il pediatra e il cardiologo riscontrano un ritardo di crescita: ora pesa 12 Kg per 92 cm di altezza. Può essere dovuto a questa cardiopatia congenita? Inoltre chiedo: se il bimbo verrà operato, tra sei mesi, con intervento a cuore aperto, è obbligatorio effettuare trasfusioni di sangue?

Il difetto del setto atriale tipo "ostium secundum" è una malformazione cardiaca in genere ben tollerata in età pediatrica e rari sono i casi di sintomaticità nei primi mesi di vita. L'intervento di solito viene eseguito elettivamente dopo il primo anno di vita e, preferibilmente, in età prescolare. Tuttavia, il superlavoro del ventricolo destro, che deve gestire una quantità di sangue circa doppia di quella dei soggetti normali, può in effetti portare a ritardi di crescita.

Di fatto, molto spesso i bambini trattati in questa età, dopo correzione, mostrano subito un immediato beneficio che si identifica, molto spesso, con la normalizzazione della curva di crescita. La circolazione extracorporea sopra i dieci chili di peso non necessita di aggiunta di prodotti ematici qualora vengano usate quelle tecniche particolari come l'emofiltrazione ed il recupero del "residuo prime". L'intervento pertanto viene eseguito routinariamente nei bambini al di sopra degli 8-10 Kg di peso corporeo senza l'impiego di sangue di banca, spesso associato ad un approccio estetico mini-invasivo (incisione cutanea di cinque centimetri) e con una ospedalizzazione di soli 3-4 giorni.

20/5/2004

28/6/2015

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Soffre di una cardiopatia congenita"

Cardiopatia e sport
Quali tipi di sport può praticare un bambino che soffre di una lieve cardiopatia? Il parere del medico sportivo.
Soffio al cuore
Quando e' segno di malattia?
Cardiopatie congenite e genetica
Ho una figlia cardiopatica: quali rischi corro con i prossimi figli? L'esperto risponde.
Sostituzione valvola polmonare
E' già stato sottoposto ad un intervento chirurgico per correggere la tetralogia di Fallot, ma la stenosi sottopolmonare è ancora presente.
Prematuri e malattie del cuore
E' vero che i bambini prematuri hanno elevate probabilità di soffrire di seri disturbi cardiovascolari in età adulta? Il parere della neonatologa.
Stenosi mitralica
La stenosi mitralica come cardiopatia congenita spesso spazia da forme di valvole "quasi normali" a forme più severe.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Abbiamo adottato nostra figlia a pochi giorni dalla nascita
Abbiamo adottato nostra figlia a pochi giorni dalla nascita. I consigli di come dirle che stiamo aspettando un secondo bambino.
Leucociti nelle urine
I leucociti nelle urine significano quasi sempre infezione delle vie urinarie o genitale.
Una macchia rosa sul pannolino
Una macchia rosa sul pannolino. Non si tratta di patologia e non bisogna allarmarsi.
Citomegalovirus in gravidanza
Il Citomegalovirus è un virus della famiglia degli Herpes. In gravidanza, il Citomegalovirus può causare parecchi problemi.
Congiuntivite virale
Da cosa è provocata la congiuntivite virale? Le precauzioni per evitare il contagio.

Quiz della settimana

Con che frequenza compaiono i cosiddetti "dolori di crescita" nei bambini sani?
2-3%
5-10%
10-20%
20-30%