ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Cataratta congenita

Le cause della cataratta congenita sono svariate: alterazioni genetiche, infezioni nel corso dei primi tre mesi di gravidanza, malattie metaboliche.

a cura di: Dott Salvatore Capobianco (oculista)

Mio figlio di tre anni e mezzo ha subito un intervento per cataratta congenita, ha tolto ambedue i cristallini e utilizza occhialini. L'impianto del cristallino artificiale era previsto per i cinque - sei anni, ma sembrerebbe che sia meglio aspettare di più e consiglierebbero le lenti a contatto. Chiedevo un parere del vostro esperto.

Il problema più importante, dopo un intervento di asportazione di cataratta congenita, è quello del recupero funzionale dell'occhio operato, che è sempre un occhio ambliopico (pigro). Ora, se la correzione del difetto di refrazione, che consegue all'asportazione del cristallino opacato, avvenga con lenti tradizionali, a contatto o intraoculari, è un problema secondario. Se i colleghi che seguono suo figlio le hanno detto che non è ancora il caso di tentare un impianto di una lente intraoculare avranno le loro buone ragioni, ragioni che naturalmente, dalle poche righe che mi invia, non posso certamente intuire.

Le cause della cataratta congenita sono svariate: alterazioni genetiche, infezioni nel corso dei primi tre mesi di gravidanza, malattie metaboliche, ecc. Ci vorrebbe un trattato per elencarle tutte. Anche in tal caso i colleghi che seguono suo figlio potranno essere più chiari sulla diagnosi di causa della cataratta, in quanto prima dell'intervento avranno senz'altro effettuato una serie di tests per evidenziarla. Per quanto riguarda i problemi cui suo figlio potrà andare incontro sono legati a molti fattori: tipo di cataratta, età dell'intervento, tipo di intervento, eventuali complicanze dell'intervento, terapia anti-ambliopia e suo risultato, correzione del difetto refrattivo, ecc. ecc. Purtroppo Internet non potrà mai sostituire il parere di una specialista, dopo una visita accurata o addirittura uno o più ricoveri in ambienti ospedalieri: si rivolga con fiducia ai medici che hanno operato e seguito finora suo figlio.

6/6/2000

2/4/2015

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Cataratta congenita"

Anomalia di Peters
L'anomalia di Peters è una malattia genetica all'occhio. Per effetto di questa malformazione si ha una riduzione della capacità visiva.
Cataratta congenita
E' nata con una cataratta. I consigli dell'esperto su quando effettuare l'intervento.
La cataratta congenita
Come può una mamma accorgersi che il suo bambino ha una cataratta congenita? E' un disturbo più complesso di quanto si creda.
Leucocoria: un riflesso bianco nell'occhio
La leucocoria è un termine generale ed in disuso che indica un riflesso pupillare biancastro dovuto a diverse cause.
Soffre di cataratta
Le hanno diagnosticato una cataratta congenita. Dopo l'intervento chirurgico ricupererà una buona vista?
Opacità del cristallino
L'opacità dipende dal mancato riassorbimento di alcune strutture che fungono da "impalcatura" per lo sviluppo del segmento anteriore dell'occhio.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Giocare a calcio a sei anni
Ci hanno sconsigliato di far giocare a calcio nostro figlio di 6 anni a causa della facilità con cui possono formarsi dei microtraumi alle ossa.
Nonni o baby-sitter?
Quando riprenderò il lavoro, sarà meglio affidare il mio bambino ai nonni o alla baby-sitter? Il consiglio della psicologa.
Omogeneizzati o liofilizzati?
Omogeneizzati e liofilizzati hanno le stesse caratteristiche nutrizionali. Nelle prime fasi dello svezzamento vengono spesso preferiti i liofilizzati.
Campagna nazionale di educazione nutrizionale
Mangiar bene conviene per investire in salute.
Certificato di nascita e altri documenti dopo il parto
Appena nato e già alle prese con la burocrazia: certificato di nascita e altri documenti dopo il parto.

Quiz della settimana

I lattanti che assumono latte materno hanno un minor rischio di contrarre:
Otiti
Gastroenteriti
Polmoniti
Tutte le risposte sono esatte