ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Le brucia quando fa la pipì

Nei bambini spesso le cistiti non sono accompagnate dai segni urinari come negli adulti.

a cura di: Dott. Rodolfo Varani (pediatra)

Ho una bambina di tre anni e mezzo, che le brucia quando fa la pipì: si può parlare di cistite, e come si può curare?

Di fronte ad una sintomatologia di solo bruciore nel fare l'urina andrebbe fatta un’ispezione dei genitali della bambina per vedere se vi sono segni esterni di infiammazione che giustifichino il bruciore e contemporaneamente andrebbe fatta un’urinocoltura (ed esame urine) per accertare se si tratta veramente di una cistite. Molto utile può essere un "test dei nitriti": con uno stick messo nelle urine potremmo vedere in una buona percentuale dei casi se sono infette oppure no. e quindi intraprendere immediatamente una terapia o aspettare la risposta della urinocoltura.

L'urinocoltura va fatta seguendo alcune regole: lavare bene i genitali della bambina. prendere le prime urine del mattino utilizzando un recipiente sterile prendere "al volo" la seconda parte del getto delle urine (farla urinare come un maschietto) portare subito in laboratorio a seminare le urine (o, se non fosse possibile, depositarle in frigo) evitare che passi molto tempo tra il prelievo delle urine e la "semina" delle urine in laboratorio: spesso si perdono ore tra tickets, attese in ambulatorio, deposito delle urine e effettiva "semina". Errori in tutti questi "passi" potrebbero portare ad un risultato di urine falsamente "positive" perché fatte diventare tali per contaminazioni esterne, e quindi il medico curerebbe una cistite che non c’è.

Nei bambini spesso le cistiti non sono accompagnate dai segni urinari (bruciori ecc.) come negli adulti. Qualora l'urinocoltura sia positiva (cioè dia una carica batterica significativamente elevata) si potrà curare con gli antibiotici giusti scelti in base all'antibiogramma. L'antibiogramma viene richiesto in contemporanea con l'urinocoltura e consiste nel saggiare in laboratorio una serie di antibiotici contro i germi isolati dalle urine. Se invece, oltre al bruciore, ci fosse la febbre il discorso cambierebbe ed il sospetto di una cistite sarebbe più forte: in questo caso valgono le regole di cui sopra, ma appena prelevate le urine sarebbe subito opportuno iniziare una terapia antibiotica adeguata in attesa della risposta della urinocoltura, che arriverà anche dopo tre o quattro giorni che sono troppi, nel caso di cistite o pielonefrite, senza terapia.

8/1/2001

18/10/2012

I commenti dei lettori

HO UN BAMBINO DI TRE ANNI E E MEZZ CHE DA CIRCA 4 GIORNI MI ACCUSA DOLORE AI GENITALI SOPRATTUTTO QUANDO DEVE FARE LA PIPI'.COME DEVO COMPORTARMI'?

ilenia (PA) 08/06/2011

ho un bambino di 6 anni e da circa quattro giorni che quando finisce di fare la pipì si lamenta di un forte bruciore al pisellino, dovrebbe essere alle vie urinarie.cosa potrebbe essere? ho escluso il bagnoschiuma perchè è successo anche la mattina al risveglio. grazie anticipatamente.

angelo (CA) 26/06/2012

la mia nipotina accusa bruciore facendo la pipi.

gabriella (SV) 17/11/2012

Gabriella, il bruciore ad urinare può essere un segno di cistite, ma anche semplicemente un arrossamento dei genitali esterni. Senti il Pediatra.

Giuseppe Varrasi, Pediatra (BS) 18/11/2012

sono 3 giorni che la pipi' di mia figlia 4 anni emana un brutto odore e le brucia quando va in bagno gli sto somministrando amoxina antibiotico che ne pensa?

marianna (BA) 18/06/2013

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Le brucia quando fa la pipì"

Stimolo ad urinare spesso in gravidanza
Lo stimolo ad urinare spesso è un problema frequente in gravidanza, l'incremento progressivo del volume dell'utero provoca una compressione sulla vescica.
Reflusso vescicoureterale e cistiti
Il reflusso vescico-ureterale consiste in un difetto di una "valvola" situata allo sbocco dell'uretere nella vescica.
Quali sono le cause della cistite?
Mia figlia è risultata positiva al batterio "escherichia coli" nelle urine. Quali sono le cause della cistite?
Sangue nelle urine
La presenza di sangue nelle urine viene definita con il termine di "ematuria". Moltissime sono le cause di ematuria. Gli accertamenti da fare.
Infezioni delle vie urinarie
Soffre di infezioni delle vie urinarie. Cosa fare oltre l'esame delle urine?
Urinocoltura positiva
In un lattante di cinque mesi è molto importante sapere come sono state raccolte le urine perché è frequente la presenza di una batteriuria da raccolta.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Cheratosi pilare
La cheratosi pilare è caratterizzata dalla presenza di piccole papule cheratosiche, di colore ora bianco-grigiastro ora rossastro.
Le vaccinazioni nel neonato
Per avere informazioni precise sul “calendario vaccinale” del neonato è oppurtuno rivolgersi al pediatra o al centro vaccinale della vostra zona.
Vaccinazioni in gravidanza
I rischi e i benefici di una possibile vaccinazione devono comunque essere considerati caso per caso.
Ittero del neonato o ittero neonatale
Ittero neonatale (del neonato): l'eccesso di bilirubina ha varie cause e conseguenze anche gravi, per cui si cura con la fototerapia.
Non vuole stare nel passeggino
Il tuo bambino non vuole stare nel passeggino? Alcuni consigli pratici su come fare a risolvere la situazione.

Quiz della settimana

Al vostro bambino di 14 mesi compaiono spesso chiazze rosse sul mento ed agli angoli della bocca ogniqualvolta mangia alimenti contenenti il pomodoro (minestrine, sughi della pastasciutta ecc.), che poi spariscono rapidamente e spontaneamente. Qual è l'ipotesi diagnostica più probabile?
Un'allergia
Una dermatite da contatto
Un'intolleranza
Un'orticaria