ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Cure per la miopia nei bambini

Cure per la miopia nei bambini piccoli: l'occlusione full time o l'occlusione per periodi prolungati con benda? I consigli dell'oculista.

a cura di: Prof. Paolo Nucci (oculista)

Mio figlio di tre anni è miope all'occhio destro. Ho voluto sentire il parere di un altro medico e, data la stessa diagnosi, mi ha consigliato una cura diversa. 1° cura: occlusione dell'occhio sinistro per otto ore al giorno e lente a contatto. 2° cura: occlusione per quattro ore e, nelle rimanenti, una pellicola nella lente dell'occhio sano (per evitare strabismo e abituare gli occhi a lavorare assieme). Sarei più propensa per la seconda, visto anche la pluriennale esperienza del secondo medico. Voi cosa pensate? Premetto che il bimbo è bravissimo e accetta le due cure indifferentemente, e che in un mese da 1/10 che vedeva, ora vede 3/10.

Non è possibile dire quale delle due terapie è più indicata per il suo piccolo. Se la miopia è elevata anche io propenderei per la lente a contatto. In genere, e questa è opinione diffusa tra gli oftalmologi pediatri, l'occlusione full time o per periodi prolungati (otto ore) con benda, è più efficace e rapida. In quanto alla possibilità di mantenere la binocularità ed evitare lo strabismo con il filtro (pellicola), non concordo, poiché i due occhi non lavorano comunque assieme. Se ne vuole una prova indossi lei stessa il filtro e si accorgerà che la visione binoculare non è possibile (anche se ad un profano l'idea della collaborazione mantenuta appare suggestiva e convincente).

In ogni caso, se questa seconda strada sta ottenendo buoni risultati, può seguirla tranquillamente: nella peggiore delle ipotesi ci metterà qualche mese in più a recuperare. In merito alla maggiore affidabilità di chi ha più esperienza, questo è in genere vero; il rovescio della medaglia è che chi ha più esperienza, si mette meno in discussione e non sempre riesce a rinnovare il proprio approccio sulla base delle nuove conoscenze. In medicina i capelli bianchi non sono sinonimo di aggiornamento.

22/4/2002

18/4/2014

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Cure per la miopia nei bambini"

Mamma con miopia molto grave
Un recente studio su 50 donne gravide affette da miopia superiore a 4,50 diottrie non ha segnalato aggravamento delle lesioni dopo il parto.
Miopia nei bambini
Soffre di miopia ma purtroppo non è possibile prevedere nè l'entità del peggioramento, nè l'età del bambino quando il processo si arresterà.
Il grado di miopia è cambiato
Sono normali gli sbalzi di miopia in un bambino di quattro mesi?
Lenti progressive nella miopia
Non esiste nessuna evidenza scientifica che la lente Varifocale o progressiva sia utile nella gestione della miopia.
Una grave miopia
Potrà ricorrere ad una operazione per una grave miopia?
Dieci domande sulla miopia nei bambini
Le risposte ai dubbi e alle curiosità sulla miopia nei bambini.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Fatica a piegare il ginocchio: menisco discoide
Il menisco discoide è un'affezione congenita che consiste in una alterata forma e dimensione a carico di un menisco.
Perdite vaginali in età pediatrica
Le perdite vaginali in età pediatrica sono attribuibili a flogosi, di varia entità, a carico della vulva e della vagina.
Vomito ciclico
Il vomito ciclico consiste in episodi ricorrenti di vomito violento in assenza di causa organica apparente, spesso con una storia familiare di emicrania.
Da che fattori dipende la statura di un bambino?
La statura definitiva di un adulto dipende sia da fattori genetici che ambientali.
Integrazione del latte materno dopo il 6° mese
Dopo il 6° mese è opportuno provare ad integrare il latte materno introducendo alimenti diversi dal latte.

Quiz della settimana

Quale è la causa più frequente di diarrea in età pediatrica?
Un virus
La salmonella
Un parassita intestinale
Un'intossicazione alimentare