ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Diabete nel bambino e nell'adulto

Il diabete di tipo 1, autoimmune, insulino-dipendente, come "giovanile" e quello di tipo 2, non insulino-dipendente, come "dell'adulto".

a cura di: Dott. Gianpaolo De Filippo (endocrinologo pediatra)

Vorrei sapere in che cosa differisce il diabete mellito del bambino da quello dell'adulto.

Benché la distinzione non sia così facile dal punto di vista strettamente scientifico, è d'uso definire il diabete di tipo 1, autoimmune, insulino-dipendente, come "giovanile" e quello di tipo 2, non insulino-dipendente, come "dell'adulto". Queste definizioni si basano sulla maggiore frequenza dell'una o dell'altra forma secondo l'età.

Il diabete mellito di tipo 1, insulino-dipendente, che è la forma di gran lunga più frequente in età pediatrica, è il risultato di una carenza di insulina, conseguenza di una distruzione delle cellule deputate alla sua produzione (le cellule beta del pancreas) da parte di autoanticorpi (anticorpi diretti non contro agenti esterni ma contro componenti dello stesso organismo). L'unica terapia attualmente possibile è la somministrazione di insulina. Il diabete di tipo 2, non insulino-dipendente, appare, di norma, dopo i 30 anni. In questo caso alla base della malattia non c'è la distruzione delle cellule che producono insulina ma un cattivo funzionamento di quest'ultima, che è presente ma incapace di agire efficacemente.

La terapia varia secondo il quadro clinico. Cardine fondamentale è il regime dietetico (si tratta quasi sempre di soggetti in sovrappeso), associato ad ipoglicemizzanti orali o ad insulina. Esistono poi altre forme, meno frequenti, come il diabete di tipo 2 ad esordio infantile o, al contrario, il diabete autoimmune che compare in tarda età. Una volta posta la diagnosi, indipendentemente dall'età, la terapia sarà quella specifica del tipo in questione (insulina per il tipo 1, ed ipoglicemizzante orale o insulina per il tipo 2). In tutti i casi, l'obiettivo della terapia è quello di ottenere un buon controllo metabolico per la prevenzione delle complicanze immediate o tardive della malattia.

2/5/2000

24/3/2015

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Diabete nel bambino e nell'adulto"

Grassi delle merendine e diabete
È bene mettere un po' d'ordine in informazioni così allarmistiche.
Diabete insipido
Il diabete insipido è dovuto alla mancanza di un ormone, la vasopressina. Si manifesta con l'aumento della quantità di urine e aumento della sete.
Diabete di tipo 1
Quale dieta deve seguire?
Il diabete
Il diabete mellito è una situazione caratterizzata dall'incapacità dell'organismo a mantenere un livello di glicemia nella norma.
Zucchero nelle urine
Con il termine di glicosuria si intende la presenza di zucchero nelle urine.
Glicemia nei bambini
I valori di riferimento per la glicemia sono uguali per adulti e bambini. Non rappresenta per un bambino un fattore di rischio avere una nonna diabetica.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Brainstorming in famiglia
Il brainstorming è un modo intelligente e originale per stare insieme e trovare nuove idee e soluzioni.
Cammina spesso sulla punta dei piedi
Camminare in punta di piedi è da considerarsi normale nel periodo che va da uno a due anni compiuti.
Come si sviluppa la vista nei neonati
Cosa vede il neonato? Come si trasforma e si sviluppa la vista dei neonati nel primo anno di vita.
L'alimentazione del neonato e del bambino piccolo
L'alimentazione dei neonati e del bambino piccolo: le indicazioni dei nostri esperti.
Macchie al viso in gravidanza
A partire dal 3°-4° mese di gravidanza è possibile notare la comparsa di piccole macchie marroni sul viso soprattutto nelle donne brune.

Quiz della settimana

Normalmente, entro quando cade il cordone ombelicale nel neonato?
Due settimane di vita
Il tempo di caduta è estremamente variabile e non indicativo
Quattro giorni di vita
Un mese di vita