ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Hanno riscontrato un difetto del setto interatriale

Un foro tra i due atri (difetto del setto atriale) è una delle cardiopatie congenite più frequenti ed è dovuto alla mancata chiusura del forame ovale nella vita postnatale.

a cura di: Prof. Giovanni Stellin (cardiochirurgo)

Vivo a Istanbul, in Turchia. Ieri ho fatto fare, su consiglio del pediatra, un ecocardiogramma al mio bambino di tre mesi. Purtroppo hanno riscontrato un forellino di 12 mm tra i due atri ed hanno detto che le due arterie, che dai polmoni portano il sangue al cuore, sono collegate entrambe all'atrio destro. Il cardiologo lo vuole vedere di nuovo fra due mesi ed ha detto che molto probabilmente mio figlio a tre anni dovrà subire un intervento a cuore aperto non molto difficile. Io naturalmente sono disperata! Vorrei sapere se mio figlio corre adesso dei rischi. Come mi devo comportare? Avete riconosciuto questo tipo di anomalia? A che cosa e dovuta? In Italia come vi comportate? Lo operereste subito?

Un foro tra i due atri (difetto del setto atriale) è una delle cardiopatie congenite più frequenti ed è dovuto alla mancata chiusura del forame ovale nella vita postnatale. Il cuore, che si è formato in modo normale, viene deformato dal sangue che scappa dall'atrio sinistro all'atrio destro, nella vita postnatale. La chiusura del difetto riporta questi pazienti alla totale normalità. I bimbi con difetto del setto atriale, anche se grande come quello in questione (12 mm), in linea generale tollerano bene questo vizio congenito fino all'adolescenza.

L'intervento tuttavia viene di regola eseguito, in caso di assenza dei sintomi, entro i 2-3 anni di vita. Il rischio operatorio è molto basso e la guarigione completa è in generale garantita. In conclusione, un bimbo di tre mesi con un ampio difetto del setto atriale non abbisogna, in genere, un intervento nel primo anno di vita. La chiusura del difetto interatriale è di solito eseguita elettivamente a 2-3 anni di vita con basso rischio operatorio.

9/7/2002

8/3/2014

I commenti dei lettori

a me sembra di capire che il piccolo abbia anche un ritorno venoso polmonare anomalo parziale che è patologia ben più grave. sono un neonatologo

antonio criscuolo 28/08/2012

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Hanno riscontrato un difetto del setto interatriale"

Difetto del setto interatriale
Un difetto di chiusura o di formazione di questa valvola è la causa di un difetto permanente del setto atriale nella vita post-natale.
Shunt cardiaco
Un piccolo shunt a livello atriale (o forame ovale pervio) è "quasi fisiologico" all'età di due mesi.
Cardiopatia congenita
Il difetto del setto atriale tipo "ostium secundum" è una malformazione cardiaca in genere ben tollerata in età pediatrica.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Frattura del femore
Mio figlio di 4 anni si è fratturato il femore destro. Ora purtroppo deve portare un rialzo.
Gli esami da eseguire in gravidanza
Per monitorare l'andamento della gravidanza sarà necessario fare alcuni esami, alcuni dei quali a carico del Servizio Sanitario Nazionale.
L'igiene del neonato
L'igiene del neonato comincia subito dopo la nascita in sala parto, con sola acqua e senza detergenti. I consigli per l'igiene a casa.
Allattamento al seno e risvegli notturni: vuole ancora il latte della mamma di notte
A otto mesi si sveglia e prende ancora il latte dalla mamma. Come comportarsi per risolvere il problema.
Anemia
Le cause possono essere congenite, trasmesse cioè con meccanismo ereditario, o acquisite durante il corso della vita.

Quiz della settimana

Quando si è punti da una zecca, quale dei seguenti comportamenti occorre seguire?
Rimuovere la zecca con alcool o acetone
Lasciare la zecca in sede per alcune ore facendola intontire con ammoniaca
Rimuovere la zecca prontamente con una pinzetta
Schiacciare subito la zecca nella sede della morsicatura