ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

E' nato con le dita del piede sovrapposte

E' nato con le dita del piede sovrapposte. Quando è il momento di portarlo dall'ortopedico? E' necessario l'intervento chirurgico.

a cura di: Dott. Antonio Andreacchio (ortopedico)

Mio figlio, che ha dieci giorni di vita, ha presentato sin dalla nascita un'accavallamento alle dita di un piedino. Di cosa si tratta esattamente? Quando è il momento opportuno per rivolgersi ad un ortopedico o quali sono i possibili interventi correttivi che possiamo adoperare onde evitare possibili problemi futuri (penso con le calzature) al bambino?

Caro Signore, quanto lei descrive è verosimilmente un caso di dita sovrapposte. L'affezione è assolutamente benigna, spesso riconosce una familiarità (ci sono familiari che hanno lo stesso problema?) e non determina, nella stragrande maggioranza dei casi,i nessun problema né presente né futuro. Le affezioni di malposizione delle piccole dita dei piedi appaiono antiestetiche visivamente e preoccupano i genitori ed i familiari ma non determinano alterazioni funzionali nella quasi totalità dei casi.

Dita sovrapposte o sottoposte non hanno nessuna possibilità di essere corrette attraverso l'utilizzo di cerotti e piccole ortesi in vendita nei negozi di ortopedia e ne sconsiglio l'utilizzo. L'unico effetto sarebbe quello di fare macerare la pelle delicata del piccolo esponendolo a dolorose infezioni senza risolvere il problema in oggetto. Giova ricordare che queste alterazioni di disposizione delle dita dei piedi non impediscono un cammino normale sia con le scarpe che senza e non richiedono nessun trattamento. Solo in rari casi, e mai prima dei 10-12 anni, solo su richiesta del diretto interessato, se ha dolore, può rendersi necessaria una correzione che è esclusivamente chirurgica (non per motivi estetici, poiché qualsiasi intervento comporta una cicatrice che viene notata maggiormente rispetto alla malposizione di un dito del piede). Non vi sono motivi per pensare che sua figlia sia diversa dagli altri casi e pertanto credo che anche lei finirà per non necessitare di alcun trattamento. Diversamente si rivolga sempre a colleghi ortopedici esperti nelle problematiche pediatriche.

24/7/2003

7/11/2015

I commenti dei lettori

SONO MOLTO PERPLESSO E NON SO COSA FARE. HO UN BAMBINO DI ORMAI OTTO ANNI, IN TENRISSIMA ETA' HA SUBITO UN TRAUMA AI PIEDI A CAUSA DELLA INADEGUATEZZA MATERNA INFATTI GLI FACEVA SEMPRE INDOSSARE LE SCARPINE CHE ORAMAI ERANO DIVENTATE MOLTO PICCOLE CON LA RISULTANTE DI AVERE GLI ALLUCI IN CARNE VIVA E UN VISTOSO ARROSSAMETO ALLE ALTRE DITA, ATTEGGIAMENTO DI GREFFE SU TUTTE LE DITA I MIGNOLINI CRESCIUTI RICURVI CHE IN BUONA PARTE SI PONGONO SOTTO IL DITO ADIACENTE ( COME SE L'ARTICOLAZIONI DELLE FALANGI FOSSERO RUOTATE IN SENSO SEMI ORRIZZONTALE, ULTIMO PROBLEMA LE UNGHIE DEGLI ALLUCI PARTICOLARMENTE CORTE E MOLTO ALLARGATE ( A VENTAGLIO), ESSENDO STATO DECRETATO DAL GIUDICE MINORILE UN AFFIDO CONGIUNTO CON RESIDENZA PRESSO IL PADRE, OGNI VISITA MEDICA DEVE ESSERE PIANIFICATA E APPROVATA DA AMBO I GENITORI, NE CONSEGUE CHE LA MADRE NEGANDO OGNI ADDEBITO NON HA MAI ACCONSENTITO A FAR VISITARE IL PICCOLO ( STROTURA DELLA NUOVA LEGGE SULL'AFFIDO CONDIVISO) IL PICCOLO PER FORTUNA AD OGGI NON LAMENTA GROSSI PROBLEMI SE NON OGNI TANTO LAMENTARE DEI DOLORI AI MIGNOLI QUANDO FA DEI GRANDI SALTI E IMPATTA SU SUPERFICI PARTICOLARMENTE DURE. NON SO COSA FARE, LEGGO DA QUELLO CHE AVETE SCRITTO CHE NON SI PUO' FARE NULLA E NON ESISTONO TUTORI SE NON UN INTERVENTO CHIRURGICO, MI SENTO IMPOTENTE E COLPEVOLE DI IMMOBILISMO NEI CONFRONTI DEL PICCOLO. SE MI MUOVO DA SOLO E VADO DA UN MEDICO CON IL PICCOLO VENGO MENO AL PRINCIPIO CHE LE DECISIONI DEVO ESSERE PRESE DA AMBO I GENITORI, IL TUTTO AGGRAVATO DAL FATTO CHE SONO IL GENITORE MASCHIO, SE NON MI MUOVO DIVENTA SEMPRE PIU TARDI PER EVENTUALMETE INTERVENIRE. NON SO CHE PESCI PIGLIARE!!!

WALTER (PD) 11/01/2011

Ciao,mi chiamo Sonia e ho 15 anni,è da quando ero piccola che ho il dito medio del piede storto.....mi da fastidio quando cammino e quando le persone guardando i miei piedi mi dicano perchè hai il dito così?? Vorrei dei rimedi per aggiustarlo...

Sonia salzano (NA) 17/08/2012

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "E' nato con le dita del piede sovrapposte"

Scarpine primi passi: la scarpa più adatta
A che età posso cominciare a mettere le prime scarpine per i primi passi a mio figlio? cosa consiglia il pediatra.
Metatarso varo
Il metatarso varo è un atteggiamento del piede in cui la parte anteriore (avampiede) piega internamente rispetto alla posteriore.
Dolore al tallone
La causa più frequente del dolore al calcagno è data dall'alterazione strutturale del nucleo di ossificazione secondario o posteriore del calcagno.
Sindattilia
La sindattilia (la fusione congenita di dita della mano o, più raramente, del piede) è una delle malformazioni congenite più frequenti.
Dita accavallate
Mio figlio di sette mesi ha il secondo dito del piede quasi del tutto accavallato sul terzo. Come si può risolvere questo problema?
Dita sovrapposte
Ha il terzo dito del piede parzialmente sovrapposto al secondo. Si può correggere questa anomalia?
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Intervallo di tempo fra la somministrazione di vaccini diversi
Ci sono intervalli di tempo da rispettare tra un vaccino e l'altro?
La donna dopo il parto
Il brusco cambiamento avvenuto dopo il parto porta l'organismo ad una serie di complesse modificazioni.
La febbre nel bambino
Informazioni e raccomandazioni utili sulla febbre nei bambini.
Cortisone per la febbre
La cura deve essere proporzionata al disturbo. Per abbassare la febbre, normalmente, il farmaco di prima scelta è il paracetamolo.
Rifiuta il biberon
Rifiutare il biberon è un comportamento frequente. La tettarella ha spesso un gusto di cloro.

Quiz della settimana

I lattanti che assumono latte materno hanno un minor rischio di contrarre:
Otiti
Gastroenteriti
Polmoniti
Tutte le risposte sono esatte