ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Dolori di crescita

I dolori di crescita nei bambini si manifestano con male alle gambe, soprattutto la sera. I dolori, spesso bilaterali, sono localizzati in genere ai piedi o ai polpacci o alle cosce.

a cura di: Dott. Guido Vertua (pediatra)

Ho un nipotino di 5 anni che da alcuni mesi lamenta dolori recidivanti alla gamba destra. Nelle fasi di acuzie il polpaccio appare contratto ma non possibile ottenerne il rilasciamento con manovre di stiramento. Nonostante le rassicurazioni del pediatra (dolori di accrescimento) vorrei sapere se il caso di procedere a ulteriori accertamenti.

I dolori di crescita sono una patologia pediatrica frequente poiché compaiono in un 10-20% dei bambini, generalmente tra i 3 e i 5 anni di vita, oppure tra gli 8 e i 12 anni. Esistono varie teorie per spiegarne la causa. Secondo alcuni la crescita rapida tipica di quei periodi della vita provocherebbe uno stiramento del periostio (la membrana che avvolge l’osso), che causerebbe il dolore. Secondo altri sarebbero dovuti all’eccessivo sforzo muscolare di un bambino attivo e sempre in movimento. In realtà la loro origine è tuttora poco chiara.

I dolori, spesso bilaterali, sono localizzati in genere ai piedi o ai polpacci o alle cosce, anche se qualche volta non sono riferiti ad un punto preciso ma sono diffusi e vaganti, si avvertono più facilmente verso sera o in piena notte (tanto da svegliare il bambino dal sonno), possono durare da poche decine di minuti fino ad ore, rispondono bene agli analgesici, alla applicazione locale di una borsa dell'acqua calda e ai massaggi (anche perché fattori emozionali possono giocare un ruolo importante nel determinare la sintomatologia). Il dolore è di tipo muscolare e raramente coinvolge le articolazioni; la parte che fa male non presenta arrossamento o gonfiore e non causa limitazione dei movimenti o zoppia. Frequentemente, come nel caso del suo nipotino, si manifestano sotto forma di crampi muscolari al piede o al polpaccio. I dolori di crescita non si associano ad alterazioni degli esami di laboratorio o radiologiche e si risolvono spontaneamente nell’arco di molti mesi, spesso in uno-due anni.

1/3/1998

21/11/2016

I commenti dei lettori

Grazie per queste informazioni utilissime, ieri sera mia figlia di 3 anni e 1 mese si lamentava appunto di dolori alla gamba ... Come sempre i vostri articoli sono molto interesssanti, Marco


 

Marco (RM) 21/05/2012

vi ringrazio di cuore per le diagnosi che fate io trovo sempre le risposte ai miei perchè le mie due figlie rispettivamente di 5 e 8 anni di sera manifestano dolori alle gambe ed io con massaggi cerco di lenire il dolore probabilmente dolori di crescita grazie ancora patty

patrizia (MI) 25/07/2013

Salve, mio figlio si sveglia la notte lamentando dolore al piede... Crampi? Cerco di tranquilizzarlo ed inizio a massaggiare... Mi chiedo , cosa posso fare per prevenire il tutto? Grazie

enza (PZ) 16/10/2013

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Dolori di crescita"

Dolore alle ginocchia nel bambino
Da qualche tempo lamenta male alle ginocchia quando scende le scale. I dolori alle ginocchia in età prepubere sono estremamente frequenti.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Campagna nazionale di educazione nutrizionale
Mangiar bene conviene per investire in salute.
Certificato di nascita e altri documenti dopo il parto
Appena nato e già alle prese con la burocrazia: certificato di nascita e altri documenti dopo il parto.
Latte per il neonato
Qual è la quantità corretta di latte per un neonato nei primissimi giorni di nascita? I consigli del Pediatra.
La medicazione del moncone ombelicale
Guida alla medicazione del cordone ombelicale: prima e dopo il distacco.
Non si stacca mai dal ciuccio e dalla sua coperta
Come posso rendere indipendente il mio bambino dal suo ciuccio e dalla sua coperta? I consigli della psicologa.

Quiz della settimana

I lattanti che assumono latte materno hanno un minor rischio di contrarre:
Otiti
Gastroenteriti
Polmoniti
Tutte le risposte sono esatte