ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

A nostra figlia è stata fatta la diagnosi di ematuria famigliare benigna

L'ematuria famigliare benigna è una forma caratterizzata - come dice la stessa definizione - dall'essere benigna, cioè dal non provocare alcun problema nel paziente che ne risulta affetto.

a cura di: Dott. Saverio Mirabassi (pediatra)

A mia figlia di 16 mesi è stata fatta diagnosi di ematuria famigliare benigna. Mi date qualche informazione? Quale è il decorso? Quale dieta bisogna fare? Cosa devo aspettarmi? Basta un follow up semestrale?

Si tratta di una forma caratterizzata - come dice la stessa definizione - dall'essere benigna, cioè dal non provocare alcun problema nel paziente che ne risulta affetto. In sintesi, una volta escluse altre forme di ematuria (cioè di presenza di sangue, più o meno chiaramente visibile ad occhio nudo nell'urina emessa), attraverso indagini sia sul paziente che sui familiari diretti (questo per escludere malattie renali familiari) e dopo essere stati informati che la condizione presentata, una volta ragionevolmente accertata, non comporta problemi, né clinici (stato di salute normale) né tantomeno a carico del rene (sappiamo che eventuali accertamenti microscopici - biopsia del rene - risultano normali), il bambino può fare vita del tutto normale. Non è necessario seguire alcuna dieta particolare e la prognosi è ottima.

3/12/2002

2/4/2016

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "A nostra figlia è stata fatta la diagnosi di ematuria famigliare benigna"

Malattia di Berger
La malattia di Berger è una malattia renale spesso causa di macroematuria ricorrente.
Pipì scura
Per ematuria si intende l'eliminazione di globuli rossi con le urine. Si tratta di un fatto fisiologico.
Sindrome di Schoenlein-Henoch
La sindrome di Schoenlein-Henoch è una vasculite. La sindrome è caratterizzata dalla comparsa di manifestazioni cutanee di tipo maculo-papulare.
Sindrome di Alport
La Sindrome di Alport è la malattia più comune fra i diversi tipi di nefriti ereditarie.
Sangue nelle urine
La presenza di sangue nelle urine viene definita con il termine di "ematuria". Moltissime sono le cause di ematuria. Gli accertamenti da fare.
Sangue nelle urine
La presenza di sangue nelle urine va sempre accertata ed eventualmente approfondita.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Calo di peso nel neonato
Il calo di peso è normale nei primi giorni di vita del neonato. Si considera normale che un neonato a termine recuperi il peso della nascita entro 8-10 giorni.
Come alleviare i fastidi causati dal raffreddore
Il bambino piccolo soffrono particolarmente di raffreddore per via della ostruzione delle vie nasali. I consigli su come alleviare i fastidi.
Filial Therapy
Secondo il modello terapeutico della Filial Therapy, il gioco è inteso come strumento di terapia, che permette di migliorare il rapporto genitori-figli.
Allattare quando riprende il ciclo?
La ripresa del ciclo non incide nell'allattamento. Sfatiamo alcune dicerie che talvolta capita di sentire.
Le cause della tosse
Solitamente la tosse è dovuta a un'infezione, per lo più virale, in genere destinata a risolversi spontaneamente.

Quiz della settimana

Normalmente, entro quando cade il cordone ombelicale nel neonato?
Due settimane di vita
Il tempo di caduta è estremamente variabile e non indicativo
Quattro giorni di vita
Un mese di vita