ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

L'equitazione a livello agonistico

Praticando l'equitazione a livello agonistico può sviluppare troppo la muscolatura delle gambe? Con quale intensità va praticato lo sport a livello agonistico. I consigli del pediatra.

a cura di: Dott. Gaetano Iachelli (medico sportivo)

La mia bambina di nove anni da oltre tre anni "cavalca" e salta gli ostacoli e, da quest'anno, hanno deciso di prepararla per i concorsi. Io sono molto preoccupata: mi sembrano troppe ore e ho paura che l'equitazione possa "sformare" il corpo della bambina facendo diventare la parte del bacino comprese le cosce troppo grosse. Mi aiutate a capire? Andrà 3/4 volte alla settimana per due o tre ore.

L'attività motoria e sportiva, in età evolutiva, ha come obiettivi prioritari lo sviluppo dell'intera personalità del bambino nel rispetto e nella promozione della salute. Affinché si realizzi tale finalità, è necessario che: la scelta della pratica motoria sia di gradimento della piccola atleta (l'unica preposta alla scelta della propria pratica sportiva), che il livello di difficoltà presentato dalla pratica motoria stessa sia adeguato alle capacità di apprendimento (a quest'età la capacità di apprendimento motorio raggiunge livelli elevati, pertanto risulta più semplice appropriarsi e perfezionare le tecniche sportive speciali nello sport diventato dominante o perché quello preferito o perché quello nel quale si hanno attitudini che permettono di creare una base psicomotoria per la successiva piena realizzazione delle tecniche apprese), che il carico fisico rispetti il grado di sviluppo degli organi, apparati e funzioni chiamati in causa ovvero, nel caso specifico dell'equitazione, la postura della colonna vertebrale, lo sviluppo muscolo scheletrico degli arti inferiori (caratteristica principale di questo periodo di crescita è il maggior sviluppo degli arti inferiori rispetto al corpo).

Pertanto è difficile dare un giudizio a priori sul parametro del volume dell'allenamento: ciò che è importante è che questo sia adattato, con opportune valutazioni, alle condizioni psicofisiche e auxologiche della bambina. Il rischio paventato dello sviluppo eccessivo della muscolatura delle cosce credo non sia da prendere in considerazione in quanto gli stimoli muscolari conseguenti alla pratica specifica dello sport indicato non sono tali, per intensità e durata, da indurre un preoccupante sviluppo della massa muscolare: è importante ricordare tuttavia che l'intensità deve essere sempre correlata, in particolare a quest'età, con la velocità di esecuzione, per evitare in maniera troppo specifica e unidirezionale lo sviluppo di un certo tipo di forza e stimolo muscolare. Infine ritengo importante sottolineare, per la valutazione del rapporto tempo di allenamento settimanale/sviluppo puberale e salute, che bisogna accertarsi delle competenze degli istruttori (sul piano biologico, auxologico, fisiologico e metabolico) al fine di evitare interferenze negative tra la crescita puberale e l'attività fisica.

6/11/2002

17/3/2014

I commenti dei lettori

E' molto utile l'ippoterapia a bambini tetraplegici e ipotonici. Per i genitori di bambini con difficoltà motorie.

katia (VE) 28/06/2013

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Fatica a piegare il ginocchio: menisco discoide
Il menisco discoide è un'affezione congenita che consiste in una alterata forma e dimensione a carico di un menisco.
Perdite vaginali in età pediatrica
Le perdite vaginali in età pediatrica sono attribuibili a flogosi, di varia entità, a carico della vulva e della vagina.
Vomito ciclico
Il vomito ciclico consiste in episodi ricorrenti di vomito violento in assenza di causa organica apparente, spesso con una storia familiare di emicrania.
Da che fattori dipende la statura di un bambino?
La statura definitiva di un adulto dipende sia da fattori genetici che ambientali.
Integrazione del latte materno dopo il 6° mese
Dopo il 6° mese è opportuno provare ad integrare il latte materno introducendo alimenti diversi dal latte.

Quiz della settimana

Quale è la causa più frequente di diarrea in età pediatrica?
Un virus
La salmonella
Un parassita intestinale
Un'intossicazione alimentare