ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Gli si spellano le mani e i piedi

Gli si spellano le mani e i piedi. Il bambino è risultato positivo allo scotch test per la ricerca di uova di ossiuri. La desquamazione però continua, anche se in forma più lieve.

a cura di: Dott. Fabio Arcangeli (dermatologo)

Il nostro bambino di quasi tre anni ha manifestato arrossamenti intensi sul palmo delle mani (concentrati quasi esclusivamente nella zona dell'attaccatura del pollice) e sotto la pianta dei piedi (in particolare sul tallone e nella fascia sotto le dita). Questo fenomeno è durato alcuni giorni. Quando è regredito ha lasciato il posto ad una progressiva desquamazione (spellamento) prima dei polpastrelli e quindi dell'intero palmo delle mani e delle piante dei piedi. Il dermatologo ha supposto un'origine interna; effettivamente il bambino è risultato positivo allo scotch test per la ricerca di uova di ossiuri. Per questo abbiamo assunto tutti uno sciroppo vermicida. Stiamo usando una crema idratante; la desquamazione però continua, anche se in forma più lieve.

Una esfoliazione palmare e plantare può comunemente accompagnare alcune malattie virali dell'infanzia. Si tratta solitamente di situazioni che risolvono anche spontaneamente nell'arco di qualche settimana e che non meritano troppa attenzione. L'applicazione di un idratante è di solito sufficiente ad attenuarne il fastidio.

Tuttavia, alcune malattie dermatologiche - solitamente su base costituzionale - possono presentarsi con desquamazione o ispessimento cutaneo a livello palmo-plantare. In questi casi il disturbo è più insistente e duraturo e merita l'osservazione diretta di uno specialista dermatologo al fine di precisarne la natura e avviare un trattamento mirato.

9/10/1999

15/3/2018

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Allattamento al seno: poco latte?
Mia moglie che sta allattando al seno la bimba si è accorta di avere poco latte. I consigli del Pediatra.
Artrite reumatoide giovanile
Vari fattori sono ritenuti responsabili dell'artrite reumatoide giovanile, tra i quali ci sono genetici.
La pelle in gravidanza
Durante la gravidanza la pelle di solito diventa più bella e lucente, grazie alla nuova situazione ormonale.
Linfadenite tubercolare
Il termine di linfadenite tubercolare indica l'infiammazione di una o più ghiandole linfatiche (linfonodi).
Mio figlio di due anni dice le parolacce
Fino ai 2 -3 anni i bambini pronunciano tutte le parole attribuendo ad esse la stessa rilevanza. Cosa fare se un bambino dice le parolacce.

Quiz della settimana

Che cosa si intende per sudamina?
Una malattia contagiosa della pelle
Una malattia degenerativa delle ghiandole che producono il sudore
Una malattia genetica che causa un'alterazione della composizione del sudore
Un'irritazione della pelle dovuta ad un'eccessiva produzione di sudore