ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Fibrillazione atriale

La comparsa di fibrillazione atriale (FA) in età pediatrica è estremamente rara. E' necessario essere sicuri che non vi siano condizioni predisponenti.

a cura di: Dott. Massimo Butera (cardiologo pediatra), Dott. Massimo Chessa (cardiologo)

Ho una bimba di quattro anni e mezzo a cui, un mese fa, è stata riscontrata una fibrillazione atriale. Il cuore non presenta alcuna malformazione, la sua frequenza cardiaca oscilla fra i 90 ed i 110 battiti al minuto. Le sono state eseguite tre cardioversioni elettriche senza alcun risultato. Ci consigliano di consultare un aritmologo. Quale può essere la causa?

La comparsa di fibrillazione atriale (FA) in età pediatrica è estremamente rara. La possibilità che una FA non sia interrotta dalla cardioversione esterna è rarissima. E' necessario essere sicuri che non vi siano condizioni predisponenti, soprattutto diselettrolitemie (N.d.R.: alterazioni della concentrazione di sali minerali nel sangue) o malattie metaboliche. E' possibile ripetere la cardioversione esterna dopo carico di propafenone, oppure flecainide oppure cordarone. Questi farmaci in dose da carico possono interrompere l'aritmia.

Talvolta, se la frequenza ventricolare è elevata, bisogna aggiungere la digitale o un beta bloccante per proteggere il ventricolo. In ogni caso, data la situazione estremamente inusuale, la bambina dovrebbe essere inviata al più presto in un centro di elettrofisiologia dove operano persone con grande esperienza. Questo allo scopo di rivalutare la situazione ed eventualmente effettuare uno studio elettrofisiologico intracavitario. Pensiamo che il centro ideale dovrebbe associare la grande esperienza nel campo della elettrofisiologia con una grande esperienza nel campo della cardiologia pediatrica e del cateterismo cardiaco pediatrico. Infatti lo studio elettrofisiologico potrebbe necessitare di un approccio transettale che viene effettuato in età pediatrica soltanto da poche persone in Italia.

15/11/2000

11/9/2014

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Bronchite asmatica
La bronchite asmatica è un'infiammazione dei bronchi procurata o da infezione di carattere virale.
Complesso di Edipo: è morbosamente attaccata al suo papà
Il complesso di Edipo nasce con Freud e identifica il desiderio sessuale nei confronti del genitore di sesso opposto.
Risvegli notturni del neonato
La quantità di sonno, nei primi anni di vita, è in costante evoluzione. Anche se le differenze individuali sono molto ampie.
Frattura del femore
Mio figlio di 4 anni si è fratturato il femore destro. Ora purtroppo deve portare un rialzo.
Gli esami da eseguire in gravidanza
Per monitorare l'andamento della gravidanza sarà necessario fare alcuni esami, alcuni dei quali a carico del Servizio Sanitario Nazionale.

Quiz della settimana

Quando si è punti da una zecca, quale dei seguenti comportamenti occorre seguire?
Rimuovere la zecca con alcool o acetone
Lasciare la zecca in sede per alcune ore facendola intontire con ammoniaca
Rimuovere la zecca prontamente con una pinzetta
Schiacciare subito la zecca nella sede della morsicatura