ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Le è stata diagnosticata una glomerulonefrite mesangiale

La dizione più corretta, al posto di "glomerulonefrite mesangiale", é quella di "glomerulonefrite membranoproliferativa" oppure "glomerulonefrite mesangiocapillare".

a cura di: Dott. Saverio Mirabassi (pediatra)

Alla figlia di una mia amica è stata diagnosticata questa malattia: glomerulonefrite mesangiale.
Vorrei cortesemente avere tutte le informazioni possibili su questo tipo di malattia.

La dizione più corretta, al posto di "glomerulonefrite mesangiale", é quella di "glomerulonefrite membranoproliferativa" oppure "glomerulonefrite mesangiocapillare", come si rileva dall'inquadramento anatomopatologico proposto dal Trattato di Pediatria "Nelson" (testo di riferimento per tutti i Pediatri). La glomerulonefrite membranoproliferativa é suddivisa nel tipo 1, 2 e 3, in relazione all'aspetto microscopico evidenziato alla biopsia diagnostica. Questa glomerulonefrite é statisticamente la causa più frequente di glomerulonefrite cronica nei bambini più grandi e nei giovani adulti: infatti é più frequente nella seconda decade di vita.

Il danno a carico del rene é prodotto da un aumento delle "cellule mesangiali" e della "matrice" con ispessimento della parete dei vasi capillari del "glomerulo", cioè della parte di rene che é deputata alla filtrazione del sangue per produrre l'urina che, come é noto, contiene sostanze di scarto del nostro organismo.

Clinicamente la maggior parte dei pazienti manifesta una lieve sindrome nefrosica, altri hanno presenza più o meno intensa di sangue e/o proteine nell'urina. La funzionalità del rene può rimanere comunque anche normale, oltre che poter essere ovviamente alterata. É frequente il riscontro di pressione alta (ipertensione arteriosa).

La diagnosi viene fatta attraverso la biopsia renale, che evidenzia quelle lesioni e quelle alterazioni ricordate brevemente sopra. La prognosi per questa malattia é purtroppo sfavorevole, anche se sono stati riportati casi di guarigione completa: la maggior parte di questi malati progrediscono verso l'insufficienza renale, specialmente quelli affetti dalla glomerulonefrite membranoproliferativa di tipo 2, ma anche parte di quelli affetti dalla malattia di tipo 1 e 3. Non esiste alcuna terapia definitiva, sebbene in alcuni pazienti sia stata ottenuta la stabilizzazione del decorso clinico con una terapia prolungata a base di cortisonici e in altri pazienti con farmaci che inibiscono la funzione delle piastrine (quegli elementi del sangue che bloccano le emorragie formando un "tappo" che ripara un vaso sanguigno leso).

25/3/2004

14/5/2016

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Fatica a piegare il ginocchio: menisco discoide
Il menisco discoide è un'affezione congenita che consiste in una alterata forma e dimensione a carico di un menisco.
Perdite vaginali in età pediatrica
Le perdite vaginali in età pediatrica sono attribuibili a flogosi, di varia entità, a carico della vulva e della vagina.
Vomito ciclico
Il vomito ciclico consiste in episodi ricorrenti di vomito violento in assenza di causa organica apparente, spesso con una storia familiare di emicrania.
Da che fattori dipende la statura di un bambino?
La statura definitiva di un adulto dipende sia da fattori genetici che ambientali.
Integrazione del latte materno dopo il 6° mese
Dopo il 6° mese è opportuno provare ad integrare il latte materno introducendo alimenti diversi dal latte.

Quiz della settimana

Quale è la causa più frequente di diarrea in età pediatrica?
Un virus
La salmonella
Un parassita intestinale
Un'intossicazione alimentare