ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Infezione da streptococco durante il parto

L'infezione da streptococco beta emolitico di gruppo B è una causa importante di malattia neonatale di tipo batterico, potenzialmente mortale.

Infezione da streptococco beta emolitico di gruppo B. Come si trasmette l'infezione durante il parto? Si può trasmettere anche in un parto con taglio cesareo?

L'infezione da streptococco beta emolitico di gruppo B è una causa importante di malattia neonatale di tipo batterico, potenzialmente mortale.

Può manifestarsi precocemente, di solito entro le prime 72 ore di vita e comunque non oltre i sei giorni, o più tardivamente, in genere a tre - quattro settimane di età. La malattia ad esordio precoce esordisce con sintomi respiratori (apnea, cianosi, gemiti, aumento della frequenza respiratoria), spesso con polmonite concomitante e stato di shock. Occasionalmente può comparire una meningite. Quest'ultima è più frequente nella forma ad esordio tardivo.

L'infezione viene trasmessa dalla madre durante il parto o in utero poco prima del parto ed il rischio di contrarre la malattia è aumentato nei bambini nati dopo un prolungato travaglio e/o dopo che si è verificata una rottura delle membrane da oltre 18 ore. Sono però state descritte infezioni da streptococco beta emolitico di gruppo B anche da nati da parto cesareo con membrane visibilmente intatte: l'ipotesi è che si possa verificare una infezione ascendente a membrane integre o attraverso piccole soluzione di continuo, oppure che si possa produrre una batteriemia (in altre parole un passaggio dello streptococco nel sangue) materna con successiva infezione del feto attraverso la placenta.

1/1/1997

16/2/2017

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Infezione da streptococco durante il parto"

Il parto: dal travaglio alla nascita
Tutti gli eventi che portano dal travaglio alla nascita: contrazioni, rottura delle acque, monitoraggio, fase espulsiva, secondamento.
Travaglio di parto
Le contrazioni preparatorie al parto si susseguono ad intervalli regolari, diventano progressivamente più dolorose e portano al travaglio attivo.
Aspirazione di meconio
La aspirazione di meconio è un segno di sofferenza fetale.
Dopo il parto
Dopo il parto che cosa succede al corpo della mamma? Il brusco cambiamento avvenuto con il parto porta l'organismo ad una serie di modificazioni.
Infezione da Chlamydia nel neonato
Il neonato può infettarsi al momento della nascita durante il passaggio nel canale da parto.
Il parto indotto
Il parto indotto è una tecnica medica per far insorgere, quando necessario, il travaglio di parto.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Frattura del femore
Mio figlio di 4 anni si è fratturato il femore destro. Ora purtroppo deve portare un rialzo.
Gli esami da eseguire in gravidanza
Per monitorare l'andamento della gravidanza sarà necessario fare alcuni esami, alcuni dei quali a carico del Servizio Sanitario Nazionale.
L'igiene del neonato
L'igiene del neonato comincia subito dopo la nascita in sala parto, con sola acqua e senza detergenti. I consigli per l'igiene a casa.
Allattamento al seno e risvegli notturni: vuole ancora il latte della mamma di notte
A otto mesi si sveglia e prende ancora il latte dalla mamma. Come comportarsi per risolvere il problema.
Anemia
Le cause possono essere congenite, trasmesse cioè con meccanismo ereditario, o acquisite durante il corso della vita.

Quiz della settimana

Quando si è punti da una zecca, quale dei seguenti comportamenti occorre seguire?
Rimuovere la zecca con alcool o acetone
Lasciare la zecca in sede per alcune ore facendola intontire con ammoniaca
Rimuovere la zecca prontamente con una pinzetta
Schiacciare subito la zecca nella sede della morsicatura