ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Infezioni delle vie urinarie

Spesso le infezione alle vie urinarie sono causate da un germe, l'Escherichia Coli, con cariche microbiche più o meno alte. Come si possono prevenire?

a cura di: Dott. Gianantonio Manzoni (chirurgo pediatra - urologo)

Molti bambini hanno infezione alle vie urinarie causate da un germe, l’Escherichia Coli, con cariche microbiche più o meno alte; ma questo batterio che proviene dall'intestino come mai può provocare queste infezioni? Perché risale le vie urinarie? Si può prevenire?

In primo luogo penso che sia opportuno chiarire che la presenza nelle urine di batteri, quali l'Escherichia Coli, non sempre è sinonimo di infezione delle vie urinarie (IVU). Esiste infatti la possibilità che vi siano dei germi nelle urine, con cariche batteriche non alte, e senza sintomi clinici, per cui si parla di batteriuria asintomatica. Questa situazione è clinicamente diversa da quella di una vera IVU e non richiede infatti alcuna terapia antibiotica. La causa più frequente di questo scenario è una contaminazione o la raccolta delle urine non eseguita correttamente. I meccanismi che favoriscono la insorgenza di una IVU possono essere molteplici; cause anatomiche: ovviamente la vicinanza della regione anale a quella dei genitali esterni può facilitare la risalita dei germi (più facilmente nella bambina).

Nel maschietto la chiusura del prepuzio e la impossibilità di una adeguata igiene "interna" (accumuli di smegma) possono ulteriormente favorire la colonizzazione e la risalita uretrale dei germi. stipsi: un inadeguato ed infrequente svuotamento dell'ampolla rettale favorisce la moltiplicazione esponenziale dei germi con il conseguente aumentato rischio di contaminazione. La migrazione dei germi avviene sicuramente per via ascendente "diretta" ma è possibile che vi siano anche altri meccanismi patogenetici (via ematica/linfatica?) ristagno urinario: il mancato e/o l’incompleto svuotamento vescicale (ad esempio minzioni infrequenti, malformazioni ostruttive uretrali) possono favorire il ristagno di urina nella vescica e la conseguente crescita batterica. A questo vanno aggiunti fattori microbiologici di adesività batterica all'urotelio (N.d.R.: l’epitelio di rivestimento delle vie urinarie), in particolare per l’Escherichia Coli, ed alterazioni dei fattori di protezione della barriera della mucosa vescicale, che possono ulteriormente favorire lo sviluppo dell'IVU. In questo campo sicuramente vi sono ancora molti aspetti a noi non chiari per capire perché alcuni bambini hanno una maggiore predisposizione alle IVU rispetto ad altri. cause malformative: esistono condizioni patologiche congenite che possono causare delle IVU delle alte vie urinarie. Il reflusso vescico-ureterale e tutte le patologie ostruttive (stenosi del giunto pielo-ureterale o vescico-ureterale, valvole posteriori dell'uretra, etc.) sono chiaramente condizioni predisponenti all'insorgenza di una IVU e vanno sempre ricercate.

La prevenzione della IVU è chiaramente condizionata dalla causa responsabile ed ovviamente le diverse modalità terapeutiche si dovranno adattare ad ogni specifica situazione. Certamente l'uso di una profilassi antibiotica in monodose serale è spesso il sistema più efficace e valido per evitare l'insorgenza di una infezione.

26/9/2000

27/12/2015

I commenti dei lettori

Mia figlia ad otto mesi ha avuto un infezione alta alle vie urinarie con dilatazione di quattro. Millimetri ad un rene tornata a posto subito. Ora ha 16 mesi sta bene cresce (12 kg) e sopratutto non ha piu avuto infezioni ma il nefrologo per prassi ci farebbe fare la scintigrafia e io non so che fare.

30/03/2012

mia figlia ha un IVU e domani, dopo 10 gg di antibiotico e 3 di ricovero per febbre alta, avrà il controllo con urinocultura e prelievi di sangue per PRC. Da ecografia non si riscontrano malformazioni ma solo una lieve dilatazione di 3 mm. La preoccupazione non è poca fino all'esito di domani e quindi invito altri utenti che hanno avuto risoluzioni positive della cosa a commentare per dare fiducia agli altri, come la persona qui sopra. Grazie, Daniele

daniele (AN) 24/05/2012

Oggi a distanza di oltre due anni abbiamo scoperto che l'intervento col deflux effettuato su nostra figlia non ha più lo spessore di prima e che quindi andrà probabilmente ripetuto: che delusione e che rabbia! speriamo che ne frattempo abbiano migliorato la qualità e che sia l'ultimo.

Marco (BO) 30/07/2012

io è un anno che combatto con questa infezione alle vie urinarie "escherichia coli" mia figlia e stata operata agli ureteri aveva un reflusso del 3 e 4 grado sembrava che tutto andasse bene sino a stamattina ha di nuovo una carica batterica a 1000 non ne posso più sono troppo avvilita mi chiedo se mai finirà

susanna (NA) 05/04/2013

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Infezioni delle vie urinarie"

Leucociti nelle urine
I leucociti nelle urine significano quasi sempre infezione delle vie urinarie o genitale.
Reflusso vescico-ureterale
E' stata operata da poco all'uretere per reflusso vescico-ureterale da un lato e la malattia è comparsa nell'altro rene.
Le brucia quando fa la pipì
Nei bambini spesso le cistiti non sono accompagnate dai segni urinari come negli adulti.
Reflusso vescicoureterale e cistiti
Il reflusso vescico-ureterale consiste in un difetto di una "valvola" situata allo sbocco dell'uretere nella vescica.
Cistografia
Le è stata prescritta una cistografia a seguito di una infezioni delle vie urinarie. I consigli dell'urologo.
La pielonefrite
Una importante infezione del rene.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

L'acqua in gravidanza
L'acqua in gravidanza viene trattenuta nei tessuti provocando spesso gonfiori e aumento di peso. Si tratta, però, di disturbi lievi che si superano facilmente.
Palato ogivale
Con il termine "palato ogivale" si intende un palato molto profondo, la cui sezione ricorda appunto una ogiva.
Piedi piatti e posizione nel sonno
La posizione del sonno non ha particolare effetto sulla struttura del piede piatto. Non si può parlare di piede piatto nei primi due anni di vita.
Calazio ricorrente
La terapia medica (colliri e pomate antibiotiche associate a cortisonici) può fare regredire i calazi, se instaurata in tempo.
E' morbosamente attaccata ai nonni
Da sempre i nonni coccolano e viziano i nipoti. E' un rapporto stupendo, fatto di giochi e di complicità.

Quiz della settimana

Qaule regione del corpo è coinvolta nell'idrocefalo?
Il rene
Il cranio
La vescica
La colonna vertebrale