ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Ingestione di una moneta

Nel caso in cui dopo 15 giorni la moneta permanesse nello stomaco deve essere valutato il rischio di perforazione e presa in considerazione l'estrazione endoscopica.

a cura di: Dott. Giancarlo Gallone (pediatra)

Mia figlia di 2 anni e 7 mesi ha ingerito una moneta da due centesimi otto giorni orsono. Alla radiografia di controllo, eseguita dopo circa 30 minuti, era posizionata nel fondo gastrico; dopo una dieta a base di fibre e dopo aver sommministrato dell'olio di vasellina, al controllo eseguito dopo 5 giorni non si è mossa e risulta sempre nello stomaco. Vorrei sapere quali rischi incorre mia figlia, eventuale intossicazione, bezoario, ulcera ecc. ecc. Inoltre vorrei sapere se conviene darle qualche farmaco al fine di rilasciare la muscolatura liscia dello stomaco/piloro, oppure se conviene aspettare ancora.

L'ingestione di una moneta è frequente nei bambini basta pensare che negli Stati Uniti d'America nel 2003 sono stati segnalati ben 92.166 casi. Nel suo caso l'oggetto è radioopaco e non acuminato e pertanto l'attenta sorveglianza è l'approccio corretto nell'attesa dell'espulsione spontanea che avviene in tempi variabili dai tre ai 7-10 giorni nella quasi totalità dei casi.

La moneta in questione presenta un diametro di 18,75 mm, uno spessore di 1,67 mm con un peso di 3,06 g. E' composta di acciaio ricoperta di rame. Le dimensioni sono quelle segnalate in letteratura per una espulsione spontanea in quanto inferiore ai 20-25 mm.

In questi casi non ci sono rischi e si osserva in genere l'espulsione perché l'oggetto ingerito è per sua natura non lesivo e si posizionerà in senso longitudinale non creando quindi un ostacolo al passaggio degli alimenti. Nel suo caso è possibile anche una valutazione ecografica.

La composizione della moneta non è sostanzialmente tossica. Nel caso in cui dopo 15 giorni la moneta permanesse nello stomaco deve essere valutato attentamente il rischio di perforazione e presa in considerazione l'estrazione endoscopica. 

 

 

 

 

 

 

18/6/2010

26/11/2013

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Ingestione di una moneta"

Incidenti domestici: i pericoli della casa per un bambino
I consigli per aiutare a rendere più sicuri dai pericoli gli ambienti della casa ed evitare gli incidenti domestici.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Genitori e figli giocano
Il gioco tra genitori e figli permette di migliorare la relazione familiare.
Ha problemi di svezzamento perché non mangia la pappa
Ha problemi con lo svezzamento perché a sette mesi rifiuta la pappa. I consigli dell'esperto sullo svezzamento.
Strofulo
Lo strofulo è una malattia legata ad una sensibilizzazione a sostanze irritanti o tossiche presenti nelle punture di insetti.
Celiachia e infertilità
Esiste una relazione tra celiachia e problemi di infertilità. In particolare, alcuni casi di abortività ricorrente e ridotta crescita fetale.
Ingrossamento della ghiandola mammaria
L'ingrossamento della ghiandola mammaria può essere inquadrato nell'ambito del telarca precoce. Può essere presente fin dalla nascita.

Quiz della settimana

Quando si può considerare definitivo il colore degli occhi in un lattante?
a 2-3 mesi di vita
a 4-5 mesi di vita
a 6-7 mesi di vita
a 11-12 mesi di vita